Toro in numeri: Vives, tre presenze con un’espulsione

Toro in numeri: Vives, tre presenze con un’espulsione

Granata ai Raggi X / In 226 minuti il regista ha effettuato tre falli ma ha vinto dodici contrasti dei tre tentati, confermandosi un combattente nel terreno di gioco

CAGLIARI, ITALY - NOVEMBER 10: The refree Calvarese and Vives Giuseppe of Torino during the Serie A match between Cagliari Calcio and Torino FC at Stadio Sant'Elia on November 10, 2013 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Dopo dodici giornate è tempo dei primi bilanci in casa Torino. I granata quest’oggi non scenderanno in campo per la pausa per le Nazionali e, quindi, proseguiremo con l’analisi che passa ai raggi X il rendimento dei giocatori di Sinisa Mihajlovic. E’ arrivato il  turno di Giuseppe Vives, colonna del Toro degli ultimi anni che però questa stagione ha perso il posto dopo l’arrivo di Mirko Valdifiori.

PRESENZE- Il capitano granata, infatti, è sceso in campo in  solamente tre occasioni collezionando 226 minuti e correndo per 9,085 km. Da aggiungere alle tre presenze in campionato anche i 90′ giocati contro la Pro Vercelli in Coppa Italia. Di duelli aerei, punto debole del Toro, ne ha effettuato soltanto uno e lo ha perso.

IMPOSTAZIONE- Il ruolo del regista è uno dei più importanti nella squadra di Mihajlovic, infatti, è la mente che imposta il gioco nel 4-3-3 granata. Il napoletano, adattato regista da Ventura, ha dimostrato di avere una precisione dei passaggi pari all’83,5%  una buona percentuale che però non supera quella del suo compagno di reparto Valdifiori che ha dimostrato il 90,7% sempre nella precisione dei passaggi. 101 su 121 il totale dei passaggi effettuati, solo 11 quelli lunghi mentre quelli corti sono pari a 90.

DIFESA- Vives si è dimostrato un giocatore con tanta tenacia nel terreno di gioco, vincendo 12 contrasti sui 15 tentati. Il centrocampista ha subito 4 falli e ne ha commessi 3: non collezionando ammonizioni ma è comunque stato sanzionato con un rosso in occasione del match contro il Pescara, terminato 0-0. In fase di copertura ha intercettato anche sette passaggi della squadra avversaria.

ATTACCO- In fase offensiva ha effettuato due dribbling: uno sbagliato ed uno riuscito, d’altro canto non ha mai perso un pallone ma ha subito quattro contrasti vincenti. In porta ha tentato solo due tiri, tutti quanti fuori dall’area di rigore ma non è riuscito a gonfiare la rete neanche una volta.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy