Toro, aspettati un Bologna solido e determinato

Toro, aspettati un Bologna solido e determinato

Verso Torino-Bologna / Donadoni ha rivoluzionato il gioco dei felsinei, conferendo fiducia e mentalità ad un gruppo già valido: non sarà facile per il Toro

1 Commento
Donadoni, Bologna

Il primo mantra del calcio dice di “non sottovalutare mai l’avversario”, e il Torino di Giampiero Ventura non deve fare questo errore sabato, alle 18.00, quando davanti si troverà la quartultima forza del campionato, il Bologna di Roberto Donadoni.

MENTALITA’ – Come nel 90% dei casi, il cambio di guida tecnica in quel di Bologna ha fatto benissimo alla squadra felsinea, che con Donadoni è riuscita a vincere contro Atalanta e Verona (senza subire gol) ed è stata fermata dalla Roma solo grazie a due calci di rigore in favore dei giallorosssi. Una formazione in netta ripresa, che si coccola il suo nuovo tecnico, che sembra aver trasmesso la giusta mentalità ai ragazzi in campo, i quali paiono completamente rivitalizzati dalla nuova leadership tecnica.

CAMBIO TATTICO – Qualche modifica è stata attuata anche sotto il profilo tattico, dei moduli di gioco: abbandonato il confusionario (e poco efficiente) 4-2-3-1 di Delio Rossi, Donadoni si è spesso affidato ad un multiforme 4-3-3, con un centrocampo muscolare e due ali molto rapide come Giaccherini e Mounier (o in alternativa Franco Brienza), dietro ad un unica punta, che a Torino non potrà essere Mattia Destro squalificato. I giocatori rossoblù sembrano apprezzare il nuovo schieramento, e il campo lo dimostra, con un gioco sia offensivo sia difensivo in netta crescita rispetto ad inizio campionato.

Il Bologna, insomma, arriva si da quartultima della classe all’appuntamento con il Torino, ma il trend felsineo con Donadoni lascia presagire che la gara dell’Olimpico sarà tutt’altro che semplice per i ragazzi di Giampiero Ventura, appena tornati alla vittoria contro l’Atalanta e decisi più che mai a bissare il successo di Bergamo anche davanti al proprio pubblico.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ziocane66 - 2 anni fa

    Quindi occhio in difesa a non perdersi l’uomo! Ricordate Parma Torino epoca cerci e Immobile ? Avversari che spuntavano da tutte le parti? Ok? Allora giochiamo! Ah dimenticavo : se siamo in vantaggio TENIAMO ‘STA PALLA CAZZO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy