Toro, a Verona un super Martinez

Toro, a Verona un super Martinez

Focus on Martinez / Al Bentegodi per il venezuelano un gol e un rigore procurato, oltre a un’ottima intesa con il compagno di reparto Quagliarella

Commenta per primo!

Dopo tante prove di grande corsa e grande abnegazione, sabato al Bentegodi contro il Verona l’attaccante venezuelano del Torino Josef Martinez è stato anche decisivo.

DECISIVO – Per lui un gol e un rigore procurato, quello che ha spianato al Toro la strada verso l’importante successo esterno, una vittoria da record in tutti i sensi.
Il gol dell’ex Young Boys Berna è stato di quelli da bomber di razza, con Martinez che ha approfittato alla grande di un errore del messicano Rafa Marquez per impossessarsi del pallone e scagliarlo alle spalle dell’ex di turno Benussi con chirurgica precisione.

SPINA NEL FIANCO – Oltre alla rete, il Brigante Vinotinto è stato per tutta la gara una vera e propria spina nel fianco per la difesa di Mandorlini, procurandosi, con un bello scatto, un giusto rigore (affossato da Marques) poi realizzato da Quagliarella, e mostrando, proprio con l’ex attaccante del Napoli, un’intesa notevole, fatta di veli, triangolazioni e uno – due, come quelli che piacciono a Ventura, come quelli che avevano reso famosi Cerci e Immobile e, prima di loro, Kutuzov e Barreto nel Bari 2009/2010, prima che il brasiliano approdasse sotto la Mole.

I GOL – Martinez ha portato così a due le sue marcature in serie A, unite a quella in Coppa Italia contro la Lazio, alle due di Europa League e a quella dei preliminari contro il Brommapojkarna. In totale fanno sei reti in granata, ma la stagione è soltanto a metà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy