Toro, 10 anni che il Parma non faceva così male

Toro, 10 anni che il Parma non faceva così male

Da un decennio esatto il Toro non perdeva entrambe le sfide stagionali contro il Parma. Era la sciagurata stagione 2002/2003 e, prima della doppia scoppola inflitta da Donadoni a Ventura, solo un’altra volta…
 
Commenta per primo!
Da un decennio esatto il Toro non perdeva entrambe le sfide stagionali contro il Parma. Era la sciagurata stagione 2002/2003 e, prima della doppia scoppola inflitta da Donadoni a Ventura, solo un’altra volta nella storia degli scontri tra granata e ducali, questi ultimi avevano vinto sia all’andata che al ritorno.
 
PRIMI PASSI – La storia della sfida Toro-Parma ha inizio nella stagione ‘59/’60, in Serie B: il Toro si porta a casa due successi e a fine stagione vince il campionato e vola nella massima serie. Da allora solo tre volte i ducali si aggiudicano entrambi gli scontri stagionali. La prima volta nell’annata ‘94/’95: sulla panchina granata siede Nedo Sonetti, su quella gialloblu Nevio Scala. All’andata ci pensano Zola e Branca ad infiammare il Tardini, nel ritorno ancora Zola e Dino Baggio espugnano il Delle Alpi. La stagione si conclude senza patemi per la truppa del tecnico di Piombino, con un tranquillo undicesimo posto.
 
ANNO INFAUSTO – L’ultima volta invece che i gialloblu hanno fatto bottino pieno contro i granata è stato nella terribile stagione 2002/2003. Mentre a Parma Cesare Prandelli muoveva i suoi primi passi verso la panchina della Nazionale, in casa Toro si viveva l’altalena tecnica tra Camolese, Ulivieri e infine Ferri, che porta dall’Intertoto a una retrocessione da ultimi in classifica. Era la stagione delle porte chiuse dopo Toro-Milan, ma anche quella della Marcia dell’Orgoglio Granata il 5 maggio 2003, a retrocessione già sancita, con 50.000 tifosi per le vie della città a manifestare l’attaccamento ai loro colori, nonostante tutto.
 
SEGNALE – Fortunatamente quella sembra una stagione irripetibile nella sua infinita negatività, ma bisogna comunque stare sempre attenti ai precedenti. La situazione attuale ricalca più da vicino quella di una ventina di anni fa, quando il doppio ko contro i ducali di Scala non influì più di tanto sul risultato finale della stagione granata. Ma Ventura e i suoi ragazzi per dimenticare Parma e il Parma non devono guardare al passato, bensì concentrarsi sul futuro per spazzare dalla memoria e dalla classifica i punti persi per strada.
 
Emanuele Olivetti
 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy