Toro, è tornato il vero Baselli: numeri da leader, e i tifosi apprezzano

Toro, è tornato il vero Baselli: numeri da leader, e i tifosi apprezzano

Il centrocampista ha giocato 67′ a grande intensità, prendendosi anche gli applausi dei tifosi che lo avevano fischiato nelle scorse settimane

di Redazione Toro News

I fischi, le critiche, i due gol consecutivi, l’ennesima rinascita e gli applausi dei tifosi. Daniele Baselli si è ripreso il Toro, il posto da titolare e la fiducia del suo pubblico a suon di prestazioni: il centrocampista è tornato prepotentemente al centro del gioco e del progetto granata, dimostrando adattabilità nel 3-4-1-2 di Mazzarri e uscendo applaudito dopo i 67′ di ottimo livello giocati contro la Fiorentina. Un segnale importante per lui, ma soprattutto per l’intera squadra granata.

PRECISIONE – Le mappe statistiche della gara contro la Fiorentina parlano chiaro: il numero 8 ha occupato il ruolo di trequartista dietro le due punte in entrambe le fasi di gioco, recuperando diversi palloni (caratteristica già ampiamente dimostrata in tutta la stagione) e soprattutto dimostrandosi fondamentali nelle transizioni offensive: 31 i passaggi riusciti in totale con l’89% di realizzazione (solo Iago meglio di lui ieri sera) a dimostrazione di una continuità e di una lucidità riacquisite in toto.

QUANTITA’ – In effetti, ieri si è visto un Baselli davvero propositivo: diverse le situazioni di attacco in cui il centrocampista veniva a prendersi il pallone spalle alla porta per poi scattare in velocità nello spazio. I tagli dietro ai terzini sono state un fattore di grande pericolosità ieri sera, soprattutto se fatte ad una certa velocità: Baselli, ieri, ha raggiunto picchi di 32 km/h in sprint, mica male per un centrocampista centrale portato all’inserimento.

Insomma, il Toro sembra aver ritrovato un Baselli puntuale in entrambe le fasi, che sa recuperare palla ma anche attaccare con forza e grinta lo spazio, proprio la caratteristica che gli chiedeva di implementare Mazzarri. E anche il pubblico pare averlo notato.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ciccio76 - 3 settimane fa

    Il ragazzo ha indiscusse doti tecniche , magari ne avessimo. Ora sembra aver trovato posizione in campo e vedremo un nuovo Baselli . Non vorrei correre il rischio ,vendendolo, di fare la fine che abbiamo fatto con Benassi e cioè rimpiangerlo . La coppia era ben assortita e tecnicamente valida ,altro che Rincon, ma i scherzi di mercato e l’idiozia di qualche pseudo allenatore hanno fatto il resto.FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14010151 - 3 settimane fa

    Tornano tutti, ma non i 3 punti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 3 settimane fa

    Baselli, il nuovo Napoleone, x i tifosi del Toro:
    “Tre volte nella polvere, tre volte sull’altar”.
    Per me siamo noi tifosi ad essere isterici e senza capacità di misura e giudizio. Non è possibile che un giocatore per una o due prestazioni opache sia criticato, insultato, tacciato di incapacità nel suo mestiere, giudicato da “serie C”, offeso anche nella persona!
    Poi 2 gol, qualche buona partita, la dimostrazione del suo valore in campo, ed ecco che il giocatore torna ad essere un beniamino, un campione, un eroe!
    Sia egli Baselli (che a me piace moltissimo, anche x l’attaccamento sempre dimostrato alla maglia) o un qualunque suo collega,
    non si può condannare od osannare con così tanta superficialità, non si può cambiare così repentinamente parere.
    Se vogliamo essere equilibrati, un giocatore va, mi ripeto, valutato, giudicato, condannato od osannato per il suo rendimento globale in una certa squadra, meglio ancora per tutta la sua carriera!
    Direi di darci tutti una calmata e, prima di giudicare, di andare sempre con i piedi di piombo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_98 - 3 settimane fa

      condivido

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bischero - 3 settimane fa

    Attaccare con forza e grinta lo spazio???? Per me il giocatore più sopravvalutato della storia del calcio con un autonomia di 70 minuti quando va bene. Non da idea, non da velocità alla manovra non da spessore al centrocampo, non da l ultimo passaggio. Ha un discreto inserimento e un ottimo tiro. Fine del film. Con quel fisico non regge il confronto in A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_820 - 3 settimane fa

      E’ il calciatore del Toro che macina più Km, tra i più veloci, tra i più tecnici, tra i centrocampisti italiani che segna di più e contrasta di più.
      Non basta ????
      Chi lo critica sa poco di calcio e poco di Baselli.
      Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bischero - 3 settimane fa

    Attaccare con forza e grinta lo spazio???? Per me il giocatore più sopravvalutato della storia del calcio con un autonomia di 70 minuti quando va bene. Non da idea, non da velocità alla manovra non da spessore al centrocampo, non da l ultimo passaggio. Ha un discreto inserimento e un ottimo tiro. Fine del film. Con quel fisico non regge il confronto in A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. lello - 3 settimane fa

    40 anni fa avevamo Zaccarelli.
    Scherzi a parte il Toro ha bisogno di un regista vecchio stile , anche se il calcio moderno non lo annovera tra i sui numeri 343, 433, 3421, 352 o altre formule complesse.
    Daniele testa alta e continua per la Tua strada, i tifosi del Toro, affranti dai risultati degli ultimi e troppi anni, sapranno riconoscerti tutto quello che darai al Toro. IL tuo ruolo è fondamentale per la crescita offensiva di tutta la squadra.
    Forza Daniele, Forza Gallo, Forza Zaza, ……. Forza Bremer (quello che ha giocato meno ed è sempre presente in panchina).
    Si vince UNITI. (siamo e resteremo il Toro)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy