Toro, con l’Inter torna Izzo: trovare la solidità difensiva per tentare il colpo

Toro, con l’Inter torna Izzo: trovare la solidità difensiva per tentare il colpo

Verso il match / Inizia la settimana di Torino-Inter: la difesa granata deve tornare ad essere un bunker

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Manca un intero girone alla fine del campionato, ma il treno per l’Europa non aspetta. Rimanerci agganciati è importantissimo, soprattutto per una questione di motivazioni e morale. Per questo i granata devono reagire allo stop di Roma: l’occasione per farlo non è tra le più semplici, al Grande Torino arriva l’Inter di Spalletti. All’andata i granata regalarono il primo tempo ai nerazzurri, salvo uscire nella ripresa e recuperare il doppio svantaggio, andando vicini anche al colpaccio. Domenica sarà un’altra Inter, più autorevole e più matura, ma sarà anche un altro Toro. Bene o male i granata hanno acquisito diverse certezze lungo il corso del girone d’andata: una di queste, la solidità difensiva, va ritrovata proprio contro i nerazzurri.

SOLIDITÀ – Mazzarri potrà contare su Armando Izzo, pilastro della difesa granata assente per squalifica a Roma. Sarà lui a completare il terzetto difensivo con Nicolas Nkoulou e Koffi Djidji: una combinazione che ha portato i granata ad essere una delle migliori difese del campionato. Il Toro però ha subito 5 goal nelle ultime due partite contro Fiorentina e Roma, errori più che altro individuali, ma comunque preoccupanti. Per raggiungere un risultato contro l’Inter, i granata devono necessariamente ritrovare la compattezza difensiva che li ha contraddistinti nel girone d’andata.

AMBIZIONI – Sarà una partita che dirà tanto sulle ambizioni granata: il campionato non finisce certamente domenica, ma un risultato importante cambierebbe l’umore dell’ambiente. Troppe volte il Toro ha sfoderato ottime prestazioni – anche con grandi squadre – non riuscendo ad accaparrarsi l’intera posta in palio, spesso per disattenzioni banali. È mancato questo nella prima metà di campionato granata e ora servono punti, per fare in modo che a conti fatti questa non sia la stagione dei rimpianti.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. suoladicane - 3 mesi fa

    io insisterei su Lyanco, altrimenti quando li facciamo giocare ed imparare questi ragazzi?
    tanto 1 punto o nessuno fa poca differenza………
    non è a milano con l’inter che dobbiamo fare i punti
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabrizio - 3 mesi fa

    certo che il campionato non finisce domenica ma….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. cervix - 3 mesi fa

    Purtroppo, temo tu abbia ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. cicconicco - 3 mesi fa

    tutto inutile siamo da decimo posta. scarsi tanto scarsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy