Toro: centrocampo sempre in affanno

Toro: centrocampo sempre in affanno

di Roberto Maccario – La deludente trasferta di ieri sera ad Empoli ha palesato un vecchio problema che ha attanagliato il Toro in diverse occasioni in questa stagione.
Il centrocampo granata è sembrato costantemente in affanno e incapace di costruire trame di gioco mentre la linea mediana locale ha avuto quasi sempre, specialmente nel secondo tempo, il controllo del match.
La chiave della partita è…

Commenta per primo!

di Roberto Maccario – La deludente trasferta di ieri sera ad Empoli ha palesato un vecchio problema che ha attanagliato il Toro in diverse occasioni in questa stagione.
Il centrocampo granata è sembrato costantemente in affanno e incapace di costruire trame di gioco mentre la linea mediana locale ha avuto quasi sempre, specialmente nel secondo tempo, il controllo del match.
La chiave della partita è stata sicuramente l’inferiorità numerica dei granata in mezzo al campo dove i soli De Vezze e De Feudis( con Budel subentrato nella ripresa), dovevano contrastare i tre vivacissimi Nardini, Musacci e Valdifiori; inoltre i due esterni granata, sebbene si siano sacrificati parecchio nella fase difensiva, non sono stati in grado di partecipare adeguatamente alla manovra offensiva, a differenza dei rivali Mchedlidze e Fabbrini, letteralmente scatenato.

In definitiva a centrocampo si sono giocate le sorti di un Toro in difficoltà, vuoi per demeriti propri vuoi per meriti altrui, e l’aver segnato subito paradossalmente non ha aiutato la squadra di Lerda che ha assunto un atteggiamento ancora più guardingo rivelatosi alla fine controproducente.
Certo è che tutto questo fa riflettere specialmente se si pensa alle parole pronunciate a inizio stagione dal tecnico cuneese secondo il quale il Torino avrebbe dovuto imporre il proprio gioco su ogni campo…

 

(Foto M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy