Torino, Vives e quella Roma “maledetta”: il mediano alla ricerca della prima vittoria contro i giallorossi

Torino, Vives e quella Roma “maledetta”: il mediano alla ricerca della prima vittoria contro i giallorossi

Verso Torino-Roma / Il numero 20 è sceso in campo in 5 occasioni contro i giallorossi e ha sempre perso: un tabù da sfatare per portare a casa tre punti dal peso specifico notevole

 

Giuseppe Vives è sicuramente una delle colonne storiche del Torino di Giampiero Ventura: fortemente voluto dal tecnico ligure, è dal 2011 al servizio della squadra granata, con la quale, quest’anno, ha già collezionato 25 presenze condite da un gol e due assist,

CONTINUITA’ – Nonostante le primavere comincino a farsi sentire (quasi 35 oramai per il mediano campano) le sue prestazioni sono quasi sempre state all’altezza del livello della squadra e degli avversari, dimostrandosi una pedina fondamentale nello scacchiere di Ventura, che sa di poter contare sull’esperienza del “Professore” quando meglio crede. Contro la Roma, il campano è in stretto ballottaggio con Benassi per un posto vicino a Gazzi ed El Kaddouri, dopo aver convinto ancora una volta negli 82′ giocati domenica scorsa contro l’Atalanta.

INCUBO ROMA – I capitolini, per Vives, costituiscono un vero e proprio tabù sin dai tempi del Lecce. I 5 precedenti nei quali il centrocampista è sceso in campo per fronteggiare i giallorossi, infatti, non sono stati particolarmente fortunati: ognuna di queste partite, infatti, ha coinciso con una sconfitta per la squadra in cui militava l’attuale numero 20 granata. Nella stagione 2010/2011 sono due sconfitte per il Lecce di Vives (2-0 e 1-2), con il mediano in campo in entrambe le occasioni per 90′. Con il Toro, invece, ecco la sconfitta in quel Torino-Roma di ritorno nella stagione 202/2013, dove Osvaldo e Lamela piegano i granata, mentre l’anno successivo non prenderà parte al pareggio casalingo firmato Strootman e Cerci perché influenzato, ma sarà in campo nella sfida di ritorno a Roma, dove firmerà l’assist per lo splendido gol d’Immobile che però non servirà ad evitare la sconfitta al Torino. Quinto e ultimo incrocio il 9 novembre 2014, quanto i capitolini asfaltano i ragazzi di Ventura per 3 a 0.

Un tabù da sfatare, una squadra da prendere per mano e condurre alla vittoria: Vives e il Toro sono pronti a sconfiggere i pronostici e dubbi della vigilia, per una vittoria che saprebbe di rivincita per il mediano campano, e che soprattutto regalerebbe tre punti fondamentali per la squadra di Ventura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy