Toro, De Silvestri è tornato al top: s’infiamma la concorrenza sugli esterni

Toro, De Silvestri è tornato al top: s’infiamma la concorrenza sugli esterni

Focus on / Il giocatore è stato autore di un’ottima gara contro la Sampdoria e ne hanno giovato anche gli attaccanti

di Alberto Giulini, @albigiulini

Ha ritrovato la migliore condizione Lorenzo De Silvestri, che nella “sua” Genova è stato grandissimo protagonista in occasione della vittoria sulla Sampdoria. L’esterno granata ha dominato sulla corsia di destra, avendo la meglio sugli avversari tanto in fase difensiva quanto in quella offensiva.

CROSS PER GLI ATTACCANTI – Nelle prime giornate di campionato alcuni acciacchi fisici gli avevano impedito di rendere al meglio, ma ora De Silvestri è tornato al cento per cento e già a Genova ha dimostrato la sua importanza sulla fascia. Tanti chilometri percorsi e un grande aiuto in fase difensiva, ma anche numerosi rifornimenti agli attaccanti. Ed è proprio da un suo cross che è arrivato il vantaggio del Toro, con Belotti che ha saputo sfruttare nel migliore dei modi il pallone servitogli dal compagno. Così come da un traversone di Lollo è arrivato il momentaneo tre a zero, con l’intelligente sponda di Ola Aina per l’accorrente Iago Falque. I cross del romano sono un rifornimento essenziale per il gioco offensivo del Torino, in attesa che possa ritornare efficace in zona gol come nell’incredibile (a livello realizzativo) finale dello scorso campionato.

Coppitelli “scopre” Enrici: il salto dall’U17 alla Primavera non fa paura

LA CONCORRENZA – Con un De Silvestri nuovamente brillante dal punto di vista della condizione fisica, Mazzarri avrà così l’imbarazzo della scelta sugli esterni. Ola Aina è stato grande protagonista nelle ultime due gare, Berenguer sta crescendo gara dopo gara ed è tornato a disposizione anche Ansaldi. Il tutto senza dimenticarsi di Parigini: tra gli esterni è quello maggiormente offensivo, ma è tenuto in grande considerazione dal tecnico. Insomma, le alternative non mancano ed ogni giocatore ha caratteristiche differenti dagli altri: non può che esserne soddisfatto Mazzarri, che a seconda dell’avversario e del tipo di partita può scegliere la coppia di esterni più adatta.

 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilCalu - 2 settimane fa

    Pienamente d’accordo, mi chiedo se il tifo accechi così tanto da non vederne i limiti. Gran fisico, grande impegno ma il resto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. drino-san - 2 settimane fa

    Ma tornato al top di cosa? É riuscito a fare un cross buono su 4 nel primo tempo e un cross sbagliato su cui ha fatto un gran lavoro Aina nel secondo. Per il resto il solito: se gli arriva una palla che non sa stoppare la butta più o meno nella zona di Falque, se riesce a stopparla la dà indietro a Izzo. É un giocatore con limiti tecnici imbarazzanti per la serie A. Speriamo che col rientro di Ansaldi Mazzarri si convinca a spostare Aina nel suo ruolo naturale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luke69 - 2 settimane fa

    ..giocatore sopravvalutato, mi chiedo ancora come fa a giocare in serie A, non sa crossare , non sa difendere, forse sa solo fare le rimesse laterali perché usa le mani e non i piedi a martello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marco-coll_747 - 2 settimane fa

      gobbetto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke69 - 2 settimane fa

        …marco-coll se mi dimostri che De Silvestri sa giocare a calcio e che nella sua fascia fa la differenza sei il mago coperfield oppure in malafede, o più probabilmente al soldo degli ovini scegli tu quale soluzione, quindi cortesemente non dare del tuo agli altri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 2 settimane fa

    In ogni ruolo c’è un titolare, e ci sono delle valide alternative.
    Io credo che sulla fascia destra De Silvestri si sia guadagnato pienamente il diritto ad essere titolare, soprattutto dopo la più che brillante prova fornita lo scorso anno (venduto all’ultimo Zappacosta, e rimasto solo in quel ruolo,
    ha giocato tutte le partite, con fatica, sudore, profitto, ottimi risultati e gol segnati!!).
    I giovani, tutti, possono guardare, imparare, aspettare!
    Ed essere pronti ad intervenire al bisogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pimpa - 2 settimane fa

      Concordo e mi accodo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. iugen - 2 settimane fa

      Non concordo con la tua opinione. Purtroppo per essere titolare fisso non bastano impegno e dedizione, servirebbe anche un po’ di tecnica e in questo De Silvestri difetta parecchio. Ammiro il suo impegno e la sua grinta, che non mancano mai, ma contro la Fiorentina sbagliava passaggi di tre metri e i suoi cross non sono molto precisi (bello quello per Belotti, ma quello dopo è finito in curva). Poi per carità, è perfetto per il tipo di gioco di Mazzarri, ma secondo me per fare un salto di qualità servirebbe qualcuno con un po’ più di tecnica in quella posizione. Spero in Ansaldi, ma credo che verrà messo sulla corsia di sinistra

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy