Torino-Zenit, domani la partita che può far svoltare la stagione. Ma serve la difesa dei tempi migliori

Torino-Zenit, domani la partita che può far svoltare la stagione. Ma serve la difesa dei tempi migliori

Verso Torino-Zenit/  Torino a caccia dell’impresa dopo tre sconfitte di fila

Commenta per primo!

Ormai ci siamo quasi, domani sera il Toro si gioca la permanenza in Europa in una partita sulla carta decisamente proibitiva. La missione è tornare a vincere dopo dieci giorni da dimenticare, e tentare di ribaltare il 2-0 dell’andata.

RITORNO SULLA TERRA – Dopo le vittorie contro Athletic e Napoli il Toro era lassù, su una nuvola di felicità. Adesso purtroppo si è tornati sulla terra: tre sconfitte di fila contro Udinese, Zenit e Lazio hanno compromesso le possibilità europee di quest’anno e anche la riconferma nella seconda competizione continentale quello prossimo. La stagione del Torino resta comunque molto buono, ma la partita di domani sera può essere quella che regala a tutta l’annata un sapore completamente diverso.

MIGLIORAMENTI CON LA LAZIO – Dal punto di vista delle prestazioni lunedì sera si è visto un Torino molto migliore di quello che aveva perso ad Udine e a San Pietroburgo. Senza le invenzioni personali di Felipe Anderson la gara sarebbe probabilmente scivolata via sullo 0-0, e l’ottima prova offerta dalle ‘seconde linee’ fa capire la bontà dei dettami tattici del ‘maestro Ventura’. La scelta di far riposare molti titolari fa pensare che il tecnico granata ritenga l’impresa di rimontare con lo Zenit davvero possibile. In Russia la squadra ha deluso, ma l’espulsione di Benassi ha scombinato tutti i piani tattici, che fino a quel momento avevano retto.

LA CHIAVE E’ LA DIFESA – La chiave della sfida sarà la difesa. Quello che è stato per molti mesi il grande punto di forza della squadra di Ventura nelle ultime partite si è infatti trasformato in un problema. Nelle tre sconfitte consecutive il Toro ha subito 7 gol, quando in campionato fino ad un paio di gare fa la media era di un gol subito a partita. Chiaro che contro gente come Hulk e Rondon il compito non è dei più facili, ma per avere una minima speranza di qualificarsi è necessario chiudere il lucchetto della porta di Padelli e buttare la chiave. Lo stesso portiere granata domani è chiamato al riscatto: nella sconfitta dell’andata delle colpe le ha anche lui. Le sue prestazioni sono spesso al centro del dibattito dei tifosi, domani sera deve essere l’occasione per riscattarsi agli occhi del pubblico granata. Sperando che in attacco arrivino almeno due gol, per provare a trascinare la sfida ai supplementari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy