Torino-Zenit: Villas Boas diviso tra l’impegno di Europa League e il Cska che si è avvicinato

Torino-Zenit: Villas Boas diviso tra l’impegno di Europa League e il Cska che si è avvicinato

Verso Torino-Zenit/ In settimana per lo Zenit è arrivato un inaspettato pari con la Torpedo, e domenica c’è la Dinamo Mosca

Commenta per primo!

Sono passati sei gironi dalla sconfitta di San Pietroburgo, e domani il Torino ritrova lo Zenit in una partita che può valere l’intera stagione per i granata, ma che è fondamentale anche per i russi, in testa al campionato in patria ma ancora alla ricerca di una conferma in campo europeo che dal successo in Europa League del 2008 in poi è sempre mancata.

PAREGGIO SFORTUNATO – La settimana trascorsa dopo la netta vittoria contro il Torino non è stata delle migliori per la squadra di Villas Boas. Lo Zenit infatti è stato impegnato domenica in campionato ed a sorpresa si è arenato sull’1-1 sul campo della Torpedo Mosca, quint’ultima in classifica, e sconfitta per 8-1 ad agosto. Un pareggio che lascia l’amaro in bocca perché arrivato al 91′, quando ormai la pratica sembrava chiusa, dopo che il solito Hulk aveva firmato il vantaggio al 35′ con un calcio di punizione dei suoi.

NIENTE TURNOVER – Al contrario di quanto fatto da Ventura, che nella sfida di campionato contro la Lazio ha lasciato a riposo molti dei ‘titolari’ abituali, il tecnico portoghese non ha fatto alcun tipo di modifica alla sua formazione base. A Mosca è scesa in campo per 10/11 la stessa squadra che ha sconfitto il Toro, in quello che è il suo schieramento abituale, il 4-2-3-1. L’unica novità è stata la presenza di Aleksandr Ryazantsev al posto del capitano Danny; la fascia di capitano è così finita sul braccio del ‘nostro’ Domenico Criscito.

CAMPIONATO RIAPERTO? – Il pareggio a sorpresa dei capoclassifica ha però riaperto in parte la lotta al titolo russo. Il Cska Mosca infatti ha sconfitto nettamente 4-0 il Mordovia e si è portato a -5 dallo Zenit. Adesso per Villas Boas si prospetta una settimana molto importante: oltre alla sfida di giovedì sera contro il Torino infatti la squadra di San Pietroburgo giocherà domenica nuovamente a Mosca, ma questa volta contro la Dinamo, terza a -10 e con una partita in meno. Si tratta di una partita sentitissima in Russia e nella quale spesso ci sono stati anche duri scontri tra le tifoserie. Vedremo se il doppio impegno ravvicinato potrà influenzare in qualche modo la prestazione dello Zenit contro il Torino giovedì sera e anche le scelte del tecnico portoghese magari con qualche modifica all’undici titolare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy