Toro, ma allora non sei così male…

Toro, ma allora non sei così male…

Editoriale / Contro l’Inter i granata hanno confermato di avere qualità

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Lo diciamo da tempo, questo Toro ha delle qualità che non ha saputo sfruttare in pieno. E per questo non può essere assolto. Ma se dopo i poker rifilati a Cagliari e Crotone c’era chi non ne era convinto, facendo leva sul presunto basso livello di queste sue avversarie, contro l’Inter il Toro di Mazzarri ha confermato di avere qualità. Ha vinto una partita, sfatando un tabù che durava da ventiquattro anni, facendo vedere qualcosa che era mancato per gran parte di questa stagione: la forza del gruppo. Se anche in altre occasioni i granata avessero corso e ragionato come un corpo unico, come fatto ieri, la classifica oggi sarebbe ben diversa. Perché – e ne siamo convinti mentre lo scriviamo – l’organico del Toro che si era costruito in estate, pur avendo le sue lacune, non è inferiore a quello della Fiorentina.

Lasciando un attimo da parte l’inevitabile rammarico, ora non si può che guardare avanti con fiducia, invece. Perché Mazzarri ha faticato ma alla fine pare aver trovato l’alchimia giusta, dal punto di vista tattico e da quello della gestione del gruppo. Gliene va dato atto. I numeri sono dalla sua parte e contraddicono chi sosteneva che “tanto valeva non esonerare Mihajlovic”. La squadra, invece, ha il dovere di continuare su questa strada, quella del “noi” che va posto davanti all’ “io” e della filosofia del fare una corsa in più anche per il compagno che sta di fianco. Lo deve fare, lo sottolineiamo, per non aumentare la già sufficientemente lunga lista dei rimpianti.

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. byfolko - 3 mesi fa

    Aggiungo anche che vendere Ljajic sarebbe un errore imperdonabile, non ci si scordi che come tecnica pura rimane uno dei migliori d’Europa. Adesso corre anche come un disperato ed aiuta in fase di non possesso. Colui che riuscirà a dargli continuità avrà un giocatore eccezionale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. byfolko - 3 mesi fa

    A mio parere, ci sono 2 chiavi che WM, se vorrà salire nell’Olimpo degli allenatori, dovrà trovare.
    1) Fare in modo che Ljajic si esprima sempre almeno al 90%.
    2) Dare al Toro quella garra (termine di moda ultimamente, uno dei pochi che mi piace leggere e scrivere…) che si è vista con l’Inter ma che di rado abbiamo visto negli ultimi anni.
    Se WM ci darà questo, se riusciremo a tenerci coloro che rappresentano la spina dorsale della squadra (Sirigu, Nkoulou, Iago, Belotti + i giovani Lyanco ed Edera + il jolly Ansaldi) e se braccino ci regalerà 3-4 rinforzi di valore internazionale, allora potremo parlare di rinascita e ci toglieremo delle soddisfazioni.
    Si riparta dalla vittoria con l’Inter, si faccia tesoro delle certezze e si prenda atto delle debolezze (troppe palle gol concesse, difficoltà ad uscire dall’area senza spazzare, troppi errori nel giro palla a centrocampo ad esempio).
    Forza ragazzi, la strada è quella giusta. Cairo permettendo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. tapiro granata - 3 mesi fa

    Quando la tecnica non ce l’hai sopperisci con la grinta. Nel Toro cè poca tecnica attenzione non è a zero ma cè poca tecnica e quindi vai con la grinta. Finalmente ieri hanno giocato con quella grinta che mancava da un po di partite ma non voglio illudermi, questa voglia di mordere il campo deve essere costante e non solo con l’inter !!!
    Per cui non mi illudo e aspetto e spero continuita’ e conferme.
    Certo che con qualche ritocco buono e non scadente il prossimo anno si potrebbe davvero lottare per un posto in EL.
    Partendo dai giocatori che come dicevo prima gia’ hanno buona tecnica, verrebbe fuori un buon Toro davvero!! speruma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marino - 3 mesi fa

      E’ il momento in cui le squadre comprano i giocatori, bracciamozze aspetta i saldi. Per quello molti si mettono in evidenza, sanno già che partiranno. Sia perchè sono in vendita al miglior offerente, sia perchè sanno che qui il progetto è fare plusvalenze. Certo con qualche buon ritocco… peccato che non ci saranno i buoni ritocchi, ma delle mediocri sostituzioni.
      Ricordo a tutti che siamo al 10 posto in classifica, con 3 punti dalla nona. E i punti per strada li hanno lasciati anche le altre squadre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Conta7 - 3 mesi fa

    E aggiungerei che abbiamo battuto l’Inter milionaria che stanno costruendo nelle ultime stagioni con svariati “scarti” nerazzurri: i vari Burdisso, Ansaldi, Obi, Ljajic… Passando per Mazzarri che ottenne un 5° posto con l’Inter peggiore degli ultimi 15 anni!
    A testimonianza che il manico conta nel calcio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Conta7 - 3 mesi fa

    Concordo sul fatto che nel calcio ci vogliono sempre dei fattori che concorrono per ottenere dei risultati.
    La qualità riesci ad esaltarla se trasmetti agli elementi di maggior talento cosa una struttura di abnegazione e costruendo intorno a loro tanta organizzazione: ed è quello che stiamo vedendo nelle ultime uscite

    Chapeau al Mister ed alla squadra, ma ora testa alla prossima… Mi è piaciuto molto Mazzarri ieri quando ha detto: “La prima cosa che ho detto alla squadra è che se non si comporteranno così contro il Chievo mi inc***erò davvero”.

    This is the way… Come on!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. LeoJunior - 3 mesi fa

    tutti noi che guardiamo calcio da anni sappiamo bene che una squadra NON è mai la somma delle individualità. E i singoli non si possono valutare a prescindere da dove questi giochino. Abbiamo visto squadre forti sulla carta non fare risultati e squadre che nessuno avrebbe quotato che poi hanno fatto campionati strepitosi. Ci sono giocatori che sembrano fenomeni ma tolti da squadre organizzate si rivelano flop e altri che si pensavano scarsi e si sono invece dimostrati affidabili. Quello che manca in questa equazione è quel qualche cosa di imponderabile che può prendere tanti nomi. Passa per la chimica giocatori allenatore, squadra tifoseria, ambiente, stimoli, spogliatoio e potremmo mettercene tante. Quindi diventa spesso inutile spendere se non si prepara il campo. Sembra che qualche cosa ci sia e dobbiamo sperare e credere sia quello che ci mancava. Adesso dovremo “pulire” la squadra dei giocatori che non sono funzionali e poi acquistare in modo mirato. E per mirato penso NON solo a caratteristiche tecniche ma soprattutto caratteriali. La Fiorentina è un esempio di questo. Rosa e rendimento erano e sono inferiori a noi. Loro forse andranno in EL per “merito” (!! scusate il paradosso) di un evento tragico che li ha uniti e dato quell’elemento in più. l’Atalanta idem, rosa inferiore (sulla carta) a noi ma grande allenatore e società. Il Milan della partenza era l’opposto. Rosa super (?! se misurata in milioni) e gestione pessima.
    PS Per gli acquisti prossimi: spero spariscano dalla scena procuratori, nani e ballerine. Evidente che Niang ha logiche diverse da quelle tecniche e di progetto. Basta. Che qualcuno se ne accorda in società … credo che Cairo, per quanto possa piacere poco a molti, scemo non è e non si farà infinocchiare la seconda volta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Ma ora dovremmo liberarci di questa inutile ameba e non sarà per nulla semplice, a meno di rimetterci una fortuna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marino - 3 mesi fa

      Tutto vero, il post non fa una grinza, solo direi che mancano alcuni fattori.
      1) Con tutti i demeriti di Mihailovic, Niang lo sapevano anche i muri che era scarso e che non ci serviva. Il direttore sportivo che cosa ci sta a fare? Come hanno detto no ad altri giocatori richiesti dal tecnico, bastava dire no anche a Niang, se non lo ha fatto credo ci siano altri motivi e non siano nobili.
      2) Cairo scemo non lo è e non si fa infinocchiare, se fa una mossa è perchè gli conviene, non conviene ai tifosi, ma a lui si.
      3) La squadra migliora, ma come tutti gli anni i migliori andranno via e saranno sostituti da scommesse, come succede tutti gli anni. Gli illusi che non lo hanno ancora capito dopo 13 anni, metteranno i meno e il prossimo anno diranno che chi contesta è tifoso dei gobbi. E’ la stessa commedia, cambia qualche guitto, ma si sa già dall’inizio com’è la trama. Scrissi a settembre che la squadra era un bluff in molti suoi attori. Sbagliai su Nkulu e azzeccai Sadiq, Niang, Rincon ecc e ci presi in pieno sul fatto che in Europa non sarebbe andata; ma era vincere facile, se mai ci arrivasssero vicini Cairo darebbe ordine di perdere. Visto che bracciamozze deve fare utili e non intende spendere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke90 - 3 mesi fa

        Nessun meno e nessun epiteto (non siamo bambini) almeno da parte mia …ma quest’anno sono stati ceduti Zappacosta (e per me Ansaldi è meglio) e Benassi che se n’è andato (lo vogliamo capire) perché, come gli disse il vecchio allenatore, non era parte del progetto (..gli disse). Quindi chi sono i migliori che sono stati ceduti e ti dirò che, per me, Belotti andava ceduto. Anzi hanno aumentato gli ingaggi e hanno speso per Niang… in due anni quasi 50mil per 6 o 7 giocatori..
        Poi se Cairo dice no all’acquisto di un giocatore non va bene.. se dice si e quello si dimostra inadeguato è sempre colpa di Cairo… ma gli altri che ci stanno a fare..
        E, ripeto, l’Udinese, l’Atalanta, la Viola, cosa ci avrebbero fatto con quei soldi.
        Poi io non sono un complottista …Niang è stato preso perché c’era chi garantiva per lui (e come la società si fidava c’erano moltissimi tifosi che avevano fiducia in Miha) e perchè c’erano le prospettive essendo un giovane attaccante…
        Su Sadiq non bisognava essere un genio e poi ha giocato proprio nel peggior momento del Toro (quando neanche Belotti faceva faville..anzi) e come dici, giustamente, è molto più semplice profetizzare un 10°-12° posto ..tanto se sbagli.. mandi sempre a quel paese Cairo e poi te la puoi cavare (se si è onesti intellettualmente) con un “mi sono sbagliato”.. ma se si ha ragione ..peste e corna per tutti.
        Io non mi reputo un illuso… da Rossi in poi, eccetto il periodo Borsano (che se non vendeva ci faceva fallire), non ho visto nessuno fare quello che finora ha fatto Cairo.
        Quindi sono molto molto molto più di 13anni che non mi illudo più.. non da 13…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. vezzefrem - 3 mesi fa

    buongiorno , mi rivolgo cortesemente alla direzione . mi piacerebbe trovare il filmato dell’esultanza del bambino al gol del Toro . sono una decina di secondi semplicemente fantastici . grazie se lo trovate ed eventualmente lo pubblicate , magari su you tube

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13758358 - 3 mesi fa

    Sono esaltato come tutti x la vittoria di ieri, però ero parimenti esaltato dopo inter-torino dell’andata. Ricordate? un gran Toro esattamente come ieri, l’unica differenza il gol di Eder , imparabile, come poteva succedere ieri. Ma dal punto di vista della prestazione ( come amano dire i mister) contro un inter ancora in corsa scudetto nulla da eccepire. Non voglio difendere nessuno, viva il nuovo corso ( il passato ormai è passato) ma nel calcio le sentenze definitive non esistono. speriamo di continuare cosi. Forza Toro.
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-1007904 - 3 mesi fa

      Bravissimo! All’andata grandissima prestazione, a Milano, con l’Inter in vetta. E subendo molto meno che ieri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

        Arridatece Sinisa!!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Junior - 3 mesi fa

    Ci sono stati diversi fratelli che hanno detto La rosa è scarsa. Io non sono d’accordo. Siamo certamente deficitari a centrocampo, cioè nel punto nevralgico. È la l’errore più grosso commesso dalla società, non aver preso un centrocampista a gennaio, almeno con un contratto fino a giugno. Miha andava esonerato, ormai la situazione era troppo compromessa soprattutto dopo la sconfitta con la Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    È pur vero che portiere e difesa fanno parte della squadra e che se sono forti contribuiscono al livello complessivo del gruppo, però ieri abbiamo rischiato tanto e per molti tratti l’Inter ci ha schiacciato nella nostra metà campo. Potevamo uscire ma classici errori da piedi così così a centrocampo ce lo hanno impedito. E se riuscissimo a costruire poi lì davanti abbiamo chi sa fare male. Ergo, la società non si culli! Abbiamo bisogno di un centrocampo rivisto se vogliamo fare il salto di qualità l’anno prossimo. Il resto c’è, eccome! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Sono pienamente d’accordo, qualcuno ieri si lamentava dei voti non troppo alti a centrocampo ed il motivo è proprio in quello che hai scritto oltre alla facilità con cui si facevano saltare soprattutto al primo tempo.
      Spendiamo un po’ di soldini x il centrocampo ed avremo una squadra x l’EL

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

        Aggiungo: se avessimo speso una minima parte dei soldini che c erano e che ci sono forse sarebbe stato meglio…ma ormai c è solo da sperare che si faccia a giugno, cercando di limitare al minimo indispensabile le cessioni illustri…Un fine campionato dignitoso e gagliardo e ciò che vorrei dalla squadra, per il resto, vista la penuria di compratori degni di tal nome in giro, non ci resta che sperare che cairo abbia un attacco di follia granata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          E’ veramente un peccato che a gennaio non si sia fatto uno sforzo, non si chiedeva poi chissa’ che cosa, giusto un piccolo sforzo.
          :-(

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

            …e alla fine si torna sempre a bomba e al nostro caro, amato Bracciamozze che “tanto siamo a posto così”, e “l’Europa era solo un obbiettivo di Mihajlovic”! A fare in culo se ne deve andare!!!

            Mi piace Non mi piace
        2. Marino - 3 mesi fa

          Scusa, con tutto il rispetto, ma una squadra che è decima, non prima, se limiti le cessioni illustri dove finisci? Perchè sono anni che il ciarlatano mette i soldi in tasca, biosgna fare degli acquisti illustri se vuoi migliorare. Ma non essendo lo scopo migliorare, bensì fare altri soldi e arrivare a centroclassifica, perdere i derby e tenersi buoni i poteri forti, allora possiamo cedere Belotti e compagnia e comprare delle scommesse, così se va bene potremmo anche arrivare ottavi e ripetere anche nel 2020 “il prossimo anno sarà quello del progetto… è il miglior Toro da dopo Supoerga ecc ecc

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

            Non sono d’accordo, il problema di cairo sono gli utili eccessivi non reinvestiti ma non è pensabile avere una società in perdita ai giorni nostri. Inoltre è ovvio che intendevo che bisogna limitare al minimo le cessioni illustri e rinforzare la squadra con acquisti di spessore. Io ce l ho con cairo quanto te ma non voglio perdere di vista la realtà. Il Toro è una società che qualcosa ogni anno deve cedere per restare sana. Il problema di cairo è che cede troppo e investe poco e male il frutto delle cessioni. Se avesse acquistato qualcosa di decente per il centrocampo e una alternativa valida di Belotti forse staremmo a parlare di un’altra direzione. Permettimi ma io a queste dietrologie sui poteri forti ecc ecc ci credo poco. È il più grande editore italiano, è lui un potere forte ora…È semplicemente avaro di natura e scambia una società sportiva con una impresa commerciale

            Mi piace Non mi piace
        3. ddavide69 - 3 mesi fa

          Godiamoci questo risultato e come avevo scritto prima della partita di ieri , che la vittoria avrebbe anche potuto portarci a non spegnere definitivamente le speranze per la EL seppur difficile.

          Pero’ , anche tu , continuare con questa storia di cairo che non investe … mica vuoi attirarti gli strali dei soliti noti….

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy