Toro, Benassi la più bella conferma stagionale: ora il sogno è l’azzurro

Toro, Benassi la più bella conferma stagionale: ora il sogno è l’azzurro

Focus on / Il centrocampista la “promessa mantenuta” di questo 2015/16 granata: contro l’Empoli ultima occasione per strizzare l’occhio a Conte

7 commenti
Benassi, Torino-Carpi, Le probabili formazioni di Inter-Torino

Una stagione da incorniciare per quanto riguarda la crescita personale, tecnica e tattica, ma sicuramente poco esaltante per quanto concerne i risultati di squadra, davvero deludenti. Marco Benassi, classe ’94 – compirà 22 anni solo a settembre, si sta per mettere alle spalle la sua terza stagione con almeno 20 presenze in Serie A, e per un calciatore della sua età, possiede numeri non importanti, ma importantissimi.

Benassi, Nazionale
Benassi con la maglia e la fascia dell’Under 21

Nella sua (ancora breve) carriera da professionista, infatti, Benassi ha collezionato ben 11 reti, tra Nazionale, Europa League e campionato, 6 delle quali nelle ultime due stagioni a Torino. In quest’ultimo anno, avaro di gioie per la squadra di Ventura, l’ex Inter è sbocciato, diventando la più “bella conferma” di questi nove mesi granata. Più maturo e sicuro di sé, il centrocampista ha fatto tesoro dei gravi errori commessi lo scorso anno – su tutti l’espulsione a San Pietroburgo e la palla persa nel derby, acquisendo consapevolezza nei propri mezzi e crescendo in inserimenti e posizione in campo. Un passo avanti che lo ha di fatto consacrato come uno dei migliori del suo ruolo, e da capitano della Nazionale Under 21 il giocatore strizza – da posizione quantomeno privilegiata – l’occhio al CT della selezione “maggiore” Antonio Conte, che con le defezioni di Verratti e Marchisio si trova a dover ricostruire il centrocampo azzurro in vista dell’Europeo francese.

Un’ipotesi lontana, un sogno. Ma Benassi può e deve credere in quella minima possibilità di convocazione, e anche se c’è solo più una partita per mettersi in vetrina “azzurra”, il classe ’94 dovrà fare di tutto per incidere al meglio contro l’Empoli, e poi incrociare le dita sperando in una chiamata, difficilissima sì, ma non impossibile. Sognare, comunque, non costa nulla. E a 21 anni puoi permettertelo di farlo senza remore di sorta.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roma55 - 8 mesi fa

    A mio parere nella redazione di Toro News qualcuno deve recarsi subito da un oculista.
    Per quasi tutti i tifosi granata Benassi è stato una totale delusione poiché in nessuna partita si è messo in evidenza anzi lo abbiamo notato per la sua partecipazione deleteria al gioco di squadra e per la sua presenza in campo svogliata e tecnicamente povera tanto che il centrocampo granata, colpevolmente lasciato dai vertici senza nessuno degno di tale ruolo,è stato la causa principale delle umiliazioni subite quest’anno.Un giocatore come Benassi da noi pagato come un fuoriclasse a mio parere potrebbe,sulla base delle prestazioni da lui fornite in questo campionato, trovare posto forse in lega Pro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 8 mesi fa

    Un campionato da incorniciare? ma che credete che non esiste la TV e crediamo solo quello che scrivete? Ok che ha venti anni, bellissimne prove con l’Under 21, ma qui da noi quest’anno ha ciccato in pieno, io almeno mi aspettavo di più, ma molto di più…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Roma55 - 8 mesi fa

    A

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 8 mesi fa

      B

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cecio - 8 mesi fa

    Io sono da sempre uno pro-Benassi, perché a 21 anni ha dimostrato di poter giocare con continuità da titolare senza sfigurare.
    Il fraintendimento forse è nelle aspettative che magari qualcuno ha nei suoi confronti, perchè Benassi non è un giocatore di fantasia o che ti fa la giocata che ti lascia a bocca aperta (come potenzialmente Baselli), è uno di quei giocatori che non si nota ma che svolge il proprio compito e dà equilibrio alla squadra.
    Ogni tanto poi spara anche una mina verso la porta e segna, il che non guasta.
    Deve crescere ancora tanto in personalità, ma rimango convinto che sia uno su cui puntare per il futuro perchè ha le carte per diventare una colonna di questo Toro.
    Almeno questa è la mia speranza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ddavide69 - 8 mesi fa

    E… perdonatemi , che cosa avrebbe fatto di tanto eclatante ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gian.ca_124 - 8 mesi fa

    Secondo me deve ancora dimostrare tanto prima di poter ambire alla Nazionale maggiore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy