Toro in numeri: Maxi Lopez ancora non incide, ma la qualità è dalla sua

Toro in numeri: Maxi Lopez ancora non incide, ma la qualità è dalla sua

Granata ai Raggi X / L’argentino ha timbrato 6 volte il cartellino per un totale di 243 minuti giocati

1 Commento

Arrivato in granata nella sessione invernale di mercato del campionato 2014/2015, Maxi, ha subito mostrato colpi di gran classe. L’impatto nei suoi primi mesi al Toro è stato impressionante, 18 presenze in campionato condite da 3 assist e 8 gol, uno ogni 116’. Di lui i tifosi granata ricordano con particolare dolcezza i match in Europa League contro l’Athletic Bilbao che hanno visto protagonista  l’argentino con una doppietta in casa e un gol fondamentale nello storico 2-3 finale a favore del Toro al San Mamés. Oggi, dopo un piccolo calo di prestazioni  che ha influenzato l’andamento personale dello scorso anno, l’attaccante si trova ancora a secco di gol.

VOGLIA DI GOL – I numeri di Maxi, anche influenzati dai pochi minuti giocati, non sono molto esaltanti. La sua valutazione media  è di 6,07 e zero gol all’attivo. Leggermente meglio quando è impiegato da titolare che subentrante infatti  il suo rating, nel primo caso,  sale a 6.37. Ancora nessun gol ma tanto lavoro sporco per aprire spazi ai compagni, 5,947 i km di media corsi a partita, e un assist da gol fornito ai compagni. La sua precisione nei passaggi è del 63.8% con 7.8 passaggi effettuati di media. Sono 0,7 i tiri in porta a partita, un po’pochini per un attaccante delle sue qualità.

COMPETIZIONE – La competizione nel ruolo è spietata. Belotti sta attraversando un super periodo di forma ed è perfetto per le sue caratteristiche di dinamismo e sacrificio allo stile di gioco di Mihajlovic. L’argentino dovrà dunque sfruttare al meglio le occasioni che gli capiteranno durante l’anno per sovvertire le gerarchie. Gli ultimi progressi in quanto a prestazioni, inoltre, sono arrivati in concomitanza con il miglioramento di forma psico-fisica di Maxi. I risultati ottenuti nel primo periodo granata e le sue qualità indiscutibili lo rendono potenzialmente uno degli attaccanti più forti e decisivi della Serie A, dimostrando che la competizione più importante da vincere è quella con sé stesso.

L’obbiettivo è dunque trovare il gol al più presto per ritrovare la tranquillità e la fiducia essenziali per un’attaccante. Per tornare il Maxi che, con la sua classe e i suoi gol, si è guadagnato di diritto un posto speciale nel cuore dei tifosi del Toro.

Nicolò Muggianu

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroSardo - 3 settimane fa

    Scusate ma, dove la vedete tutte queste qualita’!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy