Toro, anche Junior consiglia Verissimo: “È un giocatore di talento”

Toro, anche Junior consiglia Verissimo: “È un giocatore di talento”

Le voci / Le parole del brasiliano alla Gazzetta dello Sport nel giorno del suo 64° compleanno

di Redazione Toro News

Per molti tifosi del Torino è rimasto “O’Maestro”. Uno di quei talenti cristallini che non può passare inosservato, un giocatore talentuoso ed estroverso arrivato nel calcio europeo forse con qualche anno di ritardo. Stiamo parlando di Leo Junior, che nel giorno del suo 64° compleanno ha parlato così ai microfoni della Gazzetta dello Sport: “Seguo il Toro anche dal Brasile, anche se lo seguo più sui giornali che in tv. E a parlarmene sono anche i miei amici italiani. Il granata è sempre nel cuore, idealmente non posso allontanarmi dal Toro: è il marchio della mia vita, mia figlia Juliana è nata all’ospedale Sant’Anna di Torino“.

Il legame con il Torino e i colori granata è più forte che mai. Anche per questa ragione, il brasiliano ci tiene a dare qualche consiglio alla società che negli ultimi mesi sta seguendo Lucas Verissimo. Un giocatore che Junior, grande intenditore del calcio verdeoro, conosce molto bene: “Verissimo è un difensore che ha fatto vedere ottime cose fin dalle giovanili del Santos. Poi, in prima squadra, si è subito messo in luce e sarà un bel colpo perché so che è stato corteggiato da molte squadre in Europa. È alto, forte di testa, ma è anche piuttosto veloce. Tecnicamente è bravo, tatticamente è duttile: può essere schierato in una difesa a quattro o a tre, tanto a destra quanto a sinistra”. Un altro giovane brasiliano che i tifosi granata aspettano di vedere all’opera è Lyanco: “Quest’anno ha avuto problemi fisici, ma per lui vale il discorso fatto per Verissimo: nell’Under 20 del San Paolo sembrava uno di quelli che poteva arrivare in fretta in Nazionale. Da noi è stato subito paragonato a Marquinhos. A Lyanco consiglio di recuperare senza fretta: il tempo è dalla sua parte“.

Tra presente, passato e futuro i ricordi che affiorano quando Junior pensa ai colori del Torino sono ancora nitidi: “Ho vissuto tre anni eccezionali: nessuno pensava facessi ciò che sono riuscito a fare, ma sono stato aiutato da un ambiente fantastico e da tanti amici. Un episodio emblematico? Novembre 1984, il derby vinto al 90’: volevo fare le capriole in campo ma non ebbi il coraggio. E poi il giorno del Centenario, con l’emozione di entrare in campo con Pulici“.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    La volta scorsa c’è stato un problema di traduzione mi sa…e me ne rallegro, perché leggere da Leo che non seguiva il Toro faceva tristezza e stupore. So quanto è legato al Toro, e quanto molti di noi over 40 lo siamo a lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

    Quell’articolo dove affermava di non seguire il Toro l’ho letto anche io.
    i dati di fatto però sono altri, ogni volta che è stato invitato per qualche ricorrenza importante lui non è mai mancato e inoltre quella è l’unica intervista fra le moltissime rilasciate nel corso di questi 30 e passa anni in cui ha detto quella cosa “Il Toro non lo seguo”, sono più propenso a interpretare quella frase come un segno polemico nei confronti della dirigenza piuttosto che fare uno sgarbo alla maglia.Leo è stato un grandissimo fuoriclasse dentro e fuori dal campo. Un esempio di campione e uomo per tutti gli appassionati di calcio e un simbolo indelebile nella storia della nostra gloriosa società……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gianTORO - 3 settimane fa

    …a me sembrava di aver visto su queste pagine giorni fa un articolo in cui si scriveva “Junior: non seguo il Toro…” ho letto male oppure sn all’esordio di una demenza senile precoce?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 3 settimane fa

      L’ho letto anch’io. ne sono sicuro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gianTORO - 3 settimane fa

        c’è ancora l’articolo :) bene non sono rincoglionito. e dopo questo comprate chi volete io sono a posto per un po’ eheh
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GlennGould - 3 settimane fa

    Il suo parere è ovviamente da tenere in considerazione e, in teoria, appare come una ulteriore ragione per affondare il colpo e portare Verissimo a Torino.
    La realtà dice che la trattativa è ferma da circa un mese, ed il motivo è circa un milione emmezzo di euro che ballano tra domanda ed offerta.
    A volte, le parole non servono; questa è una di quelle volte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13746076 - 3 settimane fa

    Grande Leo! Ma non aveva detto di non seguire più il Torino FC?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13685686 - 3 settimane fa

    Grande LEO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13657710 - 3 settimane fa

    Madama granata- indelebile il ricordo, indiscussa la stima ed anche la simpatia X Junior. Ma come mai un po’ di giorni fa, in uno di questi articoli, intervistato, lo stesso Junior dichiarava: ” il Torino? Non so, non lo seguo!”. Frase che, l’ho già scritto altre volte, mi aveva profondamente delusa.
    Ed ora, in pochi giorni , a quanto pare, ha cambiato totalmente idea e si interessa alla nostra causa? Vorrei sapere qual’è la versione esatta e soprattutto sincera!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luka68 - 3 settimane fa

      Più che altro capire chi dice cazzate se la redazione o Leo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Marino - 3 settimane fa

    Pure io, ovviamente dopo il Torino Fc di bracciamozze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. silviot64 - 3 settimane fa

    Leo! Leo ! Leo! … Uno dei più grandi che io abbia visto giocare al Comunale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy