Toro, ancora rebus fasce: Molinaro scalda le gomme, Zappacosta merita una chance

Toro, ancora rebus fasce: Molinaro scalda le gomme, Zappacosta merita una chance

Verso Milan-Torino / Ventura scioglierà gli ultimi dubbi a ridosso della gara

classifica

Un nodo che si scioglierà – probabilmente – solo qualche ora prima della partita, e che terrà impegnato Ventura per tutta la preparazione in vista del Milan: chi si sistemerà sulle fasce contro i rossoneri? L’ennesimo infortunio di Avelar, che questa volta starà fuori per circa 6 mesi, ha paradossalmente complicato ancor di più il discorso esterni, con Ventura che contro il Carpi ha sorpreso un po’ tutti, lanciando a sinistra uno spaesato Gaston Silva, e preferendo tenere in panchina Davide Zappacosta, provato con successo in combinazione con Bruno Peres nella fortunata trasferta di Palermo.

COPERTURA – Contro il Milan, tuttavia, Ventura potrebbe attuare l’ennesimo cambiamento: contro una formazione tanto abile nel gioco sugli esterni, con Honda e Bonaventura in stato di grazia assoluta, serve che sugli out si sistemino giocatori tatticamente portati alla fase difensiva. Ovviamente, le valutazioni migliori le può fare solo il tecnico, ma sembra scontato – anche alla luce dell’ennesima prova poco brillante – un’esclusione di Gaston Silva, in luogo magari di Cristian Molinaro. Il numero 3 granata è stato utilizzato con discreta continuità dall’allenatore vista l’assenza forzata del pari-ruolo Avelar, e in vista del Milan torna prepotentemente in auge il suo nome per la corsia di sinistra. Difficile, infatti, un dirottamento di Peres sulla corsia mancina, che ha sì ben fatto contro il Palermo, ma che non può garantire – piaccia o non piaccia – quei tempi difensivi che un mancino naturale come l’ex Parma può invece mettere in atto.

molinaro, Torino-Udinese, maxi lopez
Cristian Molinaro, potrebbe essere lui ad occupare la fascia sinistra

E SULLA DESTRA? – Qui il rebus più grande: confermare un Bruno Peres a corrente alternata, o dare finalmente fiducia a Zappacosta? Il talento classe ’92 è stato tenuto in panchina per quasi 90′ contro il Carpi, nonostante fosse tornato in gruppo ad inizio della scorsa settimana e dunque – almeno stando ai comunicati granata – formalmente in grado di essere schierato. La scelta di Ventura, dunque, è stata squisitamente di tipo tecnico-tattico e in relazione ad un avversario probabilmente ritenuto più adatto alle caratteristiche del brasiliano.Contro i rossoneri, però, alla luce di quanto visto nelle ultime apparizioni, pare abbastanza logico immaginare un avvicendamento delle due stelline granata, con il numero 7 che scalpita per mettersi in luce: le sue sgroppate, e la sua fase difensiva in crescita, meritano il banco di prova di San Siro.

Ventura ha ancora qualche giorno per sciogliere gli ultimi dubbi, ma una cosa pare certa: anche contor il Milan ci sarà l’ennesia rivoluzione sugli out, o almeno su uno di essi…

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawda - 2 anni fa

    Molinaro a sinistra e’ quasi scontato e se l’obiettivo e’ puntare allo 0 a 0 allora mettera’ in campo Zappacosta anche se temo che torneremo a casa comunque a mani vuote. Se invece si vuole per lo meno provare a far male, allora non si puo’ rinunciare a Peres che e’ l’unico in grado di saltare l’uomo e forse a Milano, visto come giocano i rossoneri, potrebbe anche non trovarsi sempre due uomini addosso ed avere finalmente spazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy