Torino, il recupero di Vives rimpolpa il centrocampo

Torino, il recupero di Vives rimpolpa il centrocampo

Verso Marassi / L’allenatore granata ha definitivamente recuperato il centrocampista classe ’80

1 Commento
Vives

Il Torino si è oggi riunito in Sisport per svolgere la seduta pomeridiana d’allenamento. In vista del match di domenica, Ventura sta già preparando il suo gruppo per abbattere la difesa rossoblu. Il tecnico ha a disposizione quasi l’intero gruppo, ad allenarsi ancora a parte sono Gazzi e Avelar. Il primo ha oggi svolto un lavoro differenziato, velocizzando così il suo percorso di riabilitazione. Il secondo ha invece svolto l’allenamento presso la clinica Fisio&Lab.

Sisport 8 marzo 2016 6

I ragazzi di Ventura hanno svolto l’allenamento in due fasi: nella prima, i giocatori si sono scontrati in una partitella a ranghi misti. Nella seconda parte, l’allenatore ha sottoposto i suoi ragazzi a degli esercizi tecnico-tattici. Ventura ha un buon motivo per cui sorridere, ovvero il ritorno di Vives, il quale ha svolto tutto il programma insieme ai suoi compagni. Il centrocampista era uscito con degli acciacchi dalla partita contro la Lazio e di conseguenza negli ultimi giorni aveva svolto un lavoro personalizzato. Il suo recupero per domenica è fondamentale per il Toro, vista la carenza di giocatori nel reparto centrale. Il recupero di Gazzi invece, molto probabilmente arriverà dopo la partita al Marassi, mentre per quello dell’esterno brasiliano, bisogna aspettare la prossima stagione. Glik e compagni si alleneranno in campo domani pomeriggio: i giocatori svolgeranno un lavoro prevalentemente tecnico-tattico, in preparazione della sfida di domenica contro il Genoa.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata - 1 anno fa

    Avremmo sicuramente sentito la mancanza di Vives, uno dei peggiori giocatori del peggiore reparto del Torino, il centrocampo (come è ormai unanimamente riconosciuto). La sua assenza avrebbe potuto finalmente portare Baselli in mezzo al campo, davanti alla difesa, a fare da regista, che è da sempre la soluzione più logica, visto che era lì che giocava nell’ Atalanta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy