Toro, contro il Napoli per uscire imbattuti

Toro, contro il Napoli per uscire imbattuti

Era una giornata piovosa come quella che potrebbe essere sabato sera, quando al San Paolo in un pomeriggio di novembre il Toro portava a casa un punto, pareggiando in pieno recupero. La gara contro il Napoli all’andata rappresentò, per i ragazzi di Ventura, un certificato sul buon inizio di campionato.
Era una giornata piovosa come quella che potrebbe essere sabato sera, quando al San Paolo in un pomeriggio di novembre il Toro portava a casa un punto, pareggiando in pieno recupero. La gara contro il Napoli all’andata rappresentò, per i ragazzi di Ventura, un certificato sul buon inizio di campionato.
 
LAMPO SANSONE – Impossibile dimenticare il lampo che al 91’ ammutolì il San Paolo. L’attaccante mancino era reduce dalla squalifica per il rosso preso contro il Parma e Ventura infatti aveva deciso di lasciarlo in panchina. Ma a 20’ dalla fine viene sguinzagliato al posto di Sgrigna: il Toro è sotto dall’inizio della partita per il gol di Cavani dopo appena 7’, bisgona cercare la rimonta. E i granata ci credono, spingono e creano alcune buone occasioni. Il Napoli soffre e si innervosisce: Mazzarri viene espulso quando mancano 2 giri di orologio al 90’ e alla fine il Toro viene ripagato dello sforzo. Aronica, appena entrato per chiudersi in difesa, appoggia mollemente una palla indietro a De Santis, Sansone si infila sulla traiettoria, fa fuori  l’estremo difensore azzurro e appoggia in rete da posizione defilata il suo primo gol in Serie A.
 
OBIETTIVO IMBATTIBILITA’ – L’obiettivo per i ragazzi di Ventura è uscire imbattuti nel doppio confronto con la squadra di Mazzarri, seconda forza del campionato. Un obiettivo perseguibile, perché, in particolare dopo la vittoria contro la Lazio, i granata hanno dimostrato di sapersela giocare anche contro le grandi del nostro campionato. Ventura dovrà fare a meno di Brighi e Birsa, ma l’atteggiamento del Toro non cambierà: a viso aperto, senza paura di affrontare una squadra con un organico costruito per vincere. E se dovesse scapparci addirittura una vittoria, sarebbe l’ennesimo mattoncino di una stagione da incorniciare.
 
Emanuele Olivetti
(foto Dreosti)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy