Toro, Ogbonna e Rodriguez. Chi la spunterà?

Toro, Ogbonna e Rodriguez. Chi la spunterà?

In crescita stagione dopo stagione, Ogbonna aveva finalmente conquistato il posto fisso in Nazionale a suon di prestazioni impeccabili. L’operazione subìta a Dicembre ha però ribaltato le gerarchie difensive in casa granata e allontanato Angelo dai radar di Prandelli. Ora Ventura…

In crescita stagione dopo stagione, Ogbonna aveva finalmente conquistato il posto fisso in Nazionale a suon di prestazioni impeccabili. L’operazione subìta a Dicembre ha però ribaltato le gerarchie difensive in casa granata e allontanato Angelo dai radar di Prandelli. Ora Ventura si trova davanti a un dilemma non da poco, prima ad Udine ma ancor di più in casa con l’Atalanta: confermare Rodriguez o restituire le redini della difesa granata al vicecapitano?

 

LONTANO DAI CAMPI – La sua ultima presenza risale esattamente a due mesi fa. Era la sfida interna con il Milan. Quella domenica tutta la squadra uscì incerottata da una partita che, insieme al derby, rimane la macchia più indelebile in questa stagione della squadra di Ventura. Ma a patire guai fisici più di altri fu proprio lui, Angelo Ogbonna. Quella settimana si arrese ad un’ernia inguinale che gli creava problemi da diversi mesi e tre giorni dopo andò sotto i ferri a Milano. Operazione lampo perfettamente riuscita. Da allora Angelo si allena senza tregua, spesso con due sedute giornaliere, in attesa di tornare a calpestare l’erba dell’Olimpico.

 

FUORI ANGELO, DENTRO GUILLERMO -.Lo spazio lasciato dal vicecapitano è stato colmato da Rodriguez. Tredici presenze per lui fino ad ora, di cui dodici da titolare. Il roccioso centrale uruguaiano ha sorpassato ben presto il collega Di Cesare nelle gerarchie di Ventura e ha sempre fatto una gran bella figura, risultando tra i migliori in campo in ogni gara disputata. Con lui dall’inizio, il Torino ha subìto una sola sconfitta (col Parma). Quest’ultimo è un dato incredibile se si pensa al valore e alle prestazioni di Ogbonna. Una statistica forse che dice più di quanto dovrebbe ma certamente significativa.

 

RIENTRO IMMINENTE – Fino a qui la scelta dei due centrali da schierare nell’undici titolare è stata obbligata. Ora il tecnico si trova di fronte una scelta non facile. Il vicecapitano è pronto al rientro e quasi certamente farà parte della lista dei convocati per Udine. Ma Ventura sceglierà di schierarlo dal primo minuto? Difficile crederlo, visto che nessuno è intoccabile nella mente del tecnico granata. Non lo è il capitano e non lo sarà il suo vice. ”Gioca chi è in forma”, è il suo motto. E’ verosimile dunque che a Ogbonna sarà data l’opportunità di rientrare gradualmente nella rosa dei titolari. ”Mi sento meglio di prima”, ha dichiarato di recente il difensore azzurro. Ma per il tecnico granata niente è regalato e il posto dovrà riprenderselo con prestazioni sopra le righe.

 

SOLUZIONI TATTICHE – Le prestazioni sfoderate fin qui dai tre centrali difensivi suggerirebbero un utilizzo in contemporanea di Ogbonna, Glik e Rodriguez, con una linea difensiva a tre che è sempre più di moda nel campionato italiano. Ma questo modulo non appartiene al credo di Ventura e dunque il ballottaggio dietro sarà d’obbligo. Le soluzioni? Continuare con il polacco e l’uruguiano centrali e posizionare l’italonigeriano sulla sinistra, ruolo ricoperto più volte sia nel Torino che in Nazionale. Questa scelta dirotterebbe D’Ambrosio sulla sua fascia di appartenenza, da giocarsi con Darmian a seconda della necessità o meno di avere terzini alti. Un’altra possibilità è, come detto, permettere un rientro graduale al vicecapitano, mantenendo invariata la forma difensiva, e dunque aprendo ogni domenica un ballottaggio per il posto da centrale. Oppure tornare alle origini, con Rodriguez riserva pronto a coprire eventuali infortuni o squalifiche dei suoi colleghi. La possibilità, invece, di vedere l’uruguaiano sulla fascia non sembra realistica ma Ventura ci ha abituati a diverse sorprese. Un’abbondanza di alternative che, a prescindere dalla scelta finale, difficilmente intaccheranno quella che è la quarta difesa del campionato di Serie A.  

 

Redazione TN

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy