Toro: Bianchi, Cairo e le mezze promesse

Toro: Bianchi, Cairo e le mezze promesse

E’ stata senza dubbio la questione più spinosa del calciomercato. E’, in fondo, la questione più spinosa da un paio d’anni a questa parte. Quello tra Bianchi e il Toro è un rapporto d’amore cui manca il suggello: una firma che sancisca l’amore eterno. Fino all’ultimo non si è…
E’ stata senza dubbio la questione più spinosa del calciomercato. E’, in fondo, la questione più spinosa da un paio d’anni a questa parte. Quello tra Bianchi e il Toro è un rapporto d’amore cui manca il suggello: una firma che sancisca l’amore eterno. Fino all’ultimo non si è mosso niente e da oggi il Capitano è libero di fidanzarsi ufficialmente con un’altra società, rompendo così a giugno un matrimonio lungo cinque anni.
 
IL BALLETTO DELLE PARTI – Gli ultimi due gorni di mercato sono stati un balletto. Il fratello-agente Riccardo in un via vai continuo tra la hall dell’AtaHotel Executive e il primo piano dove c’erano i box delle società. Un po’ giù, un po’ su, tra colloqui con addetti ai lavori e un salto verso la dirigenza granata e chissà di quale altra squadra. Un lavoro febbrile che ha partorito meno di un topolino, con il presidente Cairo che, intervistato da Sky a sessione invernale appena conclusa, fa passare il nulla di fatto come una promessa mantenuta: “Sono stato coerente e ho mantenuto la parola data. Bianchi è un nostro calciatore, ora che il mercato è finito avremo tutto il tempo per trovarci, parlare e verificare insieme se ci sono le condizioni per prolungare il nostro legame”. Bianchi è rimasto in granata, d’accordo, ma la situazione non è stata certo risolta per il meglio. La promessa di risolvere la questione contrattuale è stata disattesa. E sentirsi ancora raccontare la stessa favoletta per l’ennesima volta, lascia ai tifosi del Toro tanto amaro in bocca.
 
FUTURO DA DECIFRARE – Sembra difficile che qualcosa cambi. Intanto c’è da capire quando la questione arriverà ad una svolta. Le strade sono due: da una parte Bianchi potrebbe firmare un accordo con un’altra società già nei giorni immediatamente successivi alla chiusura del mercato, dall’altra Rolando e Riccardo potrebbero temporeggiare, lasciando aperto uno spiraglio anche a Cairo. Atalanta e Palermo sono state le più interessate nelle ultime ore di mercato, ma attenzione ad un possibile inserimento del Parma. Questa è la prima tappa: capire se almeno ci sarà il tempo per provare a discutere ancora il rinnovo con il Capitano, oppure perdere fin da subito ogni speranza di vederlo ancora vestire la maglia granata. Perché questo accada però, il presidente non deve più temporeggiare. Per provare almeno, in extremis, a non avere più rimpianti di quelli che già si sono venuti a creare in un valzer che non sembra proprio fare gli interessi del Toro.
 
redazione@toronews.net
(foto dreosti)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy