Toro, Padelli presenta la sfida con la Samp

Toro, Padelli presenta la sfida con la Samp

L’estremo difensore granata, con un passato in blucerchiato tra il 2004-05, incontra i colleghi giornalisti, per presentare la trasferta di domenica. Sarà una gara difficile, come tutte le…

  @ManoloChirico
Commenta per primo!

L’estremo difensore granata, con un passato in blucerchiato tra il 2004-05, incontra i colleghi giornalisti, per presentare la trasferta di domenica. Sarà una gara difficile, come tutte le altre del resto, dove il Toro potrebbe davvero smuovere la classifica. Ammesso e non concesso che i ragazzi di Ventura centrino una vittoria.

 

LA GARA CON LA SAMP – Sará uno scontro diretto, contro una squadra importante in uno stadio in cui è difficile giocare. Rispetto al derby abbiamo una settimana per prepararla. Questo è un vantaggio rispetto al derby. Un’eventuale sconfitta non potrà affossarci. Nel derby abbiamo dato tutto, abbiamo giocato da Toro e il gol non era regolare.

 

L’EX DI TURNO – Sarò sempre grato alla Samp perché mi ha permesso di arrivare nel calcio vero e quindi anche qui a Torino da titolare. Riabbraccerò i vecchi amici.

 

CROCEVIA – Loro avranno grandi stimoli, ho sentito che l’allenatore è in bilico ma non è un problema nostro. Dobbiamo puntare sulla prestazione e non per forza sul risultato. Perché, come dice il mister, una vittoria che non é figlia di una prestazione convincente lascia il tempo che trova.

 

SITUAZIONE PENALIZZANTE – Contro la Juve c’era il fuorigioco e ho avuto subito la sensazione che fosse così. Amen tutti sbagliano, archiviamo la così. Speriamo che prima o poi sbaglino a nostro favore. la ruota gira e prima o poi tutto si compensa. La fase difensiva è andata bene, c’é chi contro la Juve ne ha prese 4. In generale non penso ci sia malafede da parte degli arbitri.

 

PIRMA VOLTA IN CARRIERA – Si, sono qui per giocare le mie carte. Per il resto sono molto critico con me stesso e ringrazio chi mi fa i complimenti, ma cerco sempre di migliorare. Il posto fisso? Fino al 2 settembre si diceva che al Toro mancava un portiere, ma se fosse arrivato un altro c’è la saremmo giocata. Ripeto sono contento, ma critico. Devo migliorare sempre.

 

LA MIGLIOR PARATA – Nel derby ho fatto due bei interventi, ma credo che la miglior parata sia stata su Balotelli contro il Milan. In quell’occasione sono stato bravo a toglierla due volte. Ma ripeto, lavoriamo a testa bassa e con i piedi in terra.

 

Manolo Chirico 

 

(foto M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy