Torino – Zenit, i granata vincono tutti i duelli, ma non basta

Torino – Zenit, i granata vincono tutti i duelli, ma non basta

Europa League / Bene Darmian, El Kaddouri e Ventura, che ha la meglio nel confronto con Villas Boas

Una grande prestazione condita da una bella vittoria allo scadere per 1-0 non è stata sufficiente ieri sera al Toro di Giampiero Ventura per eliminare lo Zenit San Pietroburgo di Andre Villas Boas.

VENTURA – E proprio il tecnico granata ha avuto la meglio sul collega portoghese, mettendo in campo una squadra matura, grintosa e, come sempre, ordinata, a cui solo le prodezze del portiere russo Lodygin hanno impedito il passaggio del turno.
Lo Zenit invece, pur imbottito di campioni, non ha impressionato, si è limitato a fare una partita prettamente difensiva e ha cercato di rendersi pericoloso solo su calcio piazzato.

DARMIAN – In settimana avevamo poi proposto il confronto tra Matteo Darmian e Domenico “Mimmo” Criscito, ex Juventus e Genoa. Se all’andata il secondo aveva avuto la meglio, ieri è stato certamente Darmian a vincere, con tanta corsa, tanta spinta e tanto sacrificio, anche se forse senza la lucidità in attacco che lo aveva caratterizzato nell’ultimo periodo (vedi il gran gol di Bilbao). Criscito, invece, è stato costretto a contenere.

EL KADDOURI – Si tinge di granata anche la sfida tra i fantasisti Danny ed El Kaddouri. Non una prova memorabile per entrambi, ma il granata regala alcune buone giocate e alcuni passaggi smarcanti ai compagni, cercando sempre, con alterne fortune, di saltare l’uomo e di creare la superiorità numerica.

Insomma i granata vincono tutti i duelli, ma non basta per portare a casa la qualificazione ai quarti di finale di Europa League.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy