Toro, l’Europa passa anche da Baselli: ora il definitivo salto di qualità

Toro, l’Europa passa anche da Baselli: ora il definitivo salto di qualità

Focus on / Ventisette anni a marzo, il rendimento del centrocampista è andato crescendo nel corso della stagione

di Alberto Giulini, @albigiulini

Sembrerebbe avere trovato la via della definitiva consacrazione Daniele Baselli, che in questa stagione si sta rivelando un importante elemento nello scacchiere di Mazzarri. Il centrocampista è collezionato fino ad ora diciassette presenze in campionato, condite da un assist e tre reti.

IN CRESCENDO – E pensare che l’inizio non è stato dei più facili, con i fischi ricevuti nella gara contro il Napoli che hanno testimoniato come il rendimento del giocatore non stesse rispecchiando le aspettative. Ma Baselli ha saputo reagire, dimostrando sul campo di essere un giocatore in grado di contribuire alla causa granata con prestazioni in crescendo. E Mazzarri, dal canto suo, ha dimostrato di riporre grande fiducia nel giocatore cresciuto nel vivaio dell’Atalanta. Nel 3-4-2-1 più volte utilizzato dai granata, il numero otto è stato spesso schierato come trequartista con il compito di cucire centrocampo ed attacco. Un ruolo in cui il giocatore ha saputo dire la sua, venendo preferito a quel Soriano che, sulla carta, avrebbe dovuto andare a ricoprire proprio quella posizione.

Calciomercato Torino, il punto: da Berenguer alle uscite in Primavera

JOLLY A CENTROCAMPO – Nelle ultime gare Baselli si è contraddistinto per una grande versatilità, cambiando più volte posizione in campo a seconda degli avversari e dell’assetto tattico scelto da Mazzarri. Un vero e proprio jolly del centrocampo, dunque, che ha permesso al tecnico di poter cambiare molto sia da una gara all’altra sia a partita in corso. Mezzala, centrale in una mediana a due e trequartista: Baselli ha ricoperto diversi ruoli, confermandosi in crescita dal punto di vista delle prestazioni. Ed ora, nel girone di ritorno, il Toro avrà bisogno che il suo numero otto si confermi ad alti livelli per cercare di centrare una qualificazione europea. Alla soglia dei ventisette anni (da compiere a marzo), Baselli dovrà compiere il definitivo salto di qualità: per le ambizioni del Toro e per cercare una convocazione in Nazionale.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Forzatoro - 5 mesi fa

    *Sarebbe dovuto andare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SiculoGranataSempre - 5 mesi fa

    Buon giocatore a volte anche ottimo. Ma nel complesso a 27 anni si può dire che Baselli è questo. Se cresce ancora è meglio ma…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy