Toro, Beppe Dossena: il cuore, la rimonta e l’addio

Toro, Beppe Dossena: il cuore, la rimonta e l’addio

Figurine Granata / L’ex centrocampista granata compie oggi 60 anni

di Redazione Toro News

Era il 2 maggio 1958 quando a Milano nasceva Giuseppe Dossena. Cresciuto a due passi dalla “Scala del calcio”, il piccolo “Beppe” si trasferisce sin da giovanissimo a Torino, sponda granata, per andare a far parte dell’allora miglior settore giovanile d’Italia. Tra le fila delle giovanili del Torino, Dossena si afferma come centrocampista di corsa e qualità, attirando su di sé le attenzioni di diverse squadre del panorama nazionale.

Dopo alcune parentesi in prestito tra Pistoiese, Cesena e Bologna nell’estate del 1981, Dossena torna in maglia granata. Da quel momento ha inizio un’avventura indimenticabile: 241 presenze e una ventina di gol che gli permettono di ritagliarsi uno spazio importante nella storia del club. Tra le sue caratteristiche migliori, un tocco palla invidiabile e spiccate geometrie e qualità da regista puro. Campione del Mondo con l’Italia nel 1982 la sua esperienza sotto la Mole raggiunge il suo apice nel derby del 1983: è suo il gol che dà il via alla famosa rimonta del 3-2 e che lo consacra idolo indiscusso della Maratona.

Con il tempo però il rapporto con la piazza granata si incrina: a seguito del ritorno di Radice, dell’arrivo di Junior e dei contrasti con la dirigenza, i rapporti tra giocatore, piazza e società diventano sempre più tesi. L’epilogo è inevitabile: la cessione. Un addio arrivato in condizioni non chiarissime: Dossena si trasferisce prima all’Udinese in serie B poi, nel 1991, alla Sampdoria dove vince Scudetto, Coppa Italia, Coppa delle Coppe e Supercoppa Italiana. Oggi Dossena è un apprezzato opinionista televisivo. Da tutta la redazione di Toro News: tanti auguri Beppe!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy