Toro, a gennaio quanti acquisti?

Toro, a gennaio quanti acquisti?

Dopo aver lavorato – e tanto – in estate, la dirigenza granata potrà davvero limitarsi a fare una campagna acquisti invernale, lavorando su piccoli tasselli da aggiungere ed eventualmente da togliere. Un vero e proprio mercato di riparazione dove arriveranno giocatori, pronti a dare una mano in caso di necessità. Analizziamo, dunque, la situazione…
Dopo aver lavorato – e tanto – in estate, la dirigenza granata potrà davvero limitarsi a fare una campagna acquisti invernale, lavorando su piccoli tasselli da aggiungere ed eventualmente da togliere. Un vero e proprio mercato di riparazione dove arriveranno giocatori, pronti a dare una mano in caso di necessità. Analizziamo, dunque, la situazione in ogni reparto.

DIFESA – Escludendo l’ultima prova, non all’altezza della situazione, Padelli gode ancora della fiducia del mister e per questo il capitolo portieri, al momento, appare chiuso. Se arriverà un estremo difensore, allora Lys Gomis sarà ceduto in prestito per fare esperienza. Nulla di più. Discorso diverso, invece, per quando riguarda il pacchetto arretrato: l’emergenza patita in queste settimane suona come un piccolo campanello d’allarme. Per questo Petrachi è già all’opera per sondare il terreno e arrivare quindi ad un difensore in grado di tappare i buchi, evitando di ‘ridursi’ a reinventare ad esempio Vives, nella posizione di ‘vecchio libero’.

CENTROCAMPO – Sistemata la difesa, il centrocampo potrebbe anche risultare completo. Infatti, il rientro di Gazzi dalal squalifica può essere considerato come un vero e proprio acquisto invernale. In questo senso, arriverà qualcuno solo in caso di cessione. Così da non andare a creare ‘musi lunghi’ all’interno dello spogliatoio. 

ATTACCO – Qui la faccenda si complica: Barreto rientra, ma potrebbe non bastare. Contando anche Cerci, il reparto ora vanta solo altre tre pedine, oltre al citato brasiliano. Le condizioni, al momento del rientro, di Larrondo saranno determinanti in questo senso. E se il giocatore non darà le dovute garanzie, allora il Torino andrà certamente sul mercato. Occhi aperti, sempre e comunque, per scovare un ‘vice Cerci’: un’impresa non semplice.
 
Manolo Chirico
(foto M.Dreosti)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy