Toro, domani a Firenze per fare il pieno di emozioni

Toro, domani a Firenze per fare il pieno di emozioni

Buonanotte granata/ Ecco ciò che conta ora: portare a casa tre punti da Firenze contro gli amici viola e continuare a scalare la classifica, accantonando la pratica Europa League

Commenta per primo!

 

Lo ammetto, io lo ricordo a malapena l’ultimo impegno europeo del Toro. Ero piccolina, e tutto quello che rimane è il commento della partita sul mio diario, che è rimasto scritto tra cornicette e fiorellini. Ero all’inizio della mia storia d’amore granata e da allora sono passati vent’anni.

E’probabilmente anche questo motivo per cui il percorso in Europa League mi stordisce, non sono allenata a preoccuparmi così tante volte alla settimana, e stasera, mentre scrivo a voi la mia buonanotte, cerco ancora di levarmi di dosso la delusione di giovedì sera, per potermi concentrare al meglio per la sfida di domani a Firenze, terra di amici. Il match contro l’Athletic ha lasciato un po’di amaro in bocca, un po’ come vedersi rubare da sotto il naso un dolcetto alla Nutella che avevo puntato da circa 31 minuti. Quel dolcetto, firmato Maxi Lopez, mi ha fatto torcere lo stomaco dall’impazienza di scoprire quanto questa squadra può dire la sua, in una competizione di livello internazionale. Ma i baschi hanno finito per mangiare tutto, e con le briciole in mano, non ci resta che aspettare e vedere se il Toro sarà così stupefacente da prendersi, a Bilbao, il premio che merita.

Nell’attesa che arrivi giovedì, la testa deve essere tutta a Firenze, dove bisognerà esorcizzare i brutti ricordi dell’ultima partita giocata su quel campo, e mettere la grinta necessaria a portare a casa i tre punti. Se l’avventura in Europa rischia purtroppo di finire presto, il campionato ci apre la prospettiva di poter ancora puntare in alto. Posso riporre in un cassetto velocemente le mie paturnie infrasettimanali, ma l’amarezza di vivacchiare a metà classifica, con le potenzialità che questa squadra dimostra di avere… no, non la posso superare. Dare il meglio domani e farci ancora volare sarà, per questa squadra, un dovere.

Ecco cosa vorrei sognare stanotte, una vittoria strappata sul campo con i denti, e sullo sfondo i colori più belli del mondo che si abbracciano e si mescolano nello sventolare di bandiere, spettacolo che adoro osservare ogni volta, sotto il segno di questa splendida amicizia. Perchè questa sfida può regalare tantissime emozioni.

Buonanotte granata…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy