Toro, a Palermo ancora una reazione importante

Toro, a Palermo ancora una reazione importante

Palermo – Torino 2-2 / Come contro Roma, Sassuolo e Juventus i granata hanno risposto allo svantaggio, e la squadra di qualche tempo fa una partita così l’avrebbe probabilmente persa

Commenta per primo!

E’ un pareggio amaro quello raccolto dal Torino ieri sera a Palermo, che poteva trasformarsi in una vittoria senza la sciagurata decisione di Gervasoni di annullare la rete del 3-2 di Maxi Lopez.

Tuttavia il mancato successo granata non deve cancellare gli aspetti positivi visti al Barbera, come il carattere, che sembra ormai essere quello tipico delle grandi squadre.
La gara di ieri sera infatti nascondeva più di un’insidia: un turno infrasettimanale dopo un derby vinto con enorme dispendio di energie fisiche e mentali, per di più sul campo di una squadra ostica come il Palermo e desiderosa di ben figurare e di recuperare punti preziosi dopo Parma, poteva rappresentare una trappola letale, ed era un match che il Torino di qualche tempo fa avrebbe probabilmente perso.
Invece quello di quest’anno ha dimostrato di essere pronto e di meritare la classifica che ha: ancora una volta, come successo con Roma, Sassuolo e Juventus, i granata sono andati sotto, in questa occasione per ben due volte, e ancora una volta sono riusciti a reagire. Bruno Peres prima e Maxi Lopez poi, appena entrato, hanno risposto a Vitiello e a Rigoni, e chissà come sarebbe andata con la formazione migliore in campo dall’inizio, senza squalifiche e, soprattutto, con la rete convalidata all’argentino allo scadere.
Il Toro è maturo e può giocarsela alla pari con tutti su ogni campo e in ogni occasione, anche in contesti non facili, recuperando mentalmente e fisicamente molto in fretta.
Nella corsa all’Europa League può essere un vantaggio non da poco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy