Toro, Immobile e la fiducia ritrovata

Toro, Immobile e la fiducia ritrovata

Dopo l’antipasto costituito dal gol segnato al Pescara ad agosto in Coppa Italia, a cui è seguito un preoccupante nulla di fatto per quanto riguarda le reti, Ciro Immobile a Genova con la Sampdoria è tornato a timbrare il cartellino, e lo ha fatto con una zampata da vero uomo d’area.
Commenta per primo!
Dopo l’antipasto costituito dal gol segnato al Pescara ad agosto in Coppa Italia, a cui è seguito un preoccupante nulla di fatto per quanto riguarda le reti, Ciro Immobile a Genova con la Sampdoria è tornato a timbrare il cartellino, e lo ha fatto con una zampata da vero uomo d’area.
Una rete utile per ricaricare le pile soprattutto a livello morale e motivazionale, con un digiuno che durava ormai da troppo tempo e che rischiava di diventare veramente pesante.
Immobile ha così acquisito maggiore fiducia nei propri mezzi dopo le critiche arrivate a seguito dell’incolore prestazione offerta nel derby, e oltre al primo sigillo in campionato arriva anche una buona notizia: il rientro di Barreto.
Lungi dall’essere un concorrente, il brasiliano potrebbe diventare per l’ex attaccante del Genoa un prezioso alleato: fino a questo momento infatti Immobile è stato costretto a giocare troppo lontano dalla porta avversaria, sobbarcandosi una grossa quantità di lavoro sporco, come capitato a Meggiorini nella passata stagione; ora invece, con l’ex Udinese in campo in un ipotetico 3-4-3 ( già sperimentato nel secondo tempo di Marassi),  potrebbe diminuire il proprio raggio d’azione, lasciando a Barreto il compito di correre dietro agli avversari e di collaborare alla costruzione della manovra.
 
Roberto Maccario
 
 
Foto Dreosti
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy