Toro, ora anche i pezzi pregiati rischiano la svalutazione

Toro, ora anche i pezzi pregiati rischiano la svalutazione

Approfondimento / Giocatori chiamati a dare una svolta per la squadra… Ma anche per i propri interessi

I risultati poco positivi di quest’ormai lunghissimo “ultimo periodo” hanno trascinato i granata in piena classifica “di destra”, e le ripercussioni potrebbero andare oltre la mera delusione stagionale, derivata da un potenziale piazzamento nei “bassi fondi”. Già, perché oltre che l’ambiente, la società, e la squadra intesa come organismo, una stagione sottotono potrebbe penalizzare gli stessi calciatori, soprattutto quelli che non hanno mai nascosto attrazione nei confronti di cosiddetti top club.

Parliamo soprattutto dei giocatori più chiacchierati in sede di mercato, quei Maksimovic e Bruno Peres che vantano estimatori importanti, e disposti a versare nelle casse granata somme cospicue per assicurarsi il loro cartellino. I due non stanno rispettando le aspettative d’inizio stagione, e il rischio – per loro, oltre che per la squadra, che deficita del loro importante contributo – è che continuando di questo passo non solo naufraghino insieme ai compagni, ma che addirittura quelle mega-offerte economiche delle scorse sessioni mercatare spariscano, perché non si può assicurare un lauto stipendio a chi in campo non fa vedere di meritarlo. Al di là della sproporzione che vige le mondo del pallone in quest’ambito. Anche la società ne risentirebbe, visto che non incasserebbe più le tanto attese plusvalenze data la svalutazione del cartellino, e forse solo parte dei tifosi ne gioirebbe, ma a torto. Non si tratterebbe infatti di una permanenza voluta, ma soltanto ad una forzatura dovuta ai giochi di mercato, e causata dagli stessi calciatori, risultati solamente i lontani parenti di quelli ammirati la scorsa stagione.

Bruno Peres, esterno destro del Toro
Bruno Peres, esterno destro del Toro

Ovviamente sono stati fatti i nomi di Maksimovic e Bruno Peres non perché questi siano già stati venduti, ma per il semplice fatto che si tratta dei giocatori con un mercato davvero importante, e che non hanno mai celato la propria volontà di fare il salto in una cosiddetta grande squadra. Se gli stimoli della maglia non dovessero bastare, in un mondo del calcio fatto sempre più di soldi più che di cuore, per rendere al meglio i giocatori granata devono anche pensare al valore economico che hanno sulla società, e sui rispettivi bilanci personali. Che piaccia o non piaccia, il rischio svalutazione è un rischio serio e concreto: sta ai giocatori invertire il trend per fare – almeno – i propri interessi.

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. beppe63 - 1 anno fa

    …e se il rinnovo del contratto venisse stilato a fine campionato in base ai risultati raggiunti ed all’impegno dimostrato ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MAgo - 1 anno fa

    Sarebbe bene che i procuratori spiegassero ai loro assistiti che il loro scadente rendimento non solo va a discapito della società che li paga e dei tifosi che pagano con soldi e ulcere ma anche contro sè stessi.Invece mi pare che generalmente siano più interessati alle varie cessioni (provvigioni)e quindi non perdano occasione di convincere i loro assistiti di quanto siano forti e di quanto potrebbero guadagnare in più… Le plusvalenze sono ormai fondamentali per le società con fatturati medio-piccoli e bisogna farsene una ragione ; in alternativa si gestisce come il Parma, e prima o poi si fa la stessa fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robert - 1 anno fa

    Quali sarebbero i pezzi pregiati ?Fanno tutti cagare partendo dal n.1 fino al n.21 + i tre che amministrano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rossogranata - 1 anno fa

    Il caro nostro presidente non vendendo Maximovic e Bruno Perez ha perso una grandissima occasione che non si ripresenterà più. E con quei soldi avremmo preso il fior fiore dei centrocampisti.
    E’ un periodo nero questo, e spero che passi presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Cla79 - 1 anno fa

    secondo me l’unico vero fuoriclasse tra quelli citati è Maksimovic per il quale credo che la cifra giusta sia 20M, peres e glik a mio avviso sono giocatori forti ma rimpiazzabili. certo che tenerli tutti, se convinti di restare, sarebbe l’ideale ma non credo proprio che avverrà. L’importante è confermare padelli!!!:-))))

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Scott - 1 anno fa

    E certo, cosa c’e’ di piu’ importante delle plus valenze?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. granata - 1 anno fa

    Mah certo è che sembra impossibile che sia frenato tt così.speriamo che questi giocatori nn siano influenzati da contatti strani per cui perdono/lasciano l obiettivo della squadra.si dice che PENSAR MALE SÌ FA PECCATO..ma a volte si azzecca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Emanuele886 - 1 anno fa

      No è una squadra in confusione incredibile…contro Empoli, Udinese e Chievo abbiamo perso senza che loro abbiano fatto niente x vincere!completamente regalate!!!e questo è inquietante perché ora come ora non so minimamente dove possiamo fare i punti che mancano alla salvezza!!!circa maksimovic è sopravvalutato e ora è in difficoltà anche lui…così come era super sopravvalutato romagnoli del Milan!immobile un campione non lo è, ma un medio giocatore da metà classifica e glik si,lui sì che si sta risparmiando!!!pensa agli europei e alla sua prossima squadra!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Achille - 1 anno fa

        Se è così credo che Ventura se ne sarà accorto, e allora dovrebbe dare spazio ad altri, come Jansson, per esempio, chi non suda per la maglia e pensa ad altro che vada fuori

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. neleserra@libero.it - 1 anno fa

    Credo che ancora una volta TN abbia toppato. Ad inizio campionato i pezzi pregiati, tra cui GLIK
    che a me sembra un modesto calciatore, per TN non si debbono cedere, adesso che le cose vanno a “rotoli”
    si parla di “deprezzamento”. Quindi vanno venduti? Questa si che si tratta di COERENZA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aterreno - 1 anno fa

      Eh c’hai ragione, forse l’intero ambiente si è un po’ montato la testa. Maksi, Glick, Peres sono buoni ma le cifre che spara Cairo non sono giustificate.
      L’unico campione era Damian, e infatti sta facendo bene a Manchester.
      Credo che Bellotti possa diventarlo, segnare in questo toro è da campioni/miracoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy