Toro, il sogno europeo è più vivo che mai

Toro, il sogno europeo è più vivo che mai

Verso Atalanta-Torino / 10 partite alla fine del  campionato da affrontare con la serenità della squadra sicura dei propri mezzi. I tifosi ci credono, nonostante le tabelle

 

Sabato 4 aprirle alle ore 15 allo stadio Atleti Azzurri d’Italia. Da lì ripartirà il campionato e il cammino del Toro in Serie A. Un cammino fino adesso straordinario che può essere reso perfetto se nelle prossime dieci partite, 5 casalinghe e 5 fuori, verranno guadagnati il massimo dei punti possibili da ogni match disputato in modo da poter raggiungere l’obiettivo europeo.

LE TRASFERTE – La scalata per l’Europa League parte, come già accennato,  da una gara in trasferta. Davanti alla squadra di Ventura ci sarà una compagine ostica come l’Atalanta di Edy Reja. In piena lotta per non retrocedere la squadra bergamasca sa che la salvezza passa dai punti casalinghi. Sarà una vera e propria battaglia. Altra sfida impegnativa in trasferta sarà quella di San Siro con il Milan alla trentasettesima e penultima giornata. Pur in crisi il Milan è sempre difficile da affrontare e avrà voglia di chiudere il campionato davanti al proprio pubblico con una vittoria, magari avendo l’Europa ancora come obiettivo. Le altre tre sfide in trasferta rimaste sono più abbordabili: Sassuolo, Genoa e Palermo sono squadre di pari o inferiore valore rispetto al Toro e senza particolari obiettivi.

L’OLIMPICO E LE GRANDI – Nel fortino granata invece si terranno le sfide più complicate per la compagine di Ventura. Alla trentesima giornata ci sarà il Derby della Mole mentre due settimane dopo a Torino arriverà la Roma. La sfida con la Juventus è sicuramente la più complicata, sia per la caratura dell’avversario sia per la tradizione che vede il Toro quasi sempre battuto negli ultimi vent’anni. La Roma, oltre essere una grande squadra, avrà l’assillo della vittoria per mantenere la zona Champions. Le altre tre sfide casalinghe però fanno sorridere il Toro: squadre come l’Empoli, il Chievo e il Cesena vanno battute se si vuole coltivare il sogno europeo.

CONSAPEVOLEZZA – Il cammino del Toro che lo porterà alla fine del campionato è molto vario: partite molto difficili sono intervallate a partite abbordabili. Questo, però, non deve scalfire le certezze della squadra di Ventura, costruite nelle numerose partite già giocate. Le caratteristiche del gioco granata permettono di affrontare ogni tipo di avversario: la difesa granitica garantisce solidità anche contro le squadri più forti, il possesso di palla permette di fare la partita e il grande temperamento offre la possibilità di affrontare ogni tipo di situazione. Le qualità non mancano e perciò si può aspettare di tutto in queste 10 finali , che daranno il profilo finale della stagione granata. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy