Toro, nel giorno della sfida col Crotone Mazzarri promette massimo impegno

Toro, nel giorno della sfida col Crotone Mazzarri promette massimo impegno

L’allenatore granata non cerca scuse dopo la sconfitta di Verona e chiede positività all’ambiente

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Oggi è la giornata di Torino-Crotone. La gara valida per la ventisettesima giornata di Serie A sarà uno spartiacque della stagione di entrambe le compagini. Da una parte i granata avranno fame di vittoria dopo le ultime due sconfitte subite e dall’altra i calabresi dovranno cercare di far punti in trasferta per restare in scia della Spal uscita vincitrice dal derby emiliano di ieri col Bologna.

LO SCIOPERO – La Curva Maratona in vista della gara di domani ha annunciato lo sciopero, posizione che Mazzarri per sua stessa ammissione in conferenza stampa rispetta. Il tecnico livornese però chiede ottimismo e positività, consapevole del duro lavoro che la squadra sta svolgendo dal suo arrivo. Le prestazioni vengono prima di tutto per lui e il suo staff ed è per questo che oggi si aspetta una squadra arrembante, capace di dare grandi risposte sul campo dopo la disastrosa prova di Verona, dove la squadra ha accusato ancora una volta l’effetto post-derby. L’allenatore granata si aspetta una vittoria, ha spronato i giocatori a dare il massimo e finalmente filtrano segnali ottimisti anche per Ljajic che pare stia iniziando finalmente a capire i dettami del nuovo tecnico. Vuole una squadra unita, solida, compatta che riesca ad aiutarsi nella gara cercando di mantenere alto il livello della prestazione in nome di quella continuità che sembra ormai esser diventata un miraggio.

VARIANTI TATTICHE – Il Toro visto finora con Mazzarri è stato camaleontico, capace di cambiar pelle e modulo a partita in corso e convincente sino alla partita contro la Juventus. Alcuni ingranaggi vanno limati, il tecnico stesso ne è consapevole ed è per questo che guarda al futuro con ottimismo. La sua squadra ha ancora a disposizione 12 partite per risalire la china, la classifica e credere ancora nell’obiettivo europeo che dista 8 punti che sono sì tanti, ma nel calcio si sa tutto è possibile soprattutto per uno come Mister Mazzarri che rimonte e imprese ne ha fatte parecchie nella propria carriera.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13746076 - 9 mesi fa

    Basta parlare di Europa, a me beste tenne vedere giocare il Torino da Toro. Chiediamo troppo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13721612 - 9 mesi fa

    basta parlare di Europa adesso è importante finire il campionato in modo decoroso

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy