Toro, anche quest’anno il possesso palla è stata un’arma importante

Toro, anche quest’anno il possesso palla è stata un’arma importante

La squadra di Ventura si colloca all’ottavo posto di questa speciale graduatoria

Osservando le statistiche relative all’ultimo campionato di serie A si nota come il Torino di Giampiero Ventura, se confrontato con le altre squadre, abbia un notevole possesso palla che, con 26’14” di media a partita, lo colloca nelle zone alte di questa speciale classifica, più precisamente in ottava posizione.

Infatti hanno fatto meglio dei granata soltanto la Roma di Rudi Garcia, con 30’04”, la Juventus di Allegri con 29’17”, la Fiorentina e l’Inter con 29′, la Lazio con 27’14”, il Milan con 26’25” e il Napoli con 27’40”.

I granata si collocano quindi all’ottavo posto, con un posizionamento che rispecchia l’andamento del Toro in campionato, essendo molto simile a quello ottenuto in classifica (nono posto).

Il dato testimonia anche di come il possesso palla sia un’arma importante per la squadra di Ventura, che nel corso di questi quattro anni, a partire dalla stagione 2011/2012 in serie B, ne ha fatto il suo marchio di fabbrica.

Il tecnico granata vuole infatti che la manovra dei suoi ragazzi cominci già dal portiere, chiamato a non buttare mai via il pallone lanciandolo lungo ma a giocarlo con i piedi, impostando il gioco con i tre difensori centrali, che diventano i veri e propri registi della squadra.

In questo modo le maglie degli avversari tendono ad aprirsi e a creare varchi che il Toro può sfruttare all’improvviso con le accelerazioni e gli inserimenti dei suoi giocatori più rapidi e tecnici dopo aver atteso con pazienza.

Vedremo se anche l’anno prossimo, con le novità che probabilmente arriveranno dal mercato, i granata si confermeranno così bene in questa particolare graduatoria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy