Toro, Hart e l’emozione della “prima” davanti alla Maratona

Toro, Hart e l’emozione della “prima” davanti alla Maratona

Focus on / Per i granata, quella di domenica è stata la prima partita con rete inviolata nelle cinque ufficiali disputate sinora

Dopo la discussa prestazione di Bergamo, Joe Hart aveva voglia di mostrare al suo nuovo pubblico – oltreché a parole – nei fatti quanto lui, a Torino, non sia venuto a fare il turista. Contro l’Atalanta, un po’ (un bel po’) di sfortuna e qualche incomprensione con i compagni di reparto lo avevano proiettato, in men che non si dica, al centro di un vortice di polemiche insensate, quanto premature. Il valore di un portiere, si sa, non lo si vede da una partita, nemmeno da due: Hart ha ancora tutto da dimostrare, ma contro l’Empoli, alla sua prima volta davanti alla Maratona, le premesse sono state buonissime, e incoraggianti per il futuro

La leadership nell’area di rigore è prerogativa di ogni estremo difensore, e Hart sta affinando il suo italiano (qui le sue simpatiche” prime parole) per comunicare al meglio con i compagni di reparto. Qualche segnale di miglioramento (o meglio, di evoluzione) in questo senso, si è visto domenica: urla e segni di approvazione verso i suoi difensori non sono mancati, e anche la reattività nelle uscite basse non è stata da meno. Certo, l’Empoli ha tirato solo un paio di volte, ma le sue respinte sono state in entrambi i casi “ordinate”. Unico neo: quell’uscita tentata su Gilardino che stava per costare cara ai granata, ma – nonostante il numero 21 non abbia preso la palla –  è riuscito comunque nell’intento di tagliare fuori l’attaccante, che poi non è più stato in grado di concludere in porta.

In ogni caso, la prima  di Hart al Grande Torino ha anche coinciso con la prima partita ufficiale della gestione granata Mihajlovic senza subire gol: un dato che non incorona certo il portiere come MVP della gara, ma che è comunque segnale non da poco. Per il Toro, per Miha, ma anche per lo stesso Hart, che ha guardato negli “occhi” la Maratona per la prima volta. E molti sanno, che cosa ci si trova, in quegli occhi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy