Toro, anche la difesa ha perso la bussola?

Toro, anche la difesa ha perso la bussola?

Quattro gol dal Parma e altrettanti dal Cagliari. Tre gol a firma di Amauri, giocatore di valore ma non molto prolifico: prima della sfida con il Toro, il brasiliano era a quota sei gol su ventitre partite disputate (sedici da titolare). Cosa succede alla retroguardia granata? Anche il reparto fin’ora più solido inizia a fare…
Quattro gol dal Parma e altrettanti dal Cagliari. Tre gol a firma di Amauri, giocatore di valore ma non molto prolifico: prima della sfida con il Toro, il brasiliano era a quota sei gol su ventitre partite disputate (sedici da titolare). Cosa succede alla retroguardia granata? Anche il reparto fin’ora più solido inizia a fare acqua?
 
PERICOLOSE AMNESIE DEI SINGOLI – Se la sconfitta contro il Cagliari sembrava solo un momento di appannamento, quella del Tarditi ha riaperto il dibattito sulla tenuta difensiva del Toro. Chiariamo subito, il Toro per gol subiti è nella media delle altre squadre di A. Trentasei volte Gillet ha dovuto raccogliere il pallone dalla rete ma peggio hanno fatto la maggior parte delle squadre in lotta per la salvezza. Tra i problemi però ci sono le amnesie dei singoli: a Cagliari Ogbonna, a Parma Masiello. I loro errori sono costati caro alla squadra, cambiando il volto di partite che sembravano ben indirizzate.
 
SOLO DUE COLPEVOLI? – Puntare il dito contro un giocatore è sempre facile ma è evidente che le responsabilità, in particolare a Parma, sono del gruppo. Se all’Is Arena infatti si poteva invocare la sfortuna, gli episodi e un arbitraggio di certo non pro-Toro, per Parma il discorso è diverso: Amauri sul suo secondo gol si è portato in giro tre giocatori di Ventura e nessuno è stato in grado di fermarlo. Nel primo tempo sempre il centravanti brasiliano è riuscito ad arrivare facilmente davanti Gillet, infilando D’Ambrosio, e trovarsi così a tu per tu con il portiere. Per non parlare del retropassaggio da brivido di Ogbonna al 4’ del primo tempo: dagli spalti si è capito poco, unica certezza che Amauri e Biabiany avevano appena graziato il Toro.

LEZIONE PARMA –  Ventura sicuramente avrà redarguito per bene i suoi dopo il crollo del Tardini. A ben guardare gli highlights della partita contro i ducali, sono emerse diverse carenze in fase difensiva. E’ vero che per gran parte del match il Toro sembrava padrone del campo ma più volte, anche nel primo tempo, la retroguardia granata è sembrata meno organizzata del solito. A destra, a sinistra e dal centro, i crociati nel secondo tempo hanno poi creato buchi ovunque. Buchi che per domenica bisogna chiudere. 
 
 
Redazione TN

 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy