Toro in numeri, Molinaro: quattro partite, poi il crack. Resta il migliore per assist a partita

Toro in numeri, Molinaro: quattro partite, poi il crack. Resta il migliore per assist a partita

Granata ai raggi X / Lo stop contro l’Empoli ha prematuramente interrotto il 2016 del terzino, che spera di riprendersi per il girone di ritorno

1 Commento

È partito con i galloni del titolarissimo Cristian Molinaro sulla fascia sinistra, sino a quella dannata gara contro l’Empoli, quando il crociato anteriore del ginocchi ha fatto crack e lo ha costretto ad un lungo stop – indicativamente il ritorno è pensato intorno a febbraio, ma per questo genere di infortuni i tempi di recupero effettivi variano a seconda dell’individuo. Mihajlovic avrebbe poi confessato: “Pensavo di lanciare Barreca un mese dopo”. Non ha più avuto alternative.

ASSIST VINCENTI – E dire che Molinaro stava dando il suo contributo, all’interno di quel cantiere aperto che era la difesa del Torino nelle prime giornate, soprattutto in termini offensivi. Il terzino, infatti nei primi due incontri – con Milan e Bologna – ha messo ha segno ben due assist: il primo, alla prima stagionale a San Siro, un cross che Belotti ha convertito in rete. Il secondo invece è arrivato nella goleada inflitta al Bologna alla prima in casa, sempre con il Gallo come destinatario, per la rete del 5-1 definitivo. Non male, per 322 minuti passati sul campo: il dato di un passaggio decisivo ogni 161 minuti resta attualmente il migliore di questo Torino, e lo mantiene tra i primi in Italia, poco dopo gente come Francesco Totti.

DIFESA – Anche in difesa, però, l’ex Stoccarda ha dato il suo contributo: 2 passaggi intercettati a partita sono indice di una buona presenza in fase difensiva, pur se marcata da macchie evidenti come quella contro il Milan. E se i contrasti tentati sono invece pochi (1.3 contro, ad esempio, i 2.9 del suo sostituto Barreca) comunque non si può dire che questo Molinaro non possa servire al Torino, almeno come seconda opzione di esperienza. Per questo i granata lo aspettano a braccia aperte, nell’attesa che possa tornare a calcare il campo e, perché no, tornare a dare il proprio contributo alla causa granata.

DI SEGUITO LE ALTRE ANALISI DEI GRANATA AI RAGGI X:

HART

DE SILVESTRI

ZAPPACOSTA

ROSSETTINI

BOVO

CASTAN

MORETTI

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroSardo - 3 settimane fa

    Dai non esageriamo con i complimenti a Molinaro, tanto rispetto x l’uomo, e tanta ammirazione x il grande cuore che ogni partita mette in campo. Un onesto giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy