Toro, Belotti risponde alle critiche con… il sorriso: e a Cagliari manca solo il gol

Toro, Belotti risponde alle critiche con… il sorriso: e a Cagliari manca solo il gol

Focus on / La confortante prova di Cagliari scaccia le polemiche. Ora c’è bisogno dei gol

di Nicolò Muggianu

Il sole è tornato a splendere a Torino. Dopo quattro sconfitte consecutive, la squadra di Mazzarri ha finalmente ritrovato la vittoria. Il 0-4 della Sardegna Arena è puro ossigeno per i giocatori granata che, dopo un mese da dimenticare, possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Tra le note liete del match di sabato pomeriggio c’è senza dubbio la prova positiva messa in campo da Andrea Belotti che, dopo una settimana piuttosto tribolata, è tornato a sorridere.

POLEMICHE – Una settimana iniziata con le parole rilasciate alla Rai in cui il gallo parlava così del suo futuro: “Cambiare squadra? Non basta andare in una grande squadra se non giochi. La condizione è andare a giocare solo se titolare”. Dichiarazioni che hanno ferito l’orgoglio dei tifosi del Torino che, visto il momento complicato, avrebbero forse preferito sentire parole diverse dal proprio capitano. Polemica poi alimentata (in maniera eccessiva) anche dal ritardo con cui il capitano granata ha pubblicamente espresso la sua vicinanza per la scomparsa di Emiliano Mondonico. Diatriba prontamente placata con tanto di foto e dedica su Instagram.

LA RISPOSTA – La risposta è arrivata sul campo. Dopo un primo tempo complicato, Belotti cresce con il passare dei minuti e trova in Ljajic il partner ideale con cui dialogare negli ultimi 30 metri. In almeno due dei quattro gol granata c’è il suo zampino: prima il palo che propizia il gol di Iago Falque, poi il cioccolatino per Obi in occasione del definitivo 0-4. Se da un lato è vero che il gol non è ancora arrivato, dall’altro però è doveroso sottolineare come Belotti sia parso finalmente felice e spensierato. La gioia con cui il capitano granata ha festeggiato le reti dei compagni dice molto riguardo la sua ritrovata condizione mentale: è ancora e sempre coinvolto in questo Toro, e voleva più di tutti che la squadra uscisse dalla crisi. “Io ho visto Belotti raggiante perché la squadra ha vinto” ha dichiarato nel post-partita Walter Mazzarri. Aggiungendo: “Oggi ha fatto un gran lavoro, peccato non abbia fatto gol. Gli è mancato solo quello: se gioca sempre come oggi è utilissimo. Se non è al 100% è all’85%”. Probabilmente ci vorrà altro tempo per rivedere il vero Belotti, ma la sensazione è che la strada intrapresa sia quella giusta.

 

 

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granatadellabassa - 3 mesi fa

    Vai Gallo! Incarni i valori del Toro anche se non so fino a quando sarai dei nostri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dukow79 - 4 mesi fa

    Purtroppo il gallo ormai non segna manco piú a porta vuota…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. davidegranata - 4 mesi fa

    Ma come fa a stare antipatico il gallo ca**o…è rimasto al toro nonostante tutto e si è sempre fatto in 4 per la squadra un vero professionista…poi oh glia arrivassero anche più palloni magari la butterebbe dentro…indiscutibile campione dal valore altissimo…e se passano il gol cn l’Udinese quest’estate ce lo prendono altroché a 100 ml…chi fa un gol così di potenza e velocità in Europa al gg d’oggi…? Ovvio dev’essere una squadra che vuole un centroavanti…lui è il vero centroavanti di una volta di spessore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. magnetic00 - 4 mesi fa

    Mi era più simpatico il gallo tempo fa…….non importa, l’importante è che faccia tanti gol…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Akatoro - 4 mesi fa

      Per il Gallo avrò sempre enorme stima. Non credo che diventerà una nostra bandiera, perchè non nasce tifoso del Toro, ma è uno che da sempre l’anima in campo, e a me basta. Preferisco uno come lui che non si sbilancia piuttosto che uno che promette amore eterno e poi scappa per qualche centinaio di migliaia di euro in più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy