Toro, Mihajlovic-Mazzarri ed il senso di un confronto

Toro, Mihajlovic-Mazzarri ed il senso di un confronto

Tra andamento, scelte e difficoltà comuni: un confronto tra la gestione di Mihajlovic e quella di Mazzarri

di Alberto Giulini, @albigiulini

ANDAMENTO

presentazione mazzarri cairo

Dopo dieci partite sotto la gestione Mazzarri, i numeri sorridono a Mihajlovic, che all’andata aveva guadagnato un punto in più rispetto all’attuale tecnico granata: dodici quelli del serbo (media di 1,31 a partita) contro gli undici del toscano (media di 1,22 a partita). Un confronto, tuttavia, cui non si può dare grande valore sia per le diverse condizioni delle squadre affrontate, sia perché Mihajlovic ha avuto l’occasione di lavorare per un anno e mezzo con la squadra messa a sua disposizione e costruita seguendo le sue richieste nel corso del mercato estivo. Assai differenti sono, ad esempio, i pareggi ottenuti contro la Sampdoria: all’andata il Toro sbagliò alcune occasioni per chiudere l’incontro e si fece raggiungere dai blucerchiati; al ritorno, a Marassi, i granata furono invece padroni del campo, recuperarono lo svantaggio iniziale e giocarono il finale di gara in inferiorità numerica.

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. il sole - 5 mesi fa

    buongiorno ma siamo sicuri di aver sostituito un tecnico con uno migliore?
    questa storia della squadra costruita dal tecnico precedente mi sembra una scusa che non regge.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vatla - 5 mesi fa

    Sarebbe giusto aggiungere: senza errori arbitrali con Sinisa almeno 6 punti in più (Bologna, Verona e Samp), ma si sa il volere del padrone è dare la colpa di gravi errori societari al serbo!
    Braccia mozze vergognati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dennislaw - 5 mesi fa

    Tanto Mazzarri abbiamo e dobbiamo tenercelo. Meglio sarebbe che mettesse più coraggio nelle scelte, invece di rifugiarsi nell’usato sicuro e insistere su giocatori che non hanno colto le occasioni ( vedi Berenguer e Niang, soprattutto schierato laterale). Un allentaore deve poi gestire i giocatori di talento, che spesso hanno caratteri difficili: ripeto , vedi Ventura con Cerci. Il discorso vale ovviamente per Ljiajc. Quini un pò di spazio ai giovani, anche Edera in staffetta con Falque apparso stanco, Barreca, Lyanco e Bonifazi. E incrociamo le dita a fine stagione, che il Presisente non venda Nkoulou, Sirigu, Falqe, Ljiajc , Belotti, tutti assieme. Ma lui vuole restare in A… Mi preoccupa la debolezza della società sul piano tecnico che non fa il pari con la forza sul piano amministrativo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rza78 - 5 mesi fa

    Il vero problema è che dagli anni 80 in poi nessuno ha mai dimostrato interesse a rilevare il Torino fc, nemmeno quando farlo sarebbe costato pochi euro a causa del fallimento. Lo ha fatto Cairo, che purtroppo come giustamente scritto sotto non ha alcuna ambizione in ambito calcistico se non quellodella permanenza in A (retrocedere significherebbe dissesto finanziario, unica sua reale preoccupazione). In certi soggetti (Lotito ad es.) interessi personali e ambizioni sportive coincidono, nel ns caso purtroppo esistono solo i primi. Il problema è che invece di dire le cose come stanno e cioè che l’europa non è un obiettivo reale, butta fumo negli occhi e tutto sommato ci riesce piuttosto bene. Tra l’altro non capisce assolutamente niente di calcio e avere affidato la panchina a mihahilovic ne è l’ennesima dimostrazione. Mandare via quest’ultimo era sacrosanto (l’acquisto di niang a 15 milioni la ciliegina sulla torta dopo gli acquisti da lui imposti di de silvestri – con conseguente cessione dei suoi “doppioni” peres e zappa, leggermente più forti di lui – valdifiori ecc. per non parlare dell’insipienza tattica dimostrata in quasi tutte le partite giocate) ma chiamare un tecnico che gioca in maniera completamente diversa e chiudere il mercato di gennaio con 4 cessioni e zero acquisti conferma che ilsuo obiettivo era NON andare in europa. questa è la triste ma ormai evidente realtà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bertu62 - 5 mesi fa

    Leggere articoli come quelli di GIORDANO, pseudo-giornalista obbiettivo esattamente come probabilmente è appartenente alla razza uumana, sesso maschile, E’ AVVILENTE, FRUSTRANTE E PROFONDAMENTE OFFENSIVO nei confronti di TUTTE LE GENERAZIONI GRANATA! Il TORO NON FINIRA’ il girno in cui cairo lascerà la proprietà del club! cairo non solo non è mai stato tifoso, attaccato ai colori o alla storia del Toro, ma non lo ha MAI considerato “degno” di raggiungere dei traguardi sportivi! Lo ha sempre e solo usato per raggiungere I SUOI TRAGUARDI, personali e di business: entrare nel mondo del calcio dalla porta principale, come presidente e proprietario di un club, per poter stare nelle stanze della Lega Calcio, della Federazione, per poter parlare con gli altri presidenti ALLA PARI e così portare avanti I SUOI AFFARI, di pubblicità, di canale TV direttamente controllato dalla Lega, di far eleggere un AD di suo appoggio ecc…ecc…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bertu62 - 5 mesi fa

    Ha preso Mazzarri ben sapendo che:
    A) Non gli ha preso NESSUN GIOCATORE che potesse andare bene per fare il Suo gioco, che è diverso da quello di Sinisa…
    B) In più a Gennaio sono andati via altri 4 giocatori….
    C) Cos’ ci siamo ritrovati SENZA CAMBI, costretti a prendere 3 giovani dalla Primavera per far almeno numero ed andare a far pietà comunque a Verona, e perdere….
    D) Ha mandato via Sinisa neanche di persona perché sapeva che avrebbe rischiato almeno un cazzotto in faccia, visto che ALMENO eravamo a 2 punti dal 7° posto, mentre adesso siamo a quanti?? e senza possibilità di raggiungerlo, oltretutto….
    MI ha definitivamente rotto quest’uomo, tanto bravo ed in gamba nei SUOI affari quanto “inspiegabilmente” scarso quando si tratta di calcio….. CASPITA, ma neanche FERRERO Presidente della SAMP è UNA CIMA! Però guarda caso la Samp è lì davanti, con un gioco, un’organizzazione che funziona e soprattutto un allenatore SUPPORTATO da un DS con gli attributi GIUSTI!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 5 mesi fa

    Leggere o sentir dire ancora adesso, dopo tutto quello che ha detto Lui, in prima persona, che “si deve, bisogna..” tenere Cairo perché altri meglio non ce n’é è una CAZ**TA enorme!!!!!
    Sostenere la squadra PERCHE’ poi? Perchè se la squadra fa cag**re? Se le prestazioni non ci sono, se la voglia non c’è, non si vede, se gli obbiettivi, TUTTI gli obbiettivi sono sfumati? PERCHE’?
    PERCHE’ cairo ha detto “L’EL era un obbiettivo di Mihajlovic…” DI MIHA?? SOLO? IL TUO QUINDI NO? Ed in effetti, SE LO FOSSE STATO, avrebbe speso IL GIUSTO già a Luglio 2017!!!! A Luglio andava preso 1 attaccante riserva del Gallo (anche Niang poteva starci, MA A LUGLIO, CA**O, NON AD AGOSTO, A CAMPIONATO INIZIATO, CON LUI FUORI FORMA!!), un centrocampista SANO e BUONO (e invece NESSUNO, oltre a tenerci “PIPPA VALDIFIORI + GUSTAFSON e dari via invece Benassi alla Viola e Lukic in prestito…) ed un terzino sinistro SANO e BUONO (anzichè invece vendere il terzino destro titolare l’ultimo giorno e prendere un 30 scassato e fuori forma)!!! GRAZIE ANCORA cairo!
    E se volete proprio saperlo, sapete perché ha cambiato Sinisa FRA L’ALTRO MANCO METTENDOCI LA FACCIA, ma mandando il Suo galoppino PETRACHI? Perché così avrebbe potuto dare la colpa A LUI! Esattamente come la sta dando a Mazzarri adesso!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. alexku65 - 5 mesi fa

    Cambiare allenatore come già stato detto è già di per sé un fallimento. Il cambio è stato dettato dal diverso livello con il quale sono state percepite le potenzialità della squadra e i risultati raggiunti sotto la guida di Miha. Il cambio per conseguenza logica avrebbe dovuto apportare un rendimento più alto. Invece è avvenuto esattamente il contrario. Non solo il rendimento è sceso ma anche lo stesso valore della rosa in quanto assieme a risultati negarivi i calciatori subiscono una un profondo cambiamento nello stare in campo che sembra al momento abbia ingenerato solo confusione e smarrimento con conseguenti prestazioni che sfiorano il ridicolo (come FORSE non è così anormale che sia visto l che il nuovo tecnico è arrivato da relativamente poco e non ha potuto scegliere i propri uomin). Resta da dire però che un buon allenatore deve tirare efficientemente fuori il meglio da quello che ha. Cambiare senza migliorare quindi al di là del maggiore ordine o disordine tattico , al di là del cv più o meno importante etc diventa un doppio fallimento. Il tutto triplica se il modo in cui i giocatori vanno in campo -inteso come atteggiamento approccio capacità di esprimere gioco e idee – tocca livelli evidentemente più bassi di quanto in precedenza. Certamente l’arrivo di un nuovo allenatore porta con sé una naturale rivoluzione tecnica. L’arrivo di un allenatore così profondamente diverso dal precedente porterà uno stravolgimento di tale portata che secondo me non solo butta via il cattivo della precedente gestione ma anche tutto il buono. A sensazione personale mi pare che Mazzarri non sia l’interprete giusto per rifondare così profondamente l’organico e stt lo spirito di questa società. Il suo lavoro per come la vedo io è semplicemente quello di ripensare per il prox anno a un’altra squadra monitorando stt gli acquisti più importanti. Una semplice gestione economica non di certo sportiva della squadra (Cairo lo ha già amnesso…non si può di certo pretendere l’Europa con un allenatore nuovo. Questo era lobiettivo di Miha!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 5 mesi fa

      “Il cambio per conseguenza logica avrebbe dovuto apportare un rendimento più alto”
      Ah si, e secondo quale logica?
      Sono tutt’orecchie!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 5 mesi fa

        ma infatti… perchè? il modulo è lo stesso, gli interpreti pure! Mazzarri, proprio per non scombinare tutto inutilmente, ha cercato di mantenere tutto inalterato e, alla fine, i risultati sono inevitabilmente gli stessi… il cambiamento può avere un senso, ma di certo non quest’anno! tutto poi dipende dalla società, cosa intende realmente fare con Mazzarri…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. prawn - 5 mesi fa

    Finira’ in pareggio, perche’ la rosa e’ la stessa, mi sono illuso che Mazzarri potesse trasformare le rape in fiori ma non succedera’, non sicuramente in un paio di mesi.

    E cmq sono confronti inutili polemici e dannosi, guai a rimpiangere miha, e’ il passato, un passato che pagheremo caro, quando ci sara’ da saldare il conto per Niang per esempio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    Guarda per me cairo può andarsene domani ma il probkema è…e poi? Leggi cosa scrive venturin in merito, l’intervista la trovi qui. La squadra soprattutto a centrocampo è scarsina, colpa grande di Cairo e Mihailovic ma…caro mio almeno sino a giugno questi abbiamo e questj ci tocca. Allora ti chiedo, li tjfiamo e li sosteniamo sperando di chiudere decentemente ls stagione e gettare le basi per prox anno, o li contestiamo a prescindere sperando che le perdano tutte?Ma non era uno slogan dei tifosi granara il famoso MAI SOLI…?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    A scrivere cairo vattene son bravo anche io…però scrjvetelo dopo tre vittorie di seguito ora è troppo facile. Perché non lo avete scritto ad agosto? O quando si vinse a Bilbao? O quando tornammo in a con Ventura? Credete di essere bravi a scrivere cairo vattene o mazzarri testa di ghisa ma siete solo banali…noiosi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    Domenica dopo l’ 1 a 1 potevamo vincerla…a culo ma chi se ne frega? Si vince anche a culo e coi nervi son sempre tre punti…dopo il goal di bellotti lo stadio doveva diventare una bplgia intimorire i viola invece sembrava quasi che a quakcuno dispiacesse che si fosse fatto goal…tafazzi granata la domenica andare a cercare i funghi grazie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_726 - 5 mesi fa

      Per vincere bisogna segnare, per segnare bisogna tirare in porta, per tirare in porta bisogna creare occasioni da gol, per creare occasioni bisogna attaccare. Attaccare è un vocabolo che Mazzarri conosce?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    Ora c’è Mazzarri e anche se non vi garba va sostenuto e aiutato, ha un curriculum chr qualche cosa significa o no? Se va bene Mazzarri va bene il toro lo vogliamo capire si o no!!!!!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_757 - 5 mesi fa

      I casi sono 2 o Mazzarri è una capra peggiore di mihajlovic o la rosa è scarsa e quindi cairo è un contaballe. Scegli tu io le voto tutte e due

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    E poi basta parlare di mihailovic ragazzi è passato remoto, cairo tanto non lo riprende più volentieri chiama me ad alkenare…sembrate quegli innamorati inconsolabili che continuano a sospirare per la fidanzata fuggita col ganzo palestrato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    Ok importante è che qui si sia tutti contenti se vince il toro. Io credo che Mazzarri sua un grande allenatore ma capisco che soprattutto in questo momento molti lo critichino…fa parte del gioco. Quello che non capisco è questa gara al tanto peggio tanto meglio. Domenica la contestazione è stata eccessiva, l’ho scritto e lo ribadisco. Si era perso tre partite due delle quali con roma e juve e scusate ma ci poteva stare. Mica si era perso con verona, spal e crotone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_76 - 5 mesi fa

      Hai ragione contestare i giocatori dopo queste 3 prestazioni esaltanti…ma soprattutto criticare sua santità il maestoso che dall’alto della sua grazia ci ha fatto dono della miglior squadra degli ultimi 40 anni ..la prossima volta andiamo a festeggiare con bandiere e trombette….e godiamoci questo fantastico spettacolo che domenicalmente ci regalano mica si può avere tutto abbiamo già cairo. A dimenticavo cairovattene

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. user-13653020 - 5 mesi fa

    ……..vedremo il prox anno Dove Mazzarri ci porterà. …….cmq spero di sbagliarmi…..tifo toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13653020 - 5 mesi fa

    infatti Mazzarri ha vinto un casino……….neanche in grado di fare la serie b inglese……..
    Con Cavani & c pure orrico avrebbe vinto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 5 mesi fa

      questa fake news di Mazzarri in serie B inglese proprio non la digerisco, vada sparam merda alla cieca, ma NON HA MAI ALLENATO IN SERIE B INGLESE.

      chi minchia ve l’ha inculcato? ruttosport?

      Il watford giocava per on retrocedere e non e’ retrocesso

      il primo napoli di mazzarri non era cosi’ forte, insomma leggiti le formazioni prima di sparare cazzate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Conta7 - 5 mesi fa

    Io credo che sia già sbagliato paragonare 2 stagioni con protagonisti e contesti differenti, figuriamoci un girone dall’altro.
    Al di là del fatto che, volendo essere proprio precisi, per definizione il girone di ritorno è più ostico di quello d’andata e che le partite di Mazzarri sono 9 e non 10 (manca il recupero contro il Crotone e quindi il dato esportato sulla media punti è parziale), andare a ricercare questioni forzate ed inutili non ha senso ed il titolo dovrebbe essere trasformato in “Il NON senso di un confronto”.

    Poi ovviamente anche io ho l’opinione che il curriculum di Mazzarri, al di là delle simpatie o meno, parli da solo rispetto all’inconsistenza tattica di Mihajlovic.
    Ma “capisco” che in questo momento siamo tutti così annebbiati da non riuscire a ragionare con ponderazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

    Non capisco il perché si debba sempre cercare la polemica ad ogni costo.

    Il confronto non porta a nulla. Nel girone di andata vi era la motivazione di entrare in Europa e forse una preparazione leggera per entrare subito in forma, adesso le motivazioni sono a zero la forma fisica lascia a desiderare molti giocatori hanno capito che cambieranno aria perché non confermati altri lo vogliono fare.
    Mazzarri è finito in una polveriera. Finiamo la stagione con dignità sperando di non buttare insieme all’acqua sporca anche il bambino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    Mazzarri è un allenatore Mihailovic no…ecco il senso del confronto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_55 - 5 mesi fa

      E meno male che è un allenatore se no chissà dove eravamo adesso

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy