Toro, cercasi gol degli attaccanti

Toro, cercasi gol degli attaccanti

Dall’inizio del girone di ritorno il Toro si è letteralmente trasformato: una squadra che vince e convince, che esprime un gioco brillante e che perde solamente a Udine, tra l’altro con alcune decisioni arbitrali piuttosto controverse.
Attraverso un’analisi più approfondita però è…
Commenta per primo!
Dall’inizio del girone di ritorno il Toro si è letteralmente trasformato: una squadra che vince e convince, che esprime un gioco brillante e che perde solamente a Udine, tra l’altro con alcune decisioni arbitrali piuttosto controverse.
Attraverso un’analisi più approfondita però è possibile trovare un dato a cui è necessario porre rimedio il più velocemente possibile: gli attaccanti granata segnano poco.
Dal giro di boa infatti il Torino è andato in rete nove volte, ma solamente in tre occasioni a timbrare il cartellino sono state le punte: un gol di Bianchi contro il Siena e una doppietta di Meggiorini a San Siro contro l’Inter.
Decisamente troppo poco, se si considera che anche nell’ultima uscita interna del 2012, contro il Chievo, a segnare sono stati Gazzi e Glik, non propriamente due bomber.
Essere una cooperativa del gol è certamente un fatto positivo, ed è indice di grande maturità di squadra il fatto che, nel Toro, vadano in rete un po’ tutti.
Però il rendimento degli esterni non potrà, per forza di cose, essere sempre così alto, specialmente in fase realizzativa, e non si può chiedere a Cerci la maggioranza delle reti.
E’ dunque fondamentale l’apporto degli attaccanti, anche in un modulo dove non devono solo segnare ma rendersi utile alla manovra: i due centri stagionali di Meggiorini sono insufficienti, mentre Barreto e Jonathas devono sbloccarsi al più presto( anche se quest’ultimo, va detto, ha giocato solo spezzoni di gara).
Per portarsi al più presto in salvo e giocare con più tranquillità la seconda parte del girone, decisamente più dura, il Toro conta dunque anche sulle sue bocche da fuoco, gente che, vedi Bianchi e Barreto, in carriera ha sempre segnato con una certa regolarità.
Domani a Cagliari sarebbe l’occasione giusta per iniziare.
 
Roberto Maccario
 
 
Foto Dreosti
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy