Toro e corsa all’Europa: a Mazzarri servono altre imprese

Toro e corsa all’Europa: a Mazzarri servono altre imprese

Il punto / Le possibilità di andare in Europa ci sono ma il calendario non è agevole

di Marco De Rito, @marcoderito

Nonostante la scaramanzia, in casa Torino la speranza di raggiungere l’Europa c’è ancora. La squadra appare galvanizzata dopo le vittorie contro Cagliari, Crotone e, sopratutto, Inter. Belotti e compagni cominciano ad avere fiducia nei propri mezzi dopo le varie delusioni arrivate durante la stagione. Le quattro sconfitte consecutive contro Juventus, Hellas Verona, Roma e Fiorentina, sembravano aver chiuso ogni speranza europea ai granata. Grazie agli ultimi risultati la differenza dal settimo posto è di cinque punti, distanza colmabile a 7 giornate dalla fine con 21 punti ancora a disposizione.

LEGGI: Torino-Inter 1-0, Mazzarri supera Spalletti: la fortuna premia gli audaci

L’ultimo turno ha, in parte, sorriso ai granata. Sampdoria e Atalanta hanno pareggiato, rispettivamente, contro Genoa e Spal. Grazie a questi risultati la distanza dai blucerchiati e nerazzurri è di tre punti. D’altro canto la Fiorentina ha vinto all’Olimpico di Roma contro i giallorossi per 0-2. In questo momento il settimo posto, che potrebbe essere valido per accedere alle qualificazioni d’Europa League, è occupato proprio dalla squadra viola.

Il calendario del Toro, non appare per nulla semplice. I granata devono affrontare ancora Milan, Napoli e Lazio, senza dimenticare lo scontro diretto contro l’Atalanta. Anche per quest’ultimi, non sarà una passeggiata dato che dovranno scontrarsi, tra le altre, contro Inter, Lazio e Milan, gara comunque impegnative. Il calendario più difficile lo avrebbe la Sampdoria che dovrà affrontare, tra le sfide delle prossime sette giornate, le prime due della classe e la Lazio. La Fiorentina che attualmente è davanti a tutte avrà di fronte ostacoli difficili come Lazio, Napoli e, all’ultima giornata, Milan.

TURIN, ITALY - APRIL 08: Torino FC head coach Walter Mazzari watches the action during the Serie A match between Torino FC and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on April 8, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – APRIL 08: Torino FC head coach Walter Mazzari watches the action during the Serie A match between Torino FC and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on April 8, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Un’impresa che si prospetta molto ardua per i granata che hanno un calendario insidioso e che partono anche con un handicap di 5 punti. Nel post-partita di ieri però le voci sono apparse positive. “EuropaE’ il momento di crederci, siamo a tre vittorie di fila ma l’importante è rimanere attaccati al gruppo”, così si è espresso De Silvestri ma anche Ansaldi è stato molto chiaro nelle sue dichiarazioni: “Continuiamo a lavorare e pensare che l’obiettivo è l’Europa League”. Fiducioso anche Mazzarri: “Se giochiamo da squadra possiamo battere chiunque”, mentre Urbano Cairo ha esortato: “Non esaltiamoci, restiamo con i piedi per terra”. Nel frattempo, i granata sabato giocheranno in Veneto, contro il Chievo Verona, match che non si dovrà sottovalutare e che potrebbe dare ulteriori indicazioni sulle possibilità del Torino di tentare una rimonta europea nel rush-finale.

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13693832 - 6 mesi fa

    Sinceramente la vedo dura con tre squadre davanti ed un calendario non molto agevole, però ciò che più conta è lo spirito che ci metteranno nelle prossime partite.;se è quello delle ultime tre bene, alla fine tireremo le somme

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. byfolko - 6 mesi fa

    Se non si vincerà col Chievo, la vittoria con l’Inter sarà stata fumo negli occhi, spero davvero che WM tenga altissima la concentrazione dei ragazzi.Come consiglio da profano, farei giocare almeno un tempo ad Edera per far rifiatare Iago, che pare un pò stanco.
    Il Milan col Napoli perderà, è una squadra ridicola , e se contro gli odiati milanisti produrremo una partita come contro l’Inter, allora avremo mezzo piede in Europa.
    Fino a 15 giorni fa non credevo l’avrei mai detto, ma adesso ci credo.
    Un pò di ottimismo, poi vada come vada.
    FVCG !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 6 mesi fa

      Con il Chievo sarà durissima, se perdono con noi saranno con un piede in B. Purtroppo il calendario non è dei migliori con molte squadre che lottano per non retrocedere che spunterà non l’anima per fare punti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. byfolko - 6 mesi fa

        Concordo, oltretutto noi su 7 partite ne abbiamo almeno 3 durissime, Napoli, Lazio ed Atalanta, oltre al Milan che però secondo me è una mezza chiavica che non sa nemmeno lui come fa ad avere 52 punti.
        Vedremo, di sicuro però se giochiamo come contro l’Inter sarà durissima anche per i nostri avversari.
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudio sala 68 - 6 mesi fa

          Verissimo, se giochiamo così da squadra, possiamo fare la festa a tanti. Spero molto di battere Lazio e Milan, veramente insopportabili.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. christhrash 68 - 6 mesi fa

    Il problema è che l’entusiasmo per il Toro , in particolare per noi tifosi , dura sempre poco ; prima ci illudiamo e la partita dopo ( Chievo ) facciamo pietà e tutto torna come sempre nella mediocrità assoluta.Per l’europa meglio non pensarci più ,almeno per quest’anno !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. drino-san - 6 mesi fa

    Recuperare 5 punti con 21 in palio é abbastanza improbabile. Comunque sono contento almeno non vado allo stadio a vedermi amichevoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granata1950 - 6 mesi fa

    SPERIAMO NON RIENTRI IL FENOMENO CHE CORRE E NON SI TIRA INDIETRO CHIIII NIAG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granata1950 - 6 mesi fa

    SPERIAMO SOLO CHE NON RIENTRI IL MOLLEGGIATO NIAG SAREBBE UNA PALLA AL PIEDE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 6 mesi fa

    Bisogna vincerle tutte, per il pubblico, per il Mondo, per la Gente.

    Poi puo’ capitare di pareggiarne una e vedremo se il Milan puo’ gareggiare in Europa e se la Fiore rallenta o no.

    C’e’ un buon articolo su gazzetta che compara la situazione delle pretendenti, molte hanno scontri diretti con le prime tre o quattro, bisgona far meglio delle altre.

    Intanto abbiamo mangiato punti pure al Milan che ha pareggiato col Sassuolo.

    Continuiamo a vincere, partita dopo partita o almeno a giocare come ieri, poi va tutto bene, anche perdere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 6 mesi fa

      Giusto crederci e spero tanto che non ci illudano, non per il raggiungimento del traguardo, che mi pare quasi impossibile, quanto per l’impegno. Non vorrei più vedere partite moscie e atteggiamenti arrendevoli.
      Obiettivamente vedo molto bene i Viola per due ragioni: i punti che hanno e per il fatto che per loro adesso è diventata quasi una missione nel ricordo del loro capitano, e onestamente, se ci riuscissero non mi dispiacerebbe nemmeno molto.
      Ovvio che preferirei vedere il Toro in EL, e il massimo sarebbe se ci arrivassimo noi insieme alla Fiorentina con il Milan fuori.
      Ma questo sarebbe davvero un sogno, nel nome di Astori, di Mondonico e anche per far gioire un po’ tifosi diversi dalle solite squadre..
      Vedremo. Spero sia scattato qualcosa nei giocatori che li faccia scendere in campo sempre concentrati come ieri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 6 mesi fa

        Si, Fiorentina e Toro in Europa e Milan fuori e’ lo scenario semi-impossibile ma che definitivamente preferisco :)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 6 mesi fa

      Un sogno a cui inizierei a credere se domenica il Milan perde con il Napoli e noi vinciamo a Verona con il Chievo.
      Dopo ci sarà Toro Milan …

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy