Toro, il vivaio è una risorsa: i numeri di una crescita costante e fruttuosa

Toro, il vivaio è una risorsa: i numeri di una crescita costante e fruttuosa

Approfondimento / Costanti miglioramenti per il settore giovanile granata, che ha ripreso a sfornare giocatori per la prima squadra

di Redazione Toro News

È in continua espansione il settore giovanile del Toro che, negli ultimi anni, ha ripreso a vincere trofei prestigiosi e – cosa ancora più importante – ha prodotto diversi giocatori per la prima squadra. Da un punto di vista meramente numerico, sono circa 1080 i tesserati tra ragazzi e ragazze: un centinaio in più rispetto ad un anno fa. Novità di quest’anno è la Primavera femminile, che porta a sette il numero di squadre composte da ragazze. Diciannove, invece, le squadre che fanno parte di scuola calcio e settore giovanile maschile. E ieri pomeriggio erano tutti presenti al “Le Gru”, dove ha avuto luogo l’ormai tradizionale “Toro Day”. Una giornata che ha visto protagonisti tutti i giovani granata, cui la società vuole trasmettere un importante spirito di appartenenza. Uno degli uomini simbolo della giornata è stato Erick Ferigra, difensore protagonista in Primavera che è riuscito a guadagnarsi la conferma nel Toro dei grandi. Un modello, dunque, per tutti i ragazzi presenti ieri che lavorano costantemente con l’obiettivo, un giorno, di vestire la maglia granata della prima squadra. A tutti loro il centrale classe ’99 ha voluto mandare un messaggio: “Allenatevi con entusiasmo e fame”. Poche parole, ma molto chiare: per puntare in alto non si può prescindere dal duro lavoro quotidiano.

Under 19, Italia-Portogallo 3-1: Millico entra al 76′. Panchina per Rauti

Ad aiutare i ragazzi nel loro percorso c’è un’importante struttura: sono 250 i professionisti che lavorano nel vivaio granata. Un’organizzazione di tutto rispetto, per una società che conta quattro squadre titolate. Sono sei i campi utilizzati per il vivaio granata tra Torino e cintura: quelli di CBS, Atletico Torino e Santa Rita in città, gli impianti di Grugliasco, Orbassano e Rivalta in periferia. Una soluzione momentanea, in attesa della ristrutturazione di quella che sarà la vera e propria casa del settore giovanile del Toro: il Robaldo. A due anni di distanza dalla concessione del centro sportivo, situato in Strada Castello di Mirafiori, i granata hanno ottenuto l’approvazione del progetto definitivo da parte della Circoscrizione 2. Intorno alla fine di ottobre è atteso il via libera del Consiglio Comunale, in modo che ad inizio gennaio si possa partire con i lavori. Un investimento importante: si parla di quattro milioni di euro, che vanno ad aggiungersi ai 2,5-3 milioni che la società stanzia ogni anno per investire sul proprio vivaio. Un settore giovanile che ha sfornato giocatori di qualità come Edera, Parigini e Ferigra, attualmente in prima squadra. Tre giocatori sono stati prestati in Serie B per accumulare esperienza, mentre sono quindici i giovani granata sparsi per la Serie C. Da non dimenticare Bonifazi, l’anno scorso in prima squadra e quest’anno in prestito alla Spal, in Serie A. Insomma, un vivaio che sta portando i suoi frutti e che vede una Primavera ancor più competitiva rispetto alle scorse stagioni: la crescita è evidente.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. al_aksa_831 - 2 mesi fa

    Concordo su tutto ma non sul fatto che il Toro costruisca in casa e non compri.
    Quest’estate SOLO per il biennio primavera, sono stati comprati
    Gaetano Fasolino
    Matteo Montinaro
    Gino Sammartino
    Patrick Enrici
    Mihael Onisa
    Giacomo Siniega
    Davide Buffo
    Davide Munari
    Francesco Laurenzi
    Simone Isacco
    Salvatore Buonavoglia
    e pure il tanto reclamizzato Ferigra, che l’anno scorso era in prestito e si farà parecchie partite di primavera, altro che serie A.

    Si spende poco, ma si prende da fuori tanto (svincolati, prestiti e pochi acquisti) OGNI ANNO.
    Seguire il settore giovanile direttamente e non coi redazionali pubblicitari di TN vorrebbe dire aprire gli occhi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 2 mesi fa

      Scusate, all’elenco sopra mancavano
      Luca Petrungaro
      Lorenzo Lucca
      Moris Sportelli
      Riccardo Perazzolo
      Brijan Ibrahimi
      Franck Alain Djoulou Zohoki
      Emir Murati

      Se vi sembravano pochi prima, ora non penso che qualcuno di voi possa più pensarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. al_aksa_831 - 2 mesi fa

        Dimenticavo anche Marco Capone, fuoriquota ancora in prestito dal Crotone.
        No, ma Bava compra poco 😀

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata - 2 mesi fa

    In Italia, si sono investiti poco più di 105mln€ per 290 squadre giovanili nell’ultimo anno. Una media di circa 5 mln€ a società, non a squadra ( il Toro è al di sotto ). Va precisato che, per l’Uefa, i soldi investiti ( esclusi i ricavi ) per il settore giovanile , non rientrano nel famigerato FPF. Un incentivo per i club che sta invongliando gli stessi ad investire. Va detto che nei soldi spesi, alcuni club fanno rientrare costi di gestione, altri invece separano le cifre per il mercato ( tipo Inter e Milan ). Il Toro complessivamente
    spende circa 3 mln€ , l’altra sponda circa 12 ma solo per la primavera. Politiche molto diverse. Il Toro preferisce costruire i propri giocatori in casa, gli altri preferiscono comprare ( hanno difficoltà a formare ? O hanno fretta ? ). Emblematico il caso Favilli su cui era arrivato prima il Toro che lo aveva inserito in uno scambio. Sono arrivati i soliti gobbi con i contanti ed è sfumato. Nonostante qesto, il campo, da ragione al Toro rispetto agli strisciati. Il lavoro , difficilissimo, sta pagando. Ci vorrà ancora del tempo per avere piu giovani in prima squadra ma la base è forte. Grazie al lavoro di tutti. Da Cairo ( che DOVREBBE ) investire di più a Bava che ha una rete scouting da far invidia a tutti, nessuno escluso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 2 mesi fa

      Scusa, questa storia dello scambio con Favilli di quando è? Di questa estate o prima?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy