Toro, un obiettivo per Mazzarri: fare meglio di Mihajlovic

Toro, un obiettivo per Mazzarri: fare meglio di Mihajlovic

Il confronto / Con l’Europa ormai lontanissima, ora c’è da spazzare via quel fastidioso paragone con il tecnico serbo: i 53 punti della scorsa stagione, e i 25 del girone di andata, vanno superati

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Dopo la sconfitta contro la Roma, il Toro probabilmente dice addio all’obiettivo di inizio stagione, ovvero, la qualificazione in Europa League. Ora toccherà a Mazzarri un compito difficilissimo: quello di motivare i suoi giocatori a dare il massimo in campionato, nonostante l’obiettivo europeo sia ormai difficilissimo da raggiungere.

MIGLIORARSI- L’obiettivo del tecnico livornese ora può e deve essere quello di fare meglio della scorsa stagione, dove Mihajlovic aveva guidato i granata fino al nono posto in classifica totalizzando 53 punti. Per raggiungere questo risultato il Toro dovrà ancora fare 17 punti nelle restanti undici partite di campionato (una media, quindi, di 1.5 punti a partita). A questo punto della stagione l’anno scorso Belotti e compagni avevano 3 punti in più di oggi, avevano segnato ben 53 gol contro i 36 attuali, subendone però 8 in più. Diventa quasi un obbligo per Mazzarri quello di migliorare il risultato dell’anno scorso, anche per cancellare quel fastidioso paragone con Miha che inizia a circolare fra i tifosi. L’ex allenatore del Watford dovrà di condurre la squadra a fare più punti del girone di andata, in cui i granata totalizzarono 25 punti. Vincere entrambe le sfide per lui potrebbe significare molto, anche perché sono obiettivi che si possono e si devono perseguire per dare ancora un senso alla stagione.

LEGGI: L’appello di Cairo: ecco i giovani da lanciare 

SUBENTRANTE –  La situazione dopo l’esonero di Mihajlovic in casa Toro non era certo delle più semplici da affrontare, ma lo stesso Mazzarri che sin qui non è riuscito a dare una vera identità alla squadra, almeno dal punto di vista caratteriale. O almeno, l’identità è sempre la stessa, quella di un gruppo con personalità, che nei momenti topici di una partita scompare e si consegna agli avversari. Certo, i paragoni tra la corsa di Mihajlovic nel girone di andata e quella di Mazzarri nel girone di ritorno appaiono quantomeno azzardati, visto che il primo aveva costruito la squadra con i giocatori da lui richiesti nel mercato estivo, mentre il secondo ha preso la squadra a campionato in corso. Detto questo, la stagione può e deve avere ancora un senso. E lanciare i giovani e migliorare i risultati del suo predecessore appaiono ad oggi gli unici obiettivi fattibili per il Toro. I granata dovranno rilanciarsi dopo tre sconfitte consecutive già da domenica, dove allo Stadio Olimpico Grande Torino arriverà la Fiorentina di Pioli.

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ciccio76 - 2 mesi fa

    Ma chi se ne frega di quanti punti in più di Miha , la frittata stagionale è fatta . Il mister deve , a questo punto, vedere chi è da Toro e chi no, provare qualche giovane , se possibile il modulo a lui più congeniale , giocatori sani permettendo , così da pianificare con la società gli acquisti del prossimo anno. Cerchiamo di essere positivi , purtroppo al momento ci dobbiamo tenere sto Presidente , questo passa il convento, anche a me piacerebbe il Magnate super ricco che mette i soldi senza capirci un tubo, ma questo ad oggi non è . Piuttosto ad agosto non andiamo dietro ai sicuri proclami euforici della società tipo siamo da El o altre cazzate , piedi per terra e se , la campagna acquisti sarà un minimo soddisfacente, ci si abbona altrimenti tutti allo stadio o alla pay tv una tantum dietro ai risultati tanto x far capire che l”aria è cambiata. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pesce - 2 mesi fa

    Non riesco a capire quelli che predicano ancora compattezza, unità, “remare tutti dalla stessa parte”, non destabizzare l’ambiente…..
    Mi dispiace, invece io sono incazzato nero, l’obiettivo era uno solo, l’europa, e ormai è chiaro che non si raggiunge più, quindi arrivare ottavi o sedicesimi non cambia nulla, per cui mi sento nella condizione di “destabilizzare”. Mazzarri ha detto che lui non è solo difesa a 3, che conosce tutti i distemi di gioco e bla bla bla, bene ce lo dimostri, se riesce a far tirare fuori il fuoco a quei giocatori e fare meglio del serbo bene, altrimenti se ne deve andare anche lui!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. epecci68 - 2 mesi fa

      E come fa a fare meglio di Sinisa? E anche se facesse solo 2/3 punti in più, sarebbe “fare meglio”? Nel girone di andata la VAR ci ha bellamente sottratto 6 punti, che, aggiunti ai 25 fatti da Mihajlovic, avrebbero fatto 31. Come qualcuno può solo immaginare di arrivare a 55 è un mistero della fede. E anche i 50 per fare pari e patta sembrano un miraggio, per ora…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13657769 - 2 mesi fa

    Se scrivo sono registrato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      Certo, intendevo che se proprio non si riesce a sostituirelo, dovresti scrivere alla redazione per ‘liberare’ l indirizzo email che hai fornito come riferimento è richiesta registrarti con un nuovo username.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13657769 - 2 mesi fa

    Come cacchio si fà a togliare utente e mettere un nome o qualsiasi altra cosa?!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      Forse devi ri_registrarti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Conta7 - 2 mesi fa

    Credo che articoli come questi facciano solo del male all’ambiente ed alimentino polemiche sterili, peraltro fondate su futili osservazioni che nulla hanno a che vedere con il Calcio.

    Concordo pienamente con il commento di “luna”: evitiamo il sensazionalismo, incoraggiamo i nostri ragazzi mettendoli nelle condizioni di esprimersi al meglio (così, magari, anche gli auspici erratamente esposti in questo articolo verranno da sè) e lasciamo lavorare Mazzarri (in fondo, se ovunque è andato ha fatto bene – compreso per me il 5° posto di quell’Inter – ci sarà un motivo…).

    E’ indiscutibile, siamo tutti profondamente scottati dall’andamento di questa stagione e anche dagli ultimi risultati… Anche nelle sconfitte, però, personalmente ho notato dei progressi tattici (Verona a parte, la squadra ora sta dimostrando almeno di sapere stare in campo) e voglio provare a vedere il “bicchiere mezzo pieno”.
    Chiaro che rimangono alcuni limiti strutturali (brillantezza atletica e tenuta mentale: d’altronde, se in tutto il campionato siamo andati sotto 14 volte ed abbiamo ribaltato il risultato in 1 sola occasione, ci sarà un motivo…).

    A fine stagione potremo fare un bilancio più dettagliato e capire il Toro che verrà, ma intanto evitiamo polemiche inutili e sempre..
    FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 2 mesi fa

      Per quanto valga concordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. torinodasognare - 2 mesi fa

    Nessuno sa cosa faremo da qui all’ultima di campionato. Nessuno. Potremmo anche vincerne un po’.
    Di sicuro noi tutti sappiamo quanto abbiamo fatto schifo dalla prima ad ora, salvo rarissime eccezioni.
    È veramente difficile pensare ad un’inversione di tendenza… Cos’è cambiato di così profondo da poter sperare di vedere un Toro bello e volitivo? Nulla. Mazzarri? Di sicuro è un altro allenatore a libro paga. Partendo da questi presupposti, come si fa a non essere pessimisti? Poi uno allo stadio ci va lo stesso e la squadra la segue ugualmente, ma da qui a pensare con ottimismo ce ne passa….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13657769 - 2 mesi fa

    Opinioni…
    Comunque manca poco, vedremo se facciamonpiù di 45/46 punti in queste condizioni e con questo calendario

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13758358 - 2 mesi fa

    disfattismo
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13758358 - 2 mesi fa

    disfattismo
    mimmo bg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13657769 - 2 mesi fa

    Realismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-13657769 - 2 mesi fa

    Se arrivano a 45 punto c’è fa far festa….
    Il calendario è difficilissimo viste le condizioni di squadra e società.
    Già con la Viola speriamo in un biscotto da X. Poi Cagliari 0, Crotone 1 e Inter siamo a zero, Chievo 1 punto, Milan, Atalanta, Lazio e Napoli nuvamente zero, Spal 3 e Genoa 1
    Totale 7 punti, se va bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 2 mesi fa

      Viva l’ottimismo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Dai 769@ mi stupisco di te…
      Hai messo 3 punti con la spal esagerato!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Garnet Bull - 2 mesi fa

      Addirittura 3 punti con la spal….. Viva l’ottimismo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Anche il punto con il chievo lo vedo troppo ottimistico. :-)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Piero52 - 2 mesi fa

    E secondo voi giocatori come Belotti Sirigu Nyang Baselli (1,5 mln di euro) LIJAIC e Ansaldi (1,4) FALQUE (1.0) sono tutti, assieme agli altri che guadagnano dai 700mila ai 900mila, fragili mentalmente da non riuscire a dimostrare in campo quella grinta che permetterebbe alla squadra di essere un po più competitiva e lottare fino all’ultimo per un obiettivo minimo che è l’Europa….(e se poi non c’e la fa pazienza ma almeno a lottato!). Se sono così fragili allora non meritano la nostra considerazione ma la nostra critica visto che i soldi li prendono e i risultati non li raggiungono.
    Un bagno di umiltà sarebbe ridursi lo stipendio fin tanto che il risultato non è raggiunto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Ater64 - 2 mesi fa

    e l orchestrina del Titanic continua a suonare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. luna - 2 mesi fa

    Serebbe gia qualcosa se si riuscisse a farlo lavorare senza remargli contro dai tifosi a chi abusando di questo mezzo “Toro News” crea continuamente (anzi dal primo giorno dell’epoca Mazzarri)polemiche dubbi tensioni insulti, fomentando un ambiente già insicuro e fragile, gli esempi li vediamo tutti i giorni su questa pagine ultimo il pezzo dove Ljajic risponde ai tifosi di chiedere a Mazzari perchè non gioca.
    A volte è meglio non scrivere che fare ulteriori danni.
    Sul finale di campionato molto dipenderà dalla tranquillità della squadranel momento in cui scenderà in campo.
    FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantomen - 2 mesi fa

      Finalmente un tifoso che oltre a mettere il cuore ci mette la testa …….e fa un commento costruttivo…..condivido

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke90 - 2 mesi fa

        Ci vuole Cuore ma il cuore si manifesta in molteplici aspetti.
        Io stesso, incessantemente, continuo a sperare, perché davvero sono, ero (non lo so) convinto che ci sarebbe stata una svolta positiva, non eclatante, ma quella continuazione che mi sarei aspettato dopo il 4° anno di Ventura.
        Ma anche questa mia attitudine a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno inizia mio malgrado a vacillare.
        Leggo tanti commenti e cerco di fare riferimento a coloro che sono in grado di andare aldilà dell’insulto o della ricerca di approvazione, che cercano di motivare le loro conclusioni e, sebbene, io necessiti di altro oltre che di parole o numeri, che ancora poco mi dicono .. mi domando se non abbiano ragione.
        Eppure quest’anno, un po’ Miha, un po’ Cairo che sarà, che non ha investito adeguatamente, un po’ la squadra che sembra migliorata ma è stata falcidiata da infortuni, non solo nel fisico..
        Belotti che non solo non segna ma non vede neppure la porta, come un Sadiq qualsiasi, la fiducia in alcuni giocatori (eterni) incompiuti .., Petrachi .. non so, sembra che tutto sia contro di noi.
        Poi arriva Mazzarri ..e che gli vuoi dire.. tanto le scuse sono quelle..
        Ci credevo davvero tanto.. ci credo…, forse, voglio crederci ancora.
        Questo fa di me un beota (direbbe ql.no)?
        Ciò che può salvarci è l’unità dei tifosi che va aldilà del comprensibile e dell’immaginabile.
        Andare allo stadio (per quanto possibile) non significa essere d’accordo o approvare l’operato di qualcuno.
        Significa stare con la propria Squadra.
        Chi tifa Toro,ha nei cromosomi qualcosa di strano, di diverso.
        Il bicchiere mezzo pieno… forse è un po’ meno pieno di quanto ci si aspettasse ma, alla fine, siamo tutti dalla stessa parte e tutti desideriamo le stesse cose.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Complementi Luna@ SEMPRE forza TORO

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy