Toro, la stagione rimane indimenticabile: ancora 3 appuntamenti per onorarla

Toro, la stagione rimane indimenticabile: ancora 3 appuntamenti per onorarla

Verso Torino-Chievo / Granata chiamati a dimenticare la trasferta di Marassi e a tornare a far punti nel penultimo impegno casalingo contro i veneti

Commenta per primo!

Archiviata la brutta sconfitta di Marassi e sfumate quasi del tutto le speranze di partecipare all‘Europa League del prossimo anno, il Toro ha di fronte a sé solo più tre partite. Tre partite in un certo senso ininfluenti ai fini della classifica e dei traguardi stagionali, ma indubbiamente decisive per concludere nel migliore dei modi un’annata destinata ad entrare nella storia.

POSSIBILE STAGIONE DELLA SVOLTA – Già, perché quest’anno il Toro non ha solo detto la sua in Europa, non ha “solo” vinto il derby: ha fatto molto di più. Quella che si accinge a volgere al termine potrebbe essere infatti la stagione della svolta, la stagione dei tabù sfatati, la stagione del “senza Cerci e Immobile si può addirittura far meglio”. Poco importa che a 3 giornate da termine la squadra dell’anno scorso possedesse 4 punti in più: le attenuanti in tal senso sono molte, dalla cessione dei sopracitati attaccanti ad un calendario colmo di impegni, ma la sensazione è che la corazzata di Ventura sia ulteriormente progredita sotto il profilo della maturità e dell’identità.

LA SFIDA CONTRO IL CHIEVO: PRIMO DI TRE APPUNTAMENTI DA ONORARE  – Per tali ragioni, prima di pensare alle possibili mosse del calciomercato estivo, i granata farebbero bene ad onorare gli ultimi 3 appuntamenti di campionato. Il primo di questi è in casa contro il Chievo, formazione già salva e sempre sconfitta negli ultimi due confronti giocati tra le mura amiche.

CALARE IL SIPARIO DA PROTAGONISTI – La trasferta di Marassi ha lasciato intendere che gli uomini di Ventura siano ormai a corto di energie fisiche e mentali, vero, ma mollare proprio ora, a 3 impegni dalla fine di quella che è stata la miglior annata degli ultimi 20 anni, non sarebbe da Toro. Glik e compagni sono quindi chiamati a compiere un ultimo sforzo: le gesta degli ultimi mesi hanno lasciato un segno indelebile nel cuore di tutti i tifosi, ora è giusto cercare di calare il sipario da protagonisti.

Prima il Chievo, poi il Milan ed infine il Cesena: la posta in palio non è più molto alta in termini di classifica, ma in termini di orgoglio…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy