Toro, è un Belotti in crescita. Ma senza rifornimenti dalla squadra…

Toro, è un Belotti in crescita. Ma senza rifornimenti dalla squadra…

Focus on / L’ultimo gol del Gallo contro il Napoli su rigore. E contro la Fiorentina è arrivato un primato personale

di Alberto Giulini, @albigiulini

È fermo a quota due reti in campionato Andrea Belotti, che sta faticando a trovare con continuità la via del gol. L’ultimo timbro risale infatti alla sfida con il Napoli dello scorso 23 settembre, quando il Gallo superò Ospina su calcio di rigore.

RECUPERA PALLONI – Il Belotti visto sabato sera contro la Fiorentina è sembrato un giocatore recuperato dal punto di vista fisico. Il Gallo ha infatti corso tanto e combattuto, recuperando addirittura dieci palloni, dato che rappresenta per il giocatore un nuovo record personale in carriera. Un segno dunque di un giocatore presente da un punto di vista fisico e mentale, che ora dovrà però riprendere a segnare con maggiore regolarità. A differenza della gara con il Bologna, in cui il Gallo è stato poco freddo sotto porta sprecando un paio di buone occasioni, contro la Fiorentina Belotti non è mai stato servito con palloni invitanti per andare a segno.

Toro, parla Cairo: “Intervento del VAR su chiamata del capitano”

MANCANO RIFORNIMENTI – Il numero nove granata è infatti uno di quei giocatori che, per andare a segno, ha bisogno di essere servito nei compagni. Non essendo particolarmente forte nell’uno contro uno né nel tiro da fuori, Belotti è il classico centravanti che deve finalizzare le occasioni create dalla squadra. Perché il Gallo torni a segnare con continuità, occorre dunque che arrivino maggiori e migliori rifornimenti dalle fasce e dalla trequarti, cosa che non è accaduta contro la Fiorentina. Una possibile soluzione, in tal senso, potrebbe essere rappresentata dal rientro di Ansaldi sulla fascia e dall’impiego di Soriano. I due, infatti, avrebbero le caratteristiche per aiutare Belotti con i cross e le imbeccate che tanto sono mancate nelle ultime gare. Insomma, il Gallo deve ritrovare il giusto feeling con il gol, ma occorre che i compagni lo mettano nelle giuste condizioni per andare a rete.

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

    Io penso che il Gallo deve giocare sempre, è il nostro capitano, macina km a partita e non tira mai indietro la gamba. Tutti i grandi attaccanti hanno passato periodi negativi e la soluzione migliore non è certo stata quella di metterli in panchina…..Per me titolare fisso senza discussione…Mi prendo i miei vaffanculo ma non mi importa….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. carlitomarinell_369 - 3 settimane fa

    Qua cresce il giramento di palle. Io lo manderei dallo psicologo ,Non è solo questione di gol. Prima era un ira di ddio ,sradicava palloni,seminava gli avversari … il gol era solo la ciliegina . Adesso corre a vuoto e non fa gol . Mah ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Riba - 3 settimane fa

    Io cercherei di non mettere in discussione il Gallo, piuttosto metterei in discussione il fatto che non riceve palloni giocabili, non riceve cross degni della parola stessa…con Liaijc ogni volta che c’era un suo traversone o una punizione nel quale infilarsi prendendo il tempo ai difensori la metteva sempre dentro. Con il gioco di Mazzarri dove negli ultimi 20 metri siamo inesistenti e dove Belotti deve fare l’ala sx la vedo dura per lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 3 settimane fa

    Sab ha giocato meglio nel momento in cui è entrato zaza xké ha potuto fare anche il rifinitore avendo più spazio a disposizione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ciccio76 - 3 settimane fa

    Chiamiamolo momento no, diciamo che deve recuperare psicologicamente , diciamo che la forma fisica sta arrivando solo adesso , ma vogliamo fare dei cross decenti da fondo a rientrare ? Vogliamo calciare calci d’angolo decenti? Il Gallo si conosce è in possesso di certe caratteristiche e per quelle va sfruttato. Io sostengo che è un buon giocatore e che possiede la grinta Toro poi fate voi , andate a comprare qualche altro rottame da riciclare. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. lello - 3 settimane fa

    Belotti nel Toro ha giocato 120 partite segnando 57 goal. (di cui in campionato 112 presenze e 50 goal).
    Se due anni fa il Toro lo cedeva ci sarebbe stata una mezza rivoluzione.
    Forza Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 settimane fa

      Tutti in serie A……perché quando si fanno paragoni con Ferrante ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Simone - 3 settimane fa

    Ieri sera il napoli ha fatto 36 cross in area nonostante avesse solo Milik come colpitore (e fino al 56′).
    Se noi ne facessimo anche solo la metà uno tra zaza e il gallo lo convertirebbero sicuramente in rete.
    A dx Lollo non crossa e quando lo fa lo fa male (ha un solo piede), a sx Aina qualcuno lo fa ma sono cmq pochi anche xke poche volte tenta di saltare l’uomo.
    Rimangono Iago e Berenguer (sab non schierato) ad essere gli unici in grado di farne qualcuno degno di quel nome.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14052638 - 3 settimane fa

    È il gallo che deve mettere i compagni in condizione di servirlo ma in questo momento lui non c’è sbaglia lo stop va a sbattere contro il primo difensore che trova sbaglia i tocchi del dai e vai, secondo me è una questione di testa e per uno come lui che come tecnica individuale lascia molto a desiderare deve rifiatare e ripassare il manuale dei fondamentali calcistici e ritornerà più forte di prima facciamo giocare Zaza dal primo monuto e vediamo cosa può dare tanto peggio non può fare e come caratteristiche non è un giocatore da 15/20 minuti e si vede chiaramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. GlennGould - 3 settimane fa

    A chi dice che il gallo è quello che ha fatto 26 gol in un anno perché ha azzeccato la stagione ma in realtà non è granché, dico che l’anno scorso, pur saltando metà stagione ha fatto 10 gol sbagliando pure qualche rigore. Bisogna solo che la società comprenda il momento e lo gestisca nel modo migliore. E farlo giocare titolare sempre e comunque non è certo il modo migliore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sempre_toro - 3 settimane fa

      Non discuto il tuo pensiero, sottolineo solo che il gallo nell’altra stagione ha giocato 32 partite in campionato e 3 in coppa italia.
      Quindi non ha saltato metà stagione.
      Poi è ovvio che ha giocato non al massimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 3 settimane fa

        29 da titolare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. drino-san - 3 settimane fa

    Il dato dei palloni recuperati é dovuto principalmente al fatto che tutta la squadra ha pressato tanto schiacciando gli avversari nella loro metà campo senza dargli il tempo per fare la giocata.A me non sembra affatto in crescita, non stoppa la palla, non ha il tempo giusto, non é sereno. Deve mettersi tranquillo in panchina e trovare serenità perché non può essere diventato un brocco di colpo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granata69 - 3 settimane fa

    Due anni fa o anche lo scorso anno, nelle 2 occasioni portate avanti palla al piede, avrebbe lasciato il difensore indietro di 3 metri, ora ci sbatte contro,non stopperebbe una palla neppure con le mani. Non gli facciamo un favore a farlo giocare in queste condizioni. Non arrivano palloni? Dobbiamo essere l’unica squadra in cui il centrocampo deve creare senza il supporto degli attaccanti, se almeno una punta non viene incontro per sponde e triangoli,facendole bene, c’è poco da lamentarsi dei centrocampisti.
    Un pò di panca non mi sembra una tragedia dato che abbiamo una alternativa discreta in Zaza, per poi magari entrare a un quarto d’ora dalla fine e agevolarlo un pò ,da fresco contro avversari stanchi. Non che Zaza sia in formissima, però mi sembra giusto dargli un paio di partite da da titolare, punta centrale,libero di svariate, senza obblighi difensivi,con Iago in appoggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 3 settimane fa

      Sono d’accordo ed anzi ho anche io, qualche giorno fa’, paventato una ipotesi simile. Un minimo di panchina non equivarrebbe ad una bocciatura, e ci mancherebbe, ma la possibilità di ripigliarsi, fisicamente e soprattutto mentalmente. Anche perché in panchina abbiamo un certo Zaza, mica l’ultimo arrivato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marione2 - 3 settimane fa

      A parte il gallo che non capisco cos’abbia, non può essersi imbrocchito in questo modo, ma transeat, Zaza non è in formissima e siamo ad ottobre? Non ce l’ho con il tuo post, ma come fa un 30enne professionista a non essere in forma ad ottobre?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 3 settimane fa

        Mah, quando ha giocato io non lho visto poco in forma, anzi. Chiaro che giocare 20 minuti a partita non aiuta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata69 - 3 settimane fa

        Sono d’accordo con te, ottobre è finito e tutti dovrebbero al massimo della resa atletica, sta di fatto che, a parte la partita con il Chievo, non ha mai dato l’impressione di essere brillante. Idem per Soriano. È palese che tutti gli acquisti minori e da molti derisi si stanno rivelando buoni acquisti, mentre i 2 che avrebbero dovuto essere gli acquisti più decisivi stanno decisamente stentando.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. GlennGould - 3 settimane fa

    Io sta crescita proprio non la vedo, mi chiedo come oggettivamente la veda chi ha scritto l’articolo. Anzi, al contrario la forma fisica non mi pare la migliore. E di certo ha qualche problema di testa, non è sereno e si vede lontano un chilometro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      Legge i numerini che gli interessano, li interpreta come meglio crede e ci costruisce sopra la favoletta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13814870 - 3 settimane fa

    io noto che Belotti è molto magro..Non so come mai..ma quando in tv lo riprendono da vicino si vede eccome. Non ha il fisico di una volta, la muscolatura forte. lo vedo anche dal viso. Era sempre bello tosto. Non è proprio in forma fisica. Spero di sbagliare. Forza Gallooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13967438 - 3 settimane fa

    In crescita se si parla del Gallo vedo solo queste statistiche:
    – numero di partite senza goal
    – numero di chiare occasioni da goal sprecate malamente
    – palle perse su tentativo di dribbling, passaggio nello stretto e sulla corsa in profondità
    – errori di controllo palla
    – insulse punizioni di piattone sulla barriera
    Sembra Meggiorini dei momenti migliori, con la differenza che almeno dal Meggiorini dei momenti migliori potevi solo che aspettarti corresse milioni di km a recuperare palloni.
    Arrivati a questo punto, mi dispiace per lui, ma la cura migliore è la panca e tanto allenamento individuale.
    Dentro Zaza al suo posto e nuove soluzioni finché non si ritrova il Gallo, perché così giocando al massimo è Uovo, e non è interesse della squadra e dei tifosi vedere il pulcino che si svezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. tafazzi - 3 settimane fa

    Non sono d’accordo. Secondo me fisicamente non ci siamo ancora. Palloni recuperati e km percorsi sono statistiche che possono ingannare. Fosse un centrocampista potrei anche capire ma è un attaccante e una punta in forma la vedi dall’esplosivita’ sul breve e sulla progressione negli spazi. Purtroppo non ci siamo ancora, quando ha avuto la possibilità di andarse in velocità si è visto subito che avrebbe perso palla.
    Belotti è riuscito a fare caterve di gol grazie al fisico non certo per la tecnica. Se non è in forma diventa un giocatore normale ovvero quello che purtroppo abbiamo imparato a conoscere. Il problema del gallo è prevalentemente fisico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bischero - 3 settimane fa

    A parer mio il discorso é molto ampio. Prima di tutto psicologico e tattico. Giochiamo un po’ lontani dalla porta e lui sta cercando in tutti i modi di far vedere al mondo intero che lui é un super bomber da 25 gol. Quando in realtà per rendere deve essere al 100%della condizione e metterci tutta la fame che ha. Poi cé il discorso squadra. 0 rifornimenti dalle fasce sia per la testa che per i tagli. Iago arretra a prender palla a centrocampo. E lui viene non riesce a tagliare in velocità lo spazio. L anno scorso erano in 2 ad inventare qualcosa(Iago e ljaijc) ora é rimasto Iago. Quando invece giochiamo con il doppio centravanti peggio che andar di notte si deve snaturare e Mazzarri visto che é quello con più corsa lo manda a giocare largo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granata - 3 settimane fa

    Perfettamente d’ accordo e lo scrivo commentando l’ intervista a Rampanti. Purtroppo gli allenatori si innamorano dei loro moduli (o non sanno proporne altri) e così alcuni giocatori, anche buoni, vanno in crisi. Se la società ti fornisce Zaza e Soriano, due elementi con un buon bagaglio di esperienza e di gioco, in una squadra come il Torino (che non è il Barcellona, la Juventus, il Chelsea o il Psg) dovresti farli giocare fino a prova contraria, trovando i giusti equilibri. Questo non sta accadenco e, quindi, suppongo che la campagna acquisti non sia stata condividsa dall’ allenatore. E’ una frattura che andrebbe sanata, anche perchè di mezzo ci va un Belotti cui mancano i rifornimenti e una valida spalla. Non sarà mister 100 milionmi di euro, ma non credo nemmeno sia un brocco, certo se lo si lascia solo e lo si fa correre dappertutto arriva in area (dove dovrbebe stare la maggior parte del tempo) spompato. Il problema è che un attaccante d’ area utilizzato in questo modo rischia anche perdere il fiuto del goal, la capacità di dare la zampata vincente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. CUORE GRANATA 44 - 3 settimane fa

    Capisco che la “strategia” societaria e non solo sia quella di sostenere Belotti ” il gioiello di famiglia” del Torino fc targato Cairo.Mi chiedo però fino a che punto tutto ciò sia utile al giocatore, alla squadra ed alla stessa Società.Ridurre il tutto solo ad una questione di modulo non mi convince: perde quasi tutti i contrasti dai quali usciva bruciando gli avversari e più in generale non mi sembra sereno.Credo che il Mister dovrebbe rompere gli indugi e giocare,almeno nominalmente, con tre punte con Iago libero di svariare su tutto il fronte evitando a lui il ns. giocatore di maggior classe di spremersi nel ruolo di “cireneo”. Aggiunga un centrocampista che garantisca maggiore equilibrio e rinunci al terzo centrale che come abbiamo visto,quando veniamo infilati dalle ripartenze è di poca utilità.Certo tutti siamo “allenatori in pectore”però..certe situazioni, da un allenatore strapagato come WM, dovrebbero essere prese in considerazione non solo a parole ma quantomeno provate in concreto e non in caso di necessità come ripiego.La squadra ha potenzialità inespresse e sarebbe deleterio se anche quest’anno il ns. Campionato terminasse a Dicembre.Siamo forse passati dallo scriteriato “miles gloriosus” al tremebondo “re tentenna?” FVCG!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. pianelli forever - 3 settimane fa

    Non si fanno tutti quei goal per caso….ma bisogna ammettere che Belotti tecnicamente non è eccelso…sbaglia troppi stop e palla al piede è quello che è! quindi bisogna servirlo secondo le sue caratteristiche..cross dal fondo e palle filtranti in profondità….non spalle alla porta come accade ora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 settimane fa

      Concordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. parodifran_146 - 3 settimane fa

    Ok il dato sui palloni recuperati, che vuol dire che il Gallo c’è sul piano fisico.
    Ma vorrei quello sui palloni persi, che secondo me rappresenta il vero problema di Belotti adesso, e cioè le difficoltà sul piano tecnico.

    Non è questione di rifornimenti, ma di difficoltà tecniche e a mio avviso “di testa”.
    Il Gallo di due anni fa avrebbe spaccato la porta sulla palla di Berenguer a Bologna, non prendiamoci in giro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy