Toro, Petkovic a lezione da Ventura

Toro, Petkovic a lezione da Ventura

Giunto a Torino per saccheggiare l’Olimpico senza l’artiglieria pesante, Vladimir Petkovic si è dovuto arrendere di fronte alla solidità del fortino granata e rimedia la terza sconfitta consecutiva in campionato.

 

BENE…

Giunto a Torino per saccheggiare l’Olimpico senza l’artiglieria pesante, Vladimir Petkovic si è dovuto arrendere di fronte alla solidità del fortino granata e rimedia la terza sconfitta consecutiva in campionato.

 

BENE IN 10 – Certo di responsabilità per la sconfitta di ieri il bravo tecnico croato ne ha poche. Le ingenuità dei singoli, quale quella commessa da Ciani, sono al di fuori dal suo controllo e chissà in quale delle otto lingue questo tecnico poliglotta ha maledetto il suo difensore. In una buona Lazio in dieci per oltre un’ora si celano tutti i meriti di Petkovic, capace di amalgamare una squadra che non palesa l’inferiorità numerica. Ma non è bastato. Ventura vince così il duello tra tecnici e in campionato ‘concede’ un solo punto al suo rivale.

 

QUESTIONE DI SCELTE – Le assenze di Klose, Hernanes e Dias hanno pesato eccome ma i cannoni biancocelesti hanno comunque minato le mura dell’Olimpico. Già, minato ma non sfondato. La difesa granata è tornata ad essere quella solida vista per gran parte del campionato e questa volta gli ultimi quindici minuti di gara hanno sorriso al Toro. Ventura a fine partita si toglie qualche sassolino dalle scarpe e rivendica il buon lavoro fatto fin’ora. Le sue scelte, soprattutto quelle a gara in corso, hanno rotto gli equilibri e di fatto condannano la Lazio di Petkovic ad una crisi di risultati in Serie A: quattro punti in otto giornate, un ruolino che li esclude, per ora, dai trofei continentali. ”Mi piacerebbe finire una gara in dieci” ha detto il tecnico croato a fine gara.

 

‘GENERALE’ contro ‘SERGENTE’ – Povero lui, che col senno di poi avrebbe forse preferito rinviare la partita così da poter recuperare due pedine importanti quali Dias e Mauri. Per la verità l’abbondante neve di ieri ha penalizzato più il gioco palla a terra e le ripartenze granata che la fisicità dei biancocelesti ma i ‘se’ e i ‘ma’ non appartengono al tecnico biancoceleste. Di diverso avviso il suo presidente secondo cui ”la gara era da rinviare”. Decisione, crediamo, maturata al momento dell’espulsione di Ciani. Il ‘Generale’ Ventura ha concesso l’onore delle armi al ‘Sergente’ Petkovic. Il mister granata ha ora due settimane per rinforzare le mura dell’Olimpico che il 30 Marzo affronterà l’assedio di un’altra temibilissima artiglieria: quella del Napoli e del ritrovato bomber Edinson Cavani.  

 

Lorenzo Bodrero
(foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy