Torino, Vives sarà ancora in campo: servirà precisione e tranquillità

Torino, Vives sarà ancora in campo: servirà precisione e tranquillità

Focus On / Il centrocampista granata sarà quasi sicuramente titolare, a causa dell’infortunio di Gazzi: l’ex Lecce può fare bene contro la Lazio

Vives

Il Torino, tra meno di due giorni, se la vedrà contro la Lazio nella sfida di campionato, la quale sarà molto complicata per i granata: gli uomini di Ventura devono sollevarsi da un momento particolarmente negativo, che sta portando realmente pochi unti e che fa preoccupare anche la piazza, a causa della breve distanza dalla zona retrocessione. Ormai l’Europa League è poco meno di un sogno, ma i giocatori del Torino possono ancora ritagliarsi uno spazio rilevante in questa stagione che ha preso un piega strana. Il mister genovese deve affidarsi ancora ai suoi giocatori di fiducia per fare il risultato contro gli uomini di Pioli: uno di questi è Giuseppe Vives.

ANCORA LUI – Ancora Vives: con l’assenza prolungata di Gazzi, è suo il nome del centrocampista centrale. Per un’altra partita ha la possibilità di mettersi in mostra, ma più che altro cercare di blindare la difesa granata. Come può riuscirci? Con la sua “arma” più efficace, ovvero quella di saper recuperare bene i palloni dagli avversari (cosa che è riuscito a fare anche contro il Milan). Sicuramente sarà necessaria una buona prestazione, ed essa potrebbe partire proprio dai piedi del centrocampista più esperto tra i giocatori di Ventura. Ma, ancora una volta, egli dovrà stare attento alla quantità di falli commessi: nell’ultimo match contro il Milan di Mihajlovic non ne ha fatti tanti, ma ha rischiato molto con un intervento nei pressi dell’area di rigore.

Vives
Giuseppe Vives nel match contro il Milan

VERTICALE – Può anche cercare di ripetersi nella partita contro la Lazio con alcuni gesti visi nel match di San Siro: ad esempio sarebbe molto importante che riuscisse a verticalizzare molti palloni, nello stesso modo in cui l’ha fatto per Ciro Immobile. In quell’azione, infatti, il Toro è stato assai pericoloso, con il numero 10 che ha rischiato di mettere a segno un gol magnifico, se non fosse stato per Donnarumma. Perciò i granata dovranno mettere sul campo dell’Olimpico molta voglia e soprattutto tranquillità, in modo tale da produrre gioco e riuscire a mettere in difficoltà la Lazio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy