Toro, al Tardini per vendicare l’andata

Toro, al Tardini per vendicare l’andata

Rimediare ai tre schiaffi presi all’andata. Il Toro domenica andrà a Parma, memore del 3 a 1 patito all’Olimpico. Una sconfitta all’insegna del nome Sansone: se da una parte quello del Toro veniva espulso, il Sansone ducale siglava l’1 a 0 per gli ospiti.

Rimediare ai tre schiaffi presi all’andata. Il Toro domenica andrà a Parma, memore del 3 a 1 patito all’Olimpico. Una sconfitta all’insegna del nome Sansone: se da una parte quello del Toro veniva espulso, il Sansone ducale siglava l’1 a 0 per gli ospiti.


OTTIMO AVVIO –
La partita dello scorso 28 ottobre per il Torino non era iniziata male. La coppia Sansone – Meggiorini sembra funzionare con tre ottime occasione già nei primi dieci minuti. La prima sui piedi di Darmian, poi un tiro da fuori di Meggiorini, infine il colpo di testa di Sansone che da buona posizione grazia il portiere Pavarini. Brivido per i tifosi del Toro con la discesa tutto campo di Biabiany che, scappando via a Glick, mette in mezzo per Amauri. L’attaccante brasiliano spara alto un rigore in movimento e Gillet ringrazia.


ESPULSIONE SEVERA –
Il secondo tempo vede di nuovo un Gianluca Sansone intraprendente con buoni movimenti e dribbling. Pavarini con un miracolo gli nega la gioia del gol prima della decisione arbitrale che cambia la partita. Sansone si insinua dalla destra nell’area di rigore ducale, salta Paletta e cade a terra. L’attaccante forse cerca il contatto che in ogni caso sembra esserci. Non ha dubbi però l’arbitro Giacomelli di Trieste. Simulazione. Doppio giallo ed espulsione per Sansone all’ottavo del secondo tempo.


ENTRA NICOLA –
Donadoni vuole sfruttare la superiorità numerica. Sostituisce Cristiano Lucarelli e fa entrare Nicola Sansone. Purtroppo per il Torino è la mossa giusta. A dieci minuti dal suo ingresso, l’attaccante ducale trafigge Gillet su assist di Marchionni, segnando contro i granata il su primo gol in A. Il Toro non riesce a reagire e il Parma ne approfitta colpendolo altre due volte: Amauri prima e Rosi poi chiudono i conti. La rete della bandiera di Basha nel finale vale solo per il tabellino. 

 

Redazione TN


(Foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy