Toro, occhio alla mediana della Roma: un mix di forza e tecnica

Toro, occhio alla mediana della Roma: un mix di forza e tecnica

verso il match / i giallorossi hanno perso la fantasia di Pjanic ma hanno ritrovato la solidità di Strootman

CAGLIARI, ITALY - AUGUST 28: Kevin Strootman of AS Roma celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Cagliari Calcio and AS Roma at Stadio Sant'Elia on August 28, 2016 in Cagliari, Italy. (Photo by Luciano Rossi/AS Roma via Getty Images)

La sfida di domenica metterà di fronte al Torino una delle squadre più complete e attrezzate del campionato italiano che dopo il ritorno di Spalletti ha ritrovato una solidità di gioco e una visione straordinaria che era stata persa con Rudi Garcia. A giovare di questo cambio è stato sicuramente Radja Nainggolan, giocatore rinato grazie alla cura del tecnico toscano; l’indonesiano nella scorsa stagione è stato il fulcro del centrocampo giallorosso insieme a Miralem Pjanic, quest’anno salutato il bosniaco è lui il vero top player a centrocampo.

CENTROCAMPO – I centrocampisti principali della squadra giallorossa sono 4; Kevin Strootman che ha finalmente superato il lungo infortunio che lo aveva tenuto lontano dai campi di gioco per oltre un anno. L’olandese nella sua prima stagione in giallorosso era stata una grande sorpresa, infatti grazie alla sua dote di recuperare i palloni e di smistarli in modo efficace ai compagni aveva dato un notevole equilibrio alla squadra allora allenata da Rudi Garcia. Leandro Paredes giovane di belle speranze che tornato dal prestito all’Empoli – dove aveva disputato una grande stagione – vuole mettersi in mostra e dovrà cercare di non far rimpiangere Miralem Pjanic accasatosi alla Juventus; l’argentino è il giocatore dotato di maggior fantasia nel centrocampo di Spalletti. Radja Nainggolan, giocatore completo che sa fare bene entrambe le fasi, bravo nella fase difensiva, non disdegna la fase offensiva ed è dotato di un gran tiro dalla distanza. Infine Daniele De Rossi, giocatore dotato di una grande qualità che insieme a Totti è diventato una bandiera della Roma.

LE SCELTE DI SPALLETTI – Il tecnico toscano in base alla squadra che affronta può scegliere se adottare un modulo più preservativo oppure più fantasioso; in base a questo al fianco degli inamovibili Nainggolan e Strootman, può esserci uno tra Paredes e De Rossi. L’argentino se i giallorossi vogliono giocare con una maggior qualità in mezzo al campo, mentre “Capitan futuro” se il tecnico decide di puntare su un centrocampo di maggior sostanza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy