Toro e Olimpico: granata mai sconfitti con lo stadio pieno

Toro e Olimpico: granata mai sconfitti con lo stadio pieno

Affluenze / Le partite in notturna e di Europa League con affluenze super. Per il rush finale servirà il tutto esaurito

Le code ai botteghini. Da tempo allo Stadio Olimpico non si assistevano a queste scene. La buona stagione dei granata e il cammino sontuoso europeo ha fatto sì che la casa granata risuonasse sempre dei canti dei tifosi. Osservando i dati di affluenza, si nota subito co e i granata non siano mai stati sconfitti davanti allo proprio stadio pieno zeppo di tifosi. Addirittura di recente il Torino in casa é stato capace di compiere delle piccole (ma grandi) imprese vincendo contro il Napoli e lo Zenit. Viceversa, quando la squadra di Ventura si é trovata a giocare in uno stadio semi-deserto, sono arrivate sonore batoste: Lazio (anche in Coppa Italia), Verona, Sassuolo gli esempio più eclatanti.

TUTTO ESAURITO– L’attrattiva principale è stata l’Europa League. Le due partite casalinghe di Europa League hanno fatto registrare il tutto esaurito( o quasi). Questo perchè le prestazioni granata sono salite di livello rispetto alla prima parte dell’anno anche in Europa League. Inoltre le sfide a eliminazione diretta hanno molta più attrattiva delle partite del girone e quindi sono più ambite dai tifosi.

16000 ANIME GRANATA – Anche in campionato le cose vanno bene. L’affluenza media di tutte le partite casalinghe di Serie A è di 16086 spettatori. L’affluenza media del girone di andata è più alta rispetto a quella del ritorno. Nelle 10 partite di andata la media è stata 16347 spettatori a partita con il picco di Torino – Inter che è stata vista da 25824 paganti mentre la media del ritorno di cui si sono giocate solo 4 partite è di 15790 spettatori con il picco di Torino Napoli che è stata vista da 20274 persone. 

L’ANOMALIA: TORO-LAZIO – Nel girone di ritorno ha riscosso poco successo di pubblico solo Torino-Lazio con i suoi 12932 spettatori. Questo perchè la partita è stata giocata di lunedì alle 19. Pur avendo permesso al Toro di riposare un giorno in più dopo la partita di coppa il giorno e l’ora dell’incontro hanno penalizzato i molti tifosi che avrebbero voluto vedere la partita ma non hanno potuto in quanto impegnati ancora nella giornata lavorativa. Questo è un vero peccato anche perchè la partita, se giocata nelle ore canoniche, avrebbe sicuramente avuto più successo data la caratura dell’avversario dei granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy