Toro, Lyanco si candida per un posto da titolare: continua il duello con Burdisso

Toro, Lyanco si candida per un posto da titolare: continua il duello con Burdisso

Focus On / Il ventenne brasiliano è stato provato con N’Koulou in settimana e si contende il posto da titolare con l’argentino

di Redazione Toro News

Lyanco si candida prepotentemente ad un posto da titolare contro la Lazio. Mihajlovic ha infatti provato in settimana lui e N’Koulou al centro della difesa, potrebbe dunque scivolare in panchina Burdisso dopo quattro partite di seguito da titolare. Il ballottaggio sarà serrato fino alla fine ed il tecnico serbo aspetterà fino all’ultimo per sciogliere i suoi dubbi. Lyanco, classe 1997, è arrivato dal San Paolo come il primo rinforzo della squadra nel mercato estivo e finora ha collezionato 4 presenze di cui 3 in campionato e 1 in Coppa Italia. L’ultima partita in Serie A, per lui, risale al match contro l’Hellas Verona dell’1 ottobre.

Il difensore è stato fermato circa due mesi fa da un trauma distorsivo alla caviglia con parziale lesione del legamento deltoideo, ma dopo esser rientrato in tempi da record, Mihajlovic l’ha voluto preservare forse perché temeva il rischio di eventuali altre ricadute. Ma oggi Lyanco è pronto e vuole conquistarsi un posto da titolare. Tra le sue caratteristiche spicca il suo fisico portentoso 188 cm, il suo grande senso della posizione e una buona abilità anche nell’impostare hanno convinto Petrachi a portarlo a Torino. Il numero 97 granata dovrà confermare quanto di buono è stato detto e visto su di lui.

Il centrale ha una folta concorrenza nel suo ruolo e sa di dover sfoderare delle grandi prestazioni per convincere Miha, dato che anche il Burdisso visto nelle ultime giornate non ha assolutamente sfigurato. Di certo la Lazio non è l’avversario più agevole e qualora dovesse scendere in campo, dovrà stare molto attento perché i pericoli sono molteplici: dal bomber cannibale Immobile, all’estro di Luis Alberto, dalla fisicità di Milinkovic-Savic e al rientro di Felipe Anderson – seppure in panchina – tanti clienti ostici da dover domare. Per questo Mihajlovic gli affiancherebbe un difensore esperto come N’Koulou, che in queste ultime giornate sta dimostrando sempre più di essere uno dei migliori acquisti dell’ultima sessione di mercato.

Dopo l’ultima partita giocata contro il Carpi, Lyanco è pronto e si candida prepotentemente per un posto contro la Lazio per prendersi il posto da titolare che sognava quando è arrivato in maglia granata.

Marco Notaro

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 1 anno fa

    Il burdisso delle ultime settimane sarebbe da idioti toglierlo soprattutto in una partita dove ci si dovrà soprattutto difendere.
    Ci sarà tempo e occasione x lyanco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 1 anno fa

    Non c’è nessun duello,non gioca lui ne’ Barreca ma Burdisso e Molinaro,secondo tradizione.
    E poi ci si scandalizza se dico che c’è dolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 anno fa

      Il barreca della settimana scorsa merita un posto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FVCG'59 - 1 anno fa

    Merito a Burdisso per aver ben risposto quando è stato chiamato in causa: è quello che ci si aspetta da uno come lui, con la sua età ed esperienza.
    MA, se si vuole puntare su i giovani e costruire il Toro del futuro, si DEVE far giocare Lyanco e far accomodare Burdisso in panca, anche perché non può reggere più di un certo numero di partite, tutte da titolare.
    Se poi parliamo di piedi, fisico, personalità e determinazione, Lyanco non ha proprio nulla da invidiare o meno del pur bravo Burdisso: si tratta solo di guardare al futuro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy