Toro, il calendario ti favorisce: cinque gare per dire se sei da Europa

Toro, il calendario ti favorisce: cinque gare per dire se sei da Europa

Focus On / Il calendario è favorevole e le prossime cinque partite saranno importantissime per dire dove possono arrivare i granata

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Dopo la brutta sconfitta interna subita contro il Napoli, il Torino deve voltare pagina e potrebbe farlo già nel finale di questo 2017. Superato il ciclo difficile con Milan, Atalanta, Lazio e Napoli, il calendario dei granata appare ora in discesa e il ritorno al gol di Belotti potrebbe essere importante per rigenerare l’uomo simbolo di questa squadra.

RITORNARE ALLA VITTORIA – Per cominciare lo sprint che a fine campionato potrebbe portare in Europa, il Toro ha bisogno di una vittoria già nella prossima partita di sabato 23, quando alle 15.00 i ragazzi di Mihajlovic scenderanno in campo a Ferrara sul campo della SPAL. Questo Torino ha già dimostrato di sapersela giocare contro chiunque in trasferta e sarà importante riprendere il cammino già dall’insidiosa trasferta emiliana. Subito dopo la SPAL, il Toro dovrà poi affrontare il Genoa in casa, il 30 dicembre alle ore 15.00, nell’ultima giornata del 2017 e del girone di andata della Serie A. Sarà importante tornare a vincere dato che la vittoria allo Stadio Olimpico Grande Torino manca dal 29 ottobre, quasi due mesi fa per un digiuno che resta un mistero considerando il rendimento interno dell’anno scorso.

CROCEVIA EMILIANO – Dopo la squadra di Ballardini toccherà al Bologna, nel giorno dell’Epifania nella prima partita del 2018, giocare fra le mura granata la prima giornata del girone di ritorno in un’altra partita cruciale. Il precedente dell’andata finì 1-1 con Ljajic autore del gol del pareggio, con la complicità di Mirante, dopo un paio di splendidi dribbling del numero 10. Poi due settimane di sosta precederanno un’altra trasferta in Emilia dove al Mapei Stadium il Toro affronterà il Sassuolo, il 21 gennaio, che all’andata uscì malconcio da Torino subendo una sconfitta pesante per 3-0, in una gara che verrà ricordata negli anni per il gol da figurine Panini di Belotti in rovesciata. Con i neroverdi che non devono essere sottovalutati, in quanto in via di ripresa grazie alla cura Iachini che comincia a sortire i suoi effetti.

SCONTRO DIRETTO – Dopo il Sassuolo, altra partita agevole in casa per i granata che il 28 gennaio ospiteranno il fanalino di coda Benevento. In una prima assoluta in Serie A, in quanto le due squadre non si sono mai affrontate sul campo dello Stadio Olimpico Grande Torino. L’andata fu decisa da un gol in pieno recupero di Iago Falque dopo un assist illuminante di Ljajic. Finito questo ciclo di cinque match, in cui il Torino dovrà essere in grado di fare almeno dieci punti, si giocherà a Genova quello che, se i granata non perderanno punti nelle gare precedenti, potrà diventare un vero e proprio scontro per la qualificazione in Europa League, cioè Sampdoria-Torino. Entrambe le squadre che dovranno e vorranno arrivare al meglio per una partita che prevede spettacolo, dopo un’andata terminata con uno scoppiettante 2-2 in casa granata.

Partita Data e Ora
SPAL – Torino Sabato 23 dicembre ore 15.00
Torino – Genoa Sabato 30 dicembre ore 15.00
Torino – Bologna Sabato 6 gennaio ore 12.30
Sassuolo – Torino Domenica 21 gennaio ore 15.00
Torino – Benevento Domenica 28 gennaio ore 15.00
12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Filadelfia - 1 anno fa

    Piano con le tabelle che noi con le medio piccole abbiamo gia stoccato. Vedi Chievo, Crotone, Verona e “rubacchiato” a Benevento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Wendok - 1 anno fa

    ma nelle 5 prossime partite, a parte il napoli, le altre sono squadre di metà bassa classifica. al limite capiremo se non retrocediamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. KanYasuda - 1 anno fa

    Se siamo veramente da Europa si capirà prima.
    Basteranno le prossime due partite.
    I risultati di oggi: la Samp ha perso col Sassuolo, il Milan è stato asfaltato dal Verona, Fiorentina e Atalanta non hanno allungato pareggiando con Genoa e Lazio, il Bologna ha perso coi Gobbi ed il Chievo ha fatto lo stesso a Crotone.
    Se nelle prossime due giornate non si fanno sei punti, non si va da nessuna parte.
    Quando andiamo a Ferrara, la Samp va a Napoli ed hanno già giocato Chievo-Bologna e la Viola a Cagliari. Nel tardo pomeriggio poi, c’è Milan-Atalanta.
    La settimana successiva invece, c’è Fiorentina-Milan.
    Quindi se al 30 di Dicembre non abbiamo almeno 29 punti e con quanto successo oggi e col calendario più favorevole rispetto alle altre antagoniste non abbiamo almeno recuperato qualche posto in Classifica, significa che il Toro, oltre alle ormai evidenti lacune sia tattiche che tecniche non ha neanche il giusto approccio mentale e né la volontà di voler raggiungere questo traguardo.
    Spero tanto che succeda, perché se così non fosse, mi auguro che ad inizio anno la si faccia finita ad intavolare sempre gli stessi discorsi che sanno tanto di presa in giro sia nei confronti dei Tifosi che al buon senso di certi articoli.
    In caso contrario invece, sarebbe più logico spostare gli obiettivi da raggiungere per quello che dovrà essere l’ennesima “Ricostruzione” !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 1 anno fa

      …dimenticavo : FORZA TORO !!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. KanYasuda - 1 anno fa

        …se non si vincono “almeno” le prossime due partite, con tutti i problemi che abbiamo, la Squadra non acquisirà “neanche” la giusta Mentalità nel pensare di “potercela” fare !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ciccio76 - 1 anno fa

    Scusate credo che occorrano almeno 13 punti per poter sperare nell’EL perché se è vero che i prossimi sono i confronti abbordabili subito dopo arriveranno anche quelli meno “abbordabili” e quindi se tanto mi dà tanto ….. comunque non credo nella qualificazione, questo Mister è indecente in tutto e finirà presto la sua carriera sportiva da allenatore in serie A, ma la speranza come si dice è l’ultima a morire. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Oni - 1 anno fa

    o 15 punti o ti saluto europa Cmq vedendo le altre noi siamo come gioco una delle peggio è penso che l Atalanta o la viola come gioco co sia superiore quindi ciao europa e per fortuna ciao mhia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. miele - 1 anno fa

    Ho cercato di commentare criticamente nei confronti di Mihajlovich, l’intervista a Rampanti, ma sono stato bannato (si dice così? ). Quelle considerazioni avrebbero spiegato perché ritengo che puntare a certi traguardi con questo allenatore sia pura utopia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 1 anno fa

      Bene

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. torinodasognare - 1 anno fa

    Per poter pensare di vincerle dovremmo aver fatto miglioramenti continui, invece ci arriviamo sempre nelle stesse condizioni. No, mi spiace, io non ci credo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13693832 - 1 anno fa

    Purtroppo penso che ci siano almeno 8 se non 9 squadre che sono più forti di noi purtroppo l’Europa credo sia un obiettivo irraggiungibile ma non si sa mai Speriamo bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. abatta68 - 1 anno fa

    oltre a queste 5 partite, ci sono anche quelle a Genova contro la Samp e in casa con l’Udinese, prima di arrivare al derby. Sono 7 partite in cui non si può pensare di viaggiare a una media di 2 punti a partita, mi auguro qualcosa di più… con 40 punti al derby (5 vittorie e 2 pareggi) magari qualcosa possiamo ancora sperare, altrimenti possiamo già salutarci a febbraio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy